Economia, allarme rientrato, gli USA stoppano lo shutdown

Dopo più di due settimane Repubblicani e Democratici hanno trovato l’accordo sullo shutdown, riaprendo, di fatto, lo stato federale.
Parchi, musei, la stessa NASA rientreranno da domattina in funzione, salvando il posto di 800000 lavoratori e garantendo quei servizi qualificati come “non essenziali”. Ma non è questa la notizia più importante della giornata: come comunicato poco fa da Reid e McConnell, capigruppo dei due schieramenti, l’accordo tra “elefante” e “asinello” riguarda anche e sopratutto l’innalzamento del tetto massimo del debito USA, il cui superamento, che sarebbe avvenuto domani, avrebbe cancellato dei servizi (questa volta sì) essenziali.
Immediata la risposta dei mercati d’oltreoceano, in forte rialzo in attesa delle reazioni europee, è salvo il ranking tripla A degli States, posto sotto osservazione nei giorni scorsi.

Roberto Saglimbeni

Annunci