Lindsay Lohan vuole far causa a Rockstar Games

Ebbene sì: stando a TMZ gli avvocati di Lindsay Lohan vorrebbero portare Rockstar Games in tribunale con l’accusa di aver utilizzato l’immagine della propria cliente senza permesso.
Per il momento non è stata avviata alcuna procedura legale e non si conosce in dettaglio il materiale sotto accusa che dovrebbe rimandare alla bionda ex-attrice adesso sull’orlo del baratro (economicamente parlando).
Secondo alcuni potrebbe trattarsi della ragazza in bikini presente nella locandina di GTA V, presente anche in una missione del gioco in cui bisogna scortarla lontano dai paparazzi.
Sta di fatto che la Lohan è già stata preceduta dal rapper Daz Dillinger che in Ottobre ha accusato Rockstar di aver utilizzato due suoi pezzi senza informarlo, chiedendo un cospicuo risarcimento pecuniario o la distruzione delle copie invendute del titolo.
Curioso come simili controversie si registrino soltanto in caso di miliardari incassi da parte dell’ “accusato”, non trovate?
Annunci

Angry Birds Go! : Il gioco dove il più ricco vince

Il nuovo gioco di corse di Rovio, Angry Birds Go!, non ancora in commercio salvo per la Nuova Zelanda, non ha mezze misure: le micro – o dovrei dire macrotransazioni – arrivano a superare addirittura i 100$ per una vettura sbloccabile.
Il titolo è un free-to-play e presenta un sistema di compravendite che sfrutta due valute, l’una ottenibile in game e l’altra con soldi reali.
Purtroppo le auto più potenti potranno essere ottenute soltanto attraverso il proprio portafogli e il giocatore che decidesse di saltare questo passaggio upgradando la macchina che più gli piace sarà sempre svantaggiato rispetto al player pagante; la Big Bang Special Edition, ad esempio, costa ben 125$.

Cosa ne pensate di tutto ciò? Siamo davvero arrivati al punto in cui i videogiochi e gli utenti sono diventati nientemeno che un succoso frutto da spremere fino all’ultima goccia?
È corretto privare il giocatore della soddisfazione di sbloccare oggetti e utensili con impegno e perseveranza proponendogli – anzi obbligandolo – a spendere ancora e ancora?
Il mondo videoludico si sta incupendo sempre di più.