In arrivo detrazioni fiscali per chi compra libri

Ieri, il ministro per lo Sviluppo economico Flavio Zanonato ha annunciato che è in arrivo, per coloro che acquistano libri, la possibilità di detrazioni fiscali pari al 19%, motivando così la sua proposta: “aiutare la lettura e le librerie; quelle che non appartengono a catene stanno particolarmente soffrendo”.
La misura è collegata alla Legge di Stabilità, oggi all’esame del Consiglio dei Ministri.
A seguito degli incontri tenutisi tra i rappresentanti della filiera del libro in Italia e il ministro, il presidente dell’Associazione Librai Italiani Alberto Galla ha così commentato la decisione di Zanonato: “l’annuncio conferma che il ministro ci ha ascoltato. Si tratta di un segnale positivo. Finalmente abbiamo un governo attento alla cultura e alla diffusione della lettura“.
Da questa proposta sono, per ovvi motivi, esclusi tutti i testi in formato digitale, gli e-book in particolare.
Se davvero ci sarà la possibilità per il popolo dei lettori italiani di alleggerire la spesa dedicata ai libri, il mercato editoriale non potrà che trarne giovamento.
L’editoria italia, oberata da costi di gestione e produzione divenuti insostenibili e colpita dal crollo delle vendite è al collasso.
A soffrire maggiormente sono però le realtà più piccole che hanno resistito alla dilagante diffusione dei grandi gruppi multimediali, nazionali e non. 

Lucia Piemontesi

Annunci