‘Logitech powershell’, controller di gioco per iPhone

Il controller di gioco per iPhone di Logitech è dedicato a tutti gli appassionati di videogiochi possessori di iPhone. Si tratta di una dock che estende la superfice dello smartphone aggiungendo dei tasti in stile consolle e un joypad destinati ai videogiochi.
Il controller è compatibile con i modelli di Iphone 5, 5s e iPod touch di 5° generazione.
Il prezzo, non proprio economico (99,99€), è in parte giustificato dalla presenza di una batteria da 1500 mAh che aumenta la capacità di alimentazione dell’ iPhone che, tramite l’utilizzo del cavo micro USB in dotazione, consente di ricaricare contemporaneamente sia la batteria ausiliaria sia lo smartphone.
La forma assottigliata e il peso contenuto consentono a PowerShell di entrare tranquillamente in tasca, nella borsa o nello zaino. La sua forma ergonomica garantisce un’impugnatura salda e confortevole anche dopo ore di utilizzo.

Scheda prodotto
Codice prodotto : 940-000152
Garanzia : 3 anni di garanzia limitata sull’hardware
Requisiti di sistema : iPhone 5, iPhone 5s o iPod touch (5a generazione)
Compatibilità con le piattaforme : iOS 7
Contenuto della confezione
  • Controller
  • Cavo di ricarica controller
  • Prolunga per cuffie
  • Adattatore per iPod touch
  • Documentazione per l’utente

Specifiche tecniche
  • Lunghezza: 200 mm
  • Larghezza: 63mm
  • Profondità: 21mm
  • Peso: 120g
  • Capacità batteria: 1500 mAh
Annunci

Smartphone: L’invasione dei Cloni

Chi non ha avuto un parente o un amico rimasto fregato dai famosi “pacchi” rifilati negli autogrill o da venditori poco raccomandabili? I racconti spaziano dai mattoni al posto del videoregistratore VHS, al classico “ti faccio vedere il cellulare vero ma ti do quello finto”, passando da stereo rubati a collanine “d’oro” a prezzo d’occasione. 

Ogni generazione ha la sua truffa, e la nostra ha quella dei cellulari clone. Vado per gradi. 
L’iphone con il pennino?
L’altro giorno si presenta sul mio posto di lavoro un cliente con un iPhone 5s che non andava in rete (non prendeva il segnale). A prima vista mi sembrava un oggetto strano, soprattutto al tatto, fatto con un materiale diverso dal normale alluminio spazzolato. Il dubbio si risolve al momento di infilare il diapason per rimuovere la sim card: il cellulare in questione supportava solo la sim grande, non la nano. Con un sorriso ironico sul volto, comunico al cliente che il suon non è un iPhone 5s, ma un clone cinese.

Lui stupito mi guarda, sbianca in viso, e realizza cosa è successo. Mi racconta, disperato, che è stato avvicinato all’autogrill da due tipi in giacca e cravatta da cui ha comprato questo terminale, spacciato dai venditori per un iPhone 5s, a un prezzo di 500 euro.

Tornato a casa, mi sono messo alla ricerca di questa copia perfetta, e ho trovato un sito molto interessante: Goophone.

 Da questo portale potete acquistare una copia perfetta esteticamente del vostro terminale tanto desiderato, pagarlo un terzo in meno e far arrabbiare qualche amico poco tecnologico. Preciso subito che sul sito non si vende nulla del prodotto che vi manderanno (le foto nello store sono dei prodotti originali), è specificato solamente che sono terminali clone e hanno addirittura Android installato oltre a degli specifici hardware certamente inferiori rispetto ai reali prodotti. Il venditore spedisce in Italia e garantisce comunque i prodotti per un anno dal loro acquisto, anche se non è molto chiaro come si possa far valere la garanzia. 
Ovviamente il sito Goophone non ha colpe per la truffa capitata al povero signore, ma è comunque un chiaro esempio dei tempi che corrono. 
Ricordo che quando il primo iPhone (il 2g) vide la luce e la commercializzazione in Italia non era prevista, ci fu un’invasione di copie cinesi; la qualità era veramente pessima e facilmente riconoscibili perché avevano il simbolo di android oppure la marca del produttore ben in vista; purtroppo la tendenza degli ultimi tempi è di vendere questi prodotti omettendo la loro reale origine.
I chinafonini sono dei prodotti soggetti a difetti di costruzione, e anche se il prezzo fa credere di aver trovato l’offerta della vostra vita, diffidate amici miei. Diffidate sempre, e ricordatevi che quando dovete fare un acquisto di tecnologia è meglio rivolgersi a persone esperte, e soprattutto, rintracciabili.

Samsung Galaxy S5 previsto per Gennaio, ecco le specifiche tecniche

Pochi giorni dopo l’annuncio da parte di Samsung sul raggiungimento dei 40 milioni di Galaxy S4 distribuiti, si fanno largo le voci sempre più insistenti di un lancio della quinta generazione dei top di gamma della casa Koreana per l’inizio dell’anno, forse già a Gennaio. 

Solitamente i nuovi prodotti sono presentati e commercializzati tra il primo e il secondo trimestre di ogni anno, ma l’anticipo è dovuto al “poco” successo di S4, che ha sì venduto, ma sotto le previsioni. Effettivamente l’attuale capostipite della famiglia Galaxy è stato interpretato come un sostanziale aggiornamento del Galaxy S3 più che un prodotto innovativo.

Concept rendering

La quinta generazione farà largo uso delle leghe di metallo e soprattutto sarà equipaggiato con la nuova moda in fatto di processori, l’architettura a 64 bit.

Le indiscrezioni che arrivano direttamente dalla Korea, parlano di un processore Exynos a 8 core con appunto un’architettura a 64bit e 4gb di Ram installata. La parte fotografica avrà un sensore da 13 o da 16 Megapixel e garantirà una resa delle immagini di molto superiore a quella di S4, forse con l’aggiunta di lenti di qualità.  La risoluzione del display sarà ancora 1920×1080 ma con una qualità migliorata dal punto di vista della resa cromatica.

Senza dubbio il comparto Hardware è di spessore elevato, migliore della concorrenza diretta, anche se i dubbi rimangono sull’utilità visto che le App in circolazione non richiedono tutta questa potenza.
Per onore di cronaca, va segnalato che il reale vantaggio della tecnologia a 64bit è la possibilità di gestire più di 3gb di Ram, ma necessita comunque di un sistema operativo scritto appositamente per quest’architettura. È evidente come sia più una contro mossa verso la rivale Apple, che sta ottenendo grande successo con il suo iPhone 5s a 64bit, più che un sostanziale miglioramento.

Apple: le novità del prossimo anno: iPad e iPhone con display più grandi e iWatch con schermo flessibile!

Dopo esserci lasciati alle spalle l’annuncio dell’iPhone 5s e con la consapevolezza che il lancio dell’ iPad 5 e dell’iPad mini 2 sarà imminente, cos’è che bolle nella pentola della Apple per il prossimo anno?
I media koreani sembrano avere la risposta, confermando che la casa di Cupertino sta progettando un iPhone e un iPad dal display più grande ed uno smart watch.
Pare che le dimensioni dello schermo del prossimo iPhone saranno di almeno 5 pollici, secondo le fonti ottenute dal Wall Street Journal.
Notizie più precise invece per il prossimo iPad, che sembrano confermare con sicurezza che le dimensioni dello schermo saranno di ben 12.9 pollici, sembra infatti che questa decisione sia stata presa per contrastare gli ibridi pc/tablet convertibili che installano Windows 8 che in questi giorni stanno spopolando nei negozi. Sembra inoltre che questo nuovo prodotto sarà specificamente pensato per il mercato aziendale e per il mondo dell’educazione e degli ebook, per questo saranno di dimensioni generose.

Infine il display OLED dell’iWatch sembra che sarà prodotto dalla LG, e questo coincide con la recente comunicazione della Apple dove afferma che stanno testando un prototipo di smart watch munito di schermo da 1,5 pollici flessibile.

In basso alcune immagini che mostrano i possibili design di questo prodotto.

Come si dice… dove c’è fumo c’è fuoco, e pare che il prossimo anno la linea di dispositivi mobili Apple sarà affollata come non si è mai visto dal 2007, anno in cui tutto è iniziato!