Hyper drive Yurikamome, un time lapse futuristico realizzato in Giappone

In Hyper drive Yurikamome, darwinfish105, l’autore del Time-lapse, ha utilizzato effetti specchio combinati a fotografie a lunga esposizione, con un risultato finale particolarmente suggestivo.

Il punto di ripresa è la linea ferroviaria automatizzata di Yurikamome, che collega Shimbashi a Toyosu e che attraversa il Rainbow Bridge dell’isola di Odaiba, un isolotto artificiale della baia di Tokyo.
La particolarità di questa linea è l’assenza di un conducente, ed è anche una delle più spettacolari della città per le stupende viste che regala.
Il time-lapse è stato realizzato con una Panasonic DMC-GH3, usando la modalità di scatto continuo, con velocità di esposizione di un secondo. Durante il giorno è stato utilizzato un filtro di densità neutra ND400 e durante la notte una regolazione ISO pari a 400. L’effetto specchio è stato ottenuto con Adobe Premiere.

S. Alessandra Severino: Flickr

Annunci

Urbs Aeterna, un timelapse su Roma per ricordare una civiltà

A Roma si può sentire ancora oggi la grandezza di un impero che ha conquistato mezzo mondo, esportando la sua arte e la sua cultura.
In Urbs Aeterna il fotografo Enrique Pacheco ha utilizzato la tecnica del Timelapse per mostrare le più grandi conquiste dell’architettura romana e le rovine di alcuni degli edifici più emblematici della città. Un timelapse che ci riporta in un’altra era.
Realizzato con una Sony Alpha 99 e diverse ottiche Zeiss, Enrique Pacheco ha usato anche un dispositivo di scorrimento chiamato KietaCAM Xlidercam M, un sistema che permette di ruotare la fotocamera di 180° lungo una slitta.

La KietaCAM Xlidercam M
Enrique Pacheco (Toledo, 1978) è un fotografo che ha passato più di dieci anni di lavoro come direttore della fotografia. La sua carriera è cambiata radicalmente quando si trasferito in Islanda  pochi anni fa: senza  avere alcuna specializzazione nella tecnica del timelapse, cominciò esplorando il paesaggio islandese e immortalando alcuni dei più incredibili spettacoli della natura, come vulcani, ghiacciai, cascate ecc…
Di rilievo tra i suoi progetti, Vatn e Winter in Hell, due progetti personali autoprodotti con grande impegno e passione.

S. Alessandra Severino: Flickr

Timelapse "New Zealand landscapes", natura allo stato puro

I Timelapse seguenti sono stati realizzati nel giro di circa tre mesi (questo tipo di produzioni di solito richedono un anno di lavoro), i video sono in full HD 1080p e le foto sono state scattate in formato raw da 5630 × 3740 pixel. In entrambi i casi, il materiale utilizzato era costituito da una Canon EOS 5D Mark II con vari obiettivi Canon e un’apparecchiatura chiamata 6-foot stage zero dolly.
Godetevi questo viaggio idilliaco attraverso una delle terre più suggestive del pianeta, di una natura incontrastata ed inviolata, che regala tramonti emozionanti e cieli onirici. Lo specchio vero e proprio di un pianeta in continua evoluzione. Agenti atmosferici che modificano silenziosamente il paesaggio, costellazioni che cambiano lentamente, la natura che nasce, cresce e muore ciclicamente…

Una grandissima parte di quello che noi chiamiamo naturale, non è; anzi è piuttosto artificiale: come a dire, i campi lavorati, gli alberi e le altre piante educate e disposte in ordine, i fiumi stretti infra certi termini e indirizzati a certo corso, e cose simili, non hanno quello stato né quella sembianza che avrebbero naturalmente. ” 

Giacomo Leopardi 

S. Alessandra Severino: Flickr