Godzilla e Jupiter: i trailer dei film in uscita nel 2014

Godzilla 
USCITA CINEMA: 15/05/2014 
GENERE: Azione, Fantascienza 
REGIA: Gareth Edwards 
ATTORI: Aaron Taylor-Johnson, Bryan Cranston, Elizabeth Olsen, Ken Watanabe, Juliette Binoche, David Strathairn, Victor Rasuk, Sally Hawkins, C.J. Adams, Richard T. Jones, Brian Markinson, Al Sapienza, Patrick Sabongui, Christian Tessier 

Il nuovo monster movie di Godzilla, il kaiju del cinema giapponese, protagnista di una seria di film dal 1954, torna al cinema e lo fa in maniera epocale nel nuovo film diretto da Gareth Edwards: l’impresa di riportare alla luce uno dei mostri più importanti del panorama cinematografico è ormai compiuta. Il film uscirà sui nostri schermi il 15 maggio 2014, oggi è stato pubblicato il primo trailer e dalle immagini il nuovo gigante, portato sullo schermo da Edwards, sembra richiamare l’originale Godzilla giapponese. 

Sinossi rilasciata dalla Warner Bros. Pictures: “Una rinascita epica per l’iconico Godzilla di Toho, quest’avventura spettacolare contrappone il mostro più famoso del mondo contro creature malevoli che, forti dall’arroganza scientifica dell’umanità, minacciano la nostra stessa esistenza”. 

Jupiter Ascending 
USCITA CINEMA: 28/08/2014
GENERE: Fantascienza
ANNO: 2014 REGIA: Andy Wachowski, Lana Wachowski
CAST: Mila Kunis, Channing Tatum, Sean Bean, Eddie Redmayne, Douglas Booth

Dopo Cloud Atlas ritornano alla carica Lana e Andy Wachowski, creatori di Matrix, con il nuovo film Jupiter Ascending. Oggi è stato pubblicato il primo trailer italiano del film, distribuito dalla Warner Bros, che uscirà nelle nostre sale il 28 agosto 2014

Prima sinossi ufficiale: Jupiter Jones (Mila Kunis) è nata sotto un cielo notturno, con i segni di un destino eccezionale. Ormai adulta, Jupiter sogna le stelle, ma la sua dura realtà è fatta di bagni da pulire e una sequenza infinita di sfortune. Quando Caine (Channing Tatum), un ex militare cacciatore di taglie geneticamente modificato, arriva sulla Terra per rintracciarla, Jupiter inizia a intravedere il destino che aveva tanto atteso : il suo DNA la indica come destinataria di una straordinaria eredità che potrebbe alterare l’equilibrio dell’Universo.

Annunci

Film d’animazione del Natale 2013

Frozen – Il regno del ghiaccio.

REGIA: Chris Buck, Jennifer Lee.
GENERE: Animazione. 
DISTRIBUZIONE: Walt Disney Pictures.

USCITA: 19 Dicembre 2013. 

Liberamente ispirato alla favola La Regina delle nevi di Hans Cristian Andersen, Frozen racconta di un mondo intrappolato in un inverno perenne. 

La protagonista è Anna, giovane ragazza piena di sogni e speranze che, insieme all’amico Kristoff e alla renna Svenn, tenterà di raggiungere la sorella Elsa, regina delle nevi, per riportare il mondo alla normalità e spezzare il “gelido” incantesimo. Il tutto all’insegna della magia: nel loro cammino i giovani incontreranno creature fantastiche ma, nella maggior parte dei casi, pericolose e riusciranno a giungere a destinazione non senza difficoltà.

Da vedere, magari il giorno di Natale per far felici i più piccini. La Walt Disney è sempre garanzia di qualità.

Piovono polpette 2 – La rivincita degli avanzi

REGIA: Cody Cameron, Kris Pearn. 

GENERE: animazione, commedia, family.
DISTRIBUZIONE: Warner Bros Italia.

USCITA: 25 Dicembre 2013.

Chi non ricorda l’ FLDSMDFR, la macchina per trasformare l’acqua in cibo dell’eccentrico inventore Flint Lockwood?!
Ebbene, questa volta il nostro schizzato protagonista vedrà realizzarsi il suo più grande sogno: verrà chiamato a far parte della Live Corp Company , una società che riunisce i più brillanti inventori del mondo, che si adoperano insieme per migliorare la vita della razza umana.
Tutto però si complica quando viene scoperto che l’ FLDSMDFR è ancora in funzione e minaccia l’esistenza dell’intera umanità. In compagnia degli amici che già conosciamo e di Barb, un orango altamente evoluto, Flint si ritroverà a combattere con gli “Animacibi” creati dalla sua pericolosa macchina, per salvare di nuovo il mondo intero.

Chi ha adorato Piovono Polpette, non può esimersi dal vedere il sequel; la speranza è di ridere almeno la metà di quanto abbiamo fatto per il primo!

Quentin Tarantino annuncia: "Sarà ancora una volta Western"

Dopo il successo mondiale di Django Unchained, coronato con 2 premi oscar, miglior attore non protagonista (Christoph Waltz) e miglior sceneggiatura originale, Tarantino ha annunciato che il suo prossimo film sarà ancora una volta un western.
Lo ha rivelato durante Tonight Show with Jay Leno, precisando che non esiste alcun collegamento con Django: “Voglio dirvi una cosa che non ho ancora svelato a nessuno: il genere. Sarà un western. Ma non sarà un sequel di Django, sarà un altro tipo di western. Mi sono divertito moltissimo durante la lavorazione di Django e amo talmente tanto i film western che dopo aver imparato come farne uno mi sono detto Ok! Adesso che so cosa sto facendo ne voglio girare un altro”.

Ma Tarantino è famoso per i suoi tanti progetti (pseudo) annunciati e lasciati poi circolare in giro per il mondo sotto forma di legende metropolitane (il terzo capitolo di Kill Bill, il prequel di Le Iene e Pulp Fiction incentrato sui fratelli Vega), e recentemente ha dichiarato di voler concludere questa ipotetica trilogia della vendetta (cominciata con Inglorious Basterds, seguito poi da Django Unchained) con un altro remake, semmai abbia senso parlare di remake riferendosi al cinema di Tarantino.
Dopo aver distrutto e riscritto le regole del gangster movie, mescolato le arti marziali con la nouvelle vague, Ernst Lubitsch con Enzo Castellari, Franco Nero e John Legend, Tarantino si appresta a continuare sulla strada del western, forse l’occasione per scavare ancora più a fondo nel singolo genere. Ha appena finito di digerire il western all’italiana, ha detto che sarà un altro tipo di western, chissà se stavolta toccherà al classico americano di Ford e John Wayne…

Parlando proprio di questo suo approccio eclettico al cinema di genere, lo scorse mese, durante il Busan International Film Festival (Corea del Sud) Tarantino ha confessato: “Quando faccio un film spero sempre di reinventare un po’ il genere, facendolo a modo mio. Ripropongo la mia piccola visione di ogni genere. Mi considero ancora uno studente di cinema ed è come andare a scuola ogni volta. Il giorno in cui prenderò la laurea sarà il giorno in cui morirò. E’ uno studio continuo, per tutta la vita”.

Kaguya-Hime no Monogatari: sei minuti del capolavoro di Isao Takahata

Isao Takahata, famoso per aver diretto Hotaru no Hakari, Omohide Poro Poro, Pom Poko e altri lavori, torna con quello che potrebbe essere il suo ultimo film, Kaguya-Hime no Monogatari (かぐ や 姫 の 物語), e lo fa spingendosi oltre i confini della tecnica di animazione giapponese. Sono trascorsi dodici anni dall’ultimo film del maestro, My Neighbors la Yamadas ed il suo più recente lavoro, Winter Days del 2003, è stato un corto realizzato con 35 creatori di animazione nel mondo.

L’uscita del film, inizialmente prevista in contemporanea con quella di Kaze Tachinu (The Wind Rises), un altro film dello Studio Ghibli di Hayao Miyazaki, lanicato in Giappone nell’estate del 2013, è stata rinviata all’autunno 2013, per le preoccupazioni palesate dal distributore Toho, secondo cui gli storyboard non erano ancora completi. Il film Kaguya- hime no Monogatari (La storia della principessa Kaguya) farà così il suo debutto il 23 novembre 2013. Basato sul racconto popolare Taketori Monogatari, (La storia del tagliatore di Bambù) che ogni giapponese conosce e che è considerato il primo racconto popolare del Paese del Sol Levante lo script del film muove dalla seguente narrazione:

Un tagliatore di bambù trova all’interno di una pianta recisa una bambina, Kaguya, che decide di adottare e crescere insieme alla moglie. Divenuta una donna bella e affascinante, di una bellezza si direbbe leggendaria, cinque uomini provenienti da famiglie prestigiose si propongono a Kaguya. Ai pretendenti viene chiesto, senza successo, di trovare memorabili regali di matrimonio e di superare prove impossibili. Ci proverà anche l’imperatore del Giappone, ma la giovane donna rifiuterà anche lui. Kaguya è in realtà un essere appartenente ad un altro mondo. Proviene infatti dalla Luna e presto dovrà far ritorno al suo luogo di origine.

“La luna è un mondo senza problemi, troppo perfetto”, ha detto Takahata. “Ma per la principessa, la Terra è un luogo ancora più attraente grazie alle sue imperfezioni e al fatto che è pieno di vita e di colore”. Lo Studio Ghibli ha rilasciato in queste ore il bellissimo trailer ufficiale. Dalle prime immagini è possibile cogliere lo stile di disegno e i colori, “tipicamente” giapponesi e di una bellezza unica. Lo stile di animazione free-flowing, più espressionista, prende in prestito a piene mani dal mondo delle produzioni indipendenti dell’animazione cinematografica e appare piacevolmente diverso dallo standard Ghibli. Dunque, c’è da aspettarsi qualcosa di diverso rispetto ai pezzi di Hayao Miyazaki.
Kaguya–hime il è quinto lungometraggio del regista di Takahata, il cui eclettismo traspare spesso nei film che basa sulle storie popolari giapponesi, includendo molti elementi non convenzionali. Speriamo che il pubblico in Giappone, dove sette dei primi dieci film al box office 2013 sono animati, si riveli ricettivo e pronto ad apprezzare la sperimentazione stilistica di Takahata! “Credo che siamo stati in grado di raggiungere il nostro obiettivo di provare una nuova forma di espressione”, ha detto Takahata. “Sento che questo lavoro di animazione si spinge oltre”. A differenza dei film di animazione del passato, dai contorni e colori uniformi, le linee divengono di tanto in tanto sfocate e alcuni spazi non sono colorati. Quasi una storyboard incompiuta, in attesa di essere animata. Takahata aveva già esplorato un approccio simile nel suo precedente lungometraggio My Neighbors la Yamadas.

Volevo creare illustrazioni che restituissero la sensazione di un rapido schizzo, incorporando gli schemi di colorazione che per primi mi sono venute in mente” ha spiegato Takahata. “Volevo sfruttare la potenza delle vigorose linee disegnate dagli animatori e ho sentito che la realtà poteva essere meglio espressa attraverso schizzi, piuttosto che disegni dettagliati. Penso che gli spettatori saranno in grado di sentire l’ autenticità che si trova oltre le linee, stimolando la loro immaginazione e mescolando i loro ricordi“. Considerando la sua età e il tempo necessario per completare il lavoro del lungometraggio, il film potrebbe essere davvero l’ultima fatica di Takahata. Kaguya-hime no Monogatari è costato 5 miliardi di yen (50 milioni dollari), una cifra inaudita per un film giapponese, sia esso animato o live action. “Anche se non penso ai soldi quando sto realizzando un lavoro, l’unico problema che rimane dopo il completamento è come recuperare tutti i costi“, ha commentato Takahata .

Film in uscita il 1 Gennaio 2014

American Hustle 
USCITA CINEMA: 01/01/2014
GENERE: Thriller
REGIA: David O. Russell
PAESE: USA 2013

Bradley Cooper, Christian Bale, Jennifer Lawrence, Robert De Niro, Amy Adams, Jeremy Renner, Jack Huston, Louis C.K., Michael Peña, sono solo alcuni dei grandi nomi del nuovo film di David O. Russell: American Hustle. La pellicola si basa su una sceneggiatura scritta da Eric Warren Singer, inizialmente intitolata American Bullshit, le riprese hanno avuto luogo principalmente nello stato del Massachusetts, nei dintorni di Boston. La pellicola approderà nei cinema statunitensi, limitatamente, il 13 dicembre, per l’Italia bisognerà aspettare il 1° gennaio 2014.
Tutto gira intorno alla vera storia di un truffatore (Christian Bale) e della sua amante e complice (Amy Adams), costretti dall’FBI a mettere su, assieme a un agente fuori controllo (Bradley Cooper) una difficile operazione per smascherare altri truffatori e diversi politici corrotti. 
 Il film è incentrato su eventi reali e racconta l’operazione Abscam, creata dall’F.B.I. verso la fine degli anni settanta per indagare sulla corruzione dilagante nel Congresso degli Stati Uniti d’America e altre organizzazioni governative. 
Online sono disponibili già diverse clip ufficiali e il primo trailer Italiano:

Captain Harlock
USCITA CINEMA: 01/01/2014 
GENERE: Animazione 
REGIA: Shinji Aramaki 
PAESE: Giappone 2013 

Il 6 Novembre scorso è stato presentato il trailer italiano di Capitan Harlock 3D, l’attesissimo film che farà rivivere il “pirata spaziale” creato dalla matita di Leji Matsumoto; il film diretto da Shinji Aramaki sarà distribuito in Italia il 1 gennaio 2014 dalla Lucky Red/Key Films. “Leggendario, epico e visivamente senza precedenti. Harlock vi catapulterà in un mondo rivoluzionario”, queste le parole di James Cameron sul nuovo film prodotto dalla Toei Animation. Una maestosa produzione d’animazione per il grande schermo, che lascia però basiti i vecchi fan di Harlock, che dovranno assaporare le vicende di una delle serie animate più famose solo in 3D. 
Corre l’anno 2977. Da secoli gli uomini combattono una feroce guerra in giro per l’universo. Gli esseri umani sono stati esiliati dalla Terra da molto tempo, ma adesso sognano di ritornare in quella che un tempo chiamavano casa.

The Butler – Un maggiordomo alla Casa Bianca
USCITA CINEMA: 01/01/2014
GENERE: Biografico, Drammatico
REGIA: Lee Daniels
PAESE: USA 2013

Lee Daniels ha conquistato il grande pubblico e la critica statunitense, con più di 115 milioni di dollari incassati, con il suo The Butler – Un maggiordomo alla Casa Bianca: un dramma biografico che segue la vita del maggiordomo afroamericano, Cecil Gaines e del suo servizio alla Casa Bianca. Un cast senza precedenti per una storia straordinaria: Forest Whitaker, Oprah Winfrey, John Cusack, Jane Fonda, Cuba Gooding Jr., Terrence Howard, Lenny Kravitz, James Marsden, David Oyelowo, Vanessa Redgrave, Alan Rickman, Liev Schreiber, Robin Williams, Alex Pettyfer, Mariah Carey. 
Sinossi ufficiale del film:  
Eugene Allen. Nero di umili origini, maggiordomo alla Casa Bianca dal 1957 al 1986 è stato testimone della vita privata e delle vicende politiche di 7 presidenti degli Stati Uniti, da Harry Truman fino all’insediamento di Barack Obama. Il film racconta la tenacia e la determinazione di un uomo, la nascita di una nazione e la forza della famiglia. Attraverso lo sguardo e le emozioni di Cecil Gaines (questo il nome del maggiordomo nel film) si ripercorrono gli eventi e i cambiamenti della scena socio-politica americana: dall’assassinio di John F. Kennedy e di Martin Luther King, ai movimenti dei Freedom Riders e delle Black Panther, dalla Guerra del Vietnam allo scandalo del Watergate.
Stefania Sammarro

Amy Winehouse: il padre annuncia un documentario in uscita nel 2014

Amy Winehouse
Il 2014 pare sia l’anno del ritorno di Amy Winehouse. Non fisicamente ovviamente, ma attraverso un documentario, di cui il padre della cantante ha annunciato l’uscita in ricordo della figlia. A quanto sembra sarebbe già in produzione, ma “non sarà un film biografico”, come dichiara lo stesso Mitch Winehouse, il quale ha sempre negato il consenso per una produzione hollywoodiana sulla vita di Amy. Con buona pace dei vari produttori americani interessati, che avrebbero volentieri fatto un pensierino a forma di dollaro sulla possibilità di raccontare la sua storia. 
Amy Winehouse insieme al padre
Le parole del padre sono tratte da una sua intervista apparsa su Digital Spy, svolta in occasione del secondo Amy Winehouse Fondation Gala Ball tenutosi al Dolchester Hotel di Londra la scorsa notte (20 novembre). L’evento ha visto la partecipazione di diverse star, tra i quali Boy George che ha concluso la serata con una performance live, alla quale erano presenti per sostenere la raccolta fondi in aiuto di ragazzi con problemi di alcool e droga. Alla fine diversi oggetti sono stati venduti all’asta organizzata dalla fondazione che porta il nome della cantante scomparsa solo 2 anni fa. 

La realizzazione del progetto in uscita il prossimo anno è stata affidata alla direzione di Asif Kapadia, lo stesso che nel 2010 girò “Senna”, il documentario sul pilota brasiliano morto tragicamente al Gran Premio di San Marino del 1994. 
Chissà sa se nel documentario verrà inserito anche il brano inedito che proprio il padre di Amy trovò per caso lo scorso settembre? Staremo a vedere.
Francesco Bonistalli

Se ti è piaciuto questo post seguici dalla nostra pagina facebook a questo link:Epì Paidèia – Giornale online di Arte e Cultura

La mafia uccide solo d’estate, film d’esordio della iena Pif

REGIA: Pierfrancesco Diliberto. 
CAST: Cristiana Capotondi, Pif, Ginevra Antona, Alex Bisconti, Claudio Gioè, Ninni Bruschetta. GENERE: Commedia.
USCITA: 28 Novembre 2013.

La storia si svolge a Palermo tra gli anni ’70 e ’90 e vede protagonista Arturo (Pif), da sempre innamorato della sua compagna delle elementari Flora (Cristiana Capotondi).

È un periodo storico molto particolare per la Sicilia, in cui si registra il più alto numero di crimini mafiosi; Arturo cresce e forgia la sua personalità nel confronto quotidiano con la delinquenza palermitana, e questo influenza inevitabilmente anche il rapporto con Flora. Con ostinazione porterà avanti una dura battaglia che, infine, lo vedrà ricongiungersi alla ragazza non senza dell’amaro in bocca.

Il film guarda a temi delicati sotto una luce tragi-comica.
L’intenzione di Pif è delle migliori possibili ma allo spettatore viene lasciato il compito (o piacere) di verificare se i mezzi sono adatti e per il momento resta solo tanta curiosità ed un grande punto interrogativo.

Cosa aspettarci di sicuro da questo film?
Qualche risata ma soprattutto un bagno di realtà.