40 posti da vedere prima di morire – Parte 3/3

Terza e ultima parte della nostra galleria fotografica sui posti da vedere prima di morire, per leggere gli altri due articoli andate a questi link:
E vi consiglio di non perdere quello sui 33 luoghi abbandonati più belli al mondo.

28) Meteora, Grecia

Foto di: bogdan. | homas Depenbusch und Marina Depenbusch-Zharova | – peperoni –

Meteora è un’area della Tessaglia (Grecia Centrale) e Kalampaka è la città alle pendici delle torri di roccia.. Ciò che rende così speciale Meteora è il monastero in cima a queste torri rocciose che insieme all’ammasso di picchi e vette da scalare ed i non meno interessanti percorsi da escursionismo attirano ogni anno innumerevoli turisti.




29) Ghiacciaio Perito Moreno, Argentina

Foto di: Piero… | Andres_age | rsepulveda | dirkoneill

Il ghiacciaio Perito Moreno è situato nel Parco Nazionale Los Glaciares a sud ovest della provincia di Santa Cruz in Argentina. È una delle più importanti attrazioni turistiche dell’intera porzione argentina della Patagonia.

La sua estensione raggiunge ben 250 kmq distribuiti per una lunghezza di 30 km e si tratta di uno dei ben 48 ghiacciai alimentati dal campo di ghiaccio sudpatagonico, localizzato nel sistema montuoso delle Ande, anch’esso condiviso con il Cile, che, data la sua estensione, è considerato la terza riserva mondiale di acqua dolce.

30) Bryce Canyon, Utah, USA
Foto di: Moyan_Brenn | Paul Fundenburg

Nessun cielo è più azzurro di quello che si può osservare guardando attraverso la finestra di un pinnacolo di arenaria delle formazioni di Claron, nel Parco Nazionale del Bryce Canyon.

Benchè sia il più piccolo parco nazionale nello Utah con i suoi 35,835 acri, il Bryce Canyon contiene un numero smisurato di alcune delle più belle ed improbabili formazioni rocciose della terra. Questo paesaggio favoloso formato da svettanti spire, creste, archi e labirinti. Un nutrimento per l’immaginazione ed una delizia per gli occhi.

31) Seychelles
Foto di: dibaer | rachel_thecat | seychelles.travel


Madre Natura è stata molto generosa con queste 115 isole sparse nell’Oceano Indiano ricche di un ambiente lussureggiante.

Innegabilmente le spiagge sono la loro grande attrazione e che spiagge: splendide fasce di sabbia bianca lambite da acque topazio con, alle spalle, rigogliose colline e pendii di roccia. Con un simile ambiente da sogno non c’è da meravigliarsi che le Seychelles vengano considerate il luogo perfetto per la luna di miele.

32) Le Piramidi di Giza, Egitto
Foto di: modenadude | WanderingtheWorld (www.LostManProject.com)

Le Piramidi di Giza sono il più famoso monumento dell’antico Egitto. Queste imponenti strutture di pietra furono costruite circa 4500 anni fa (anno più, anno meno) sul plateau di un deserto roccioso in prossimità del fiume Nilo. Le intriganti Piramidi Egizie erano molto più che tombe per dei re. I misteri attorno al loro simbolismo, alla loro forma, alla disposizione ed al loro scopo hanno sollevato appassionati dibattiti. Misteri che probabilmente resteranno irrisolti.

33) Azzorre
Foto di: Patxi64 | eduardowallenstein | F H Mira | joeri-c

Le Azzorre sono nove isole avventurose tutte da scoprire, nove deliziose sorprese una diversa dall’altra. Potrete osservarvi delfini e balene scorrazzare per il mare o paesaggi vulcanici ricoperti dalla vegetazione rigogliosa. Ci sono anche sbalorditive siepi di ortensie color lillà che incorniciano i verdeggianti prati; i laghi dalle cangianti colorazioni tra i blu ed il verde; i crateri di vulcani estinti e le calde fumarole da cui fuoriesce continuamente del vapore dall’interno del suolo.

L’attività vulcanica di queste isole è tale che è possibile cuocere i propri pasti sotto il livello del terreno! Visitando l’entroterra sarà inoltre possibile scalare le montagne o passeggiare per i territori di campagna mentre per gli appassionati della costa non mancheranno le aree in cui potersi tuffare e fare una nuotata.

34) Positano, Italia
Foto di: thapgood | AlaskaGM | Italy Travel Experience

Positano è un must da visitare per chiunque faccia un viaggio in Italia. Ricca di hotel chic, appartamenti e ristoranti di lusso è gestita in modo da mantenere la propria essenza tradizionale. La splendida linea di costa che va da Capo di Sorrento a Positano è di per se un’avventura.

Non molti sanno che in origine Positano non era un villaggio di pescatori, ma bensì un paesino montano. Durante il 14° e 15° secolo il piccolo villaggio sulla costa amalfitana agì come una nazione a se stante; per proteggersi costruirono le loro case e le chiese in alto, riparate dalle cime rocciose dei monti. Tra il 16° secolo e gli inizi del 19° la gente dimenticò questo paesino fino a quando gli intellettuali e gli artisti non finirono per riscoprire la sua magia. Adesso Positano è una delle più importanti ed esclusive località turistiche, attraendo da decenni celebrità, artisti, musicisti e scrittori.

35) Tanah Lot, Bali
Foto di: fabiogis50 | mikaku | Christopher Chan

Tanah Lot, uno dei posti di maggiore interesse di Bali, è situato sulla costa della parte occidentale presso il villaggio di Beraban nella reggenza di Tabanan Regency. Il tempio (Pura) Tanah Lot, di semplice costruzione, è di impatto teatrale nella sua posizione in riva al mare ed è uno dei templi principali in cui venerare le divinità del pantheon balinese. Tanah Lot ha una lunga storia nel mondo del turismo.

Il tempio è costruito su un piccolo promontorio che è accessibile solo con la bassa marea. Quando il livello delle acque si alza la sua forma peculiare fa si che il tutto assuma le sembianze di un vascello in mare aperto. Tanah Lot è “custodito” dai serpenti velenosi che abitano le grotte limitrofe, cosa che ha contribuito ad alimentarne la reputazione di luogo pericoloso.

36) Isola di Palawan, Filippine
Foto di: mr.Alexander | Storm Crypt

Palawan è stata inclusa nella lista delle aree protette, diventando così la più grande riserva naturale del mondo. A parte il nuoto e lo snorkeling, l’isola di Palawan, nelle Filippine, fornisce parecchie opportunità di divertimento esplorativo subacqueo. È il caso di dire che il divertimento che potrete trovare in questo luogo vi lascerà senza fiato. È possibile dire, a ragione, che l’isola di Palawan è un vero paradiso terrestre.


37) Salto Angel, Venezuela

Foto di: Inti

Salto Angel sono delle cascate del Venezuela (da noi conosciute come cascate paradiso) famose per essere le più alte del mondo: 979 m ed una lunghezza di caduta ininterrotta di 807 m. Salto Angel è una delle mete più gettonate dai turisti che scelgono il Venezuela per le proprie vacanze, sebbene il viaggio per raggiungere le cascate non sia affatto dei più semplici.

Le cascate sono infatti situate all’interno di una jungla isolata e la prima tappa per raggiungerle è un volo con partenza da Puerto Ordaz o Ciudad. Tramite questo viaggio si potrà raggiungere campo Canaima, che è il punto di partenza per le spedizioni lungo attraverso il fiume fino alla base delle cascate; tali viaggi prendono, generalmente, luogo tra giugno e dicembre, quando i fiumi sono abbastanza profondi da permettere alle curiaras, imbarcazioni di legno usate dalle guide Pemon, di navigare agevolmente. Durante la stagione secca (tra marzo e dicembre) c’è meno acqua degli altri mesi (come potrete vedere dalle immagini) rendendo la navigazione più difficotosa.

38) Monti Tianzi, Cina
Foto di: Richard J… | john0philip | whertha | mke1963 | Salander, lacitadelle

I monti Tianzi presentano centinaia di fonti e migliaia di picchi; un luogo dove la natura ha realizzato un lavoro che ha dell’incredibile.

Il picco più alto di questa catena montuosa raggiunge i 1262,5 metri sul livello del mare. Guardandosi tutto intorno ci si trova circondati da creste, vette e rocce dalla forma pittoresca. Sull’apice delle montagne si può godere di una visuale a volo di uccello da cui osservare le innumerevoli colline e valli della regione di Wulingyuan, accompagnate da numerose cascate che si versano sul fondo del paesaggio ed alti pini avvolti da nebbia.

In base alle stagioni il panorama può variare enormemente  dal cielo azzurro che instilla un senso di forza e grandezza, mentre altre volte la nebbia e le nuvole danno una sensazione surreale e di mistero, come se ci si trovasse in un mondo incantato.


39) Uluru, Australia

Foto di: Franco Caruzzo | TheCreativePenn

Ayers Rock/ Uluru, il più grande monolite del mondo e sito sacro degli aborigeni australiani, è il punto di riferimento naturale più famoso dell’intera nazione. I Visitatori che se la sentano possono imbarcarsi nella dura ascesa verso la vetta, lunga 1.6 km, mentre quelli meno avvezzi alla fatica possono effettuare un più riposante giro turistico attorno al monolite accompagnati da una guida aborigena che non mancherà di illustrar loro l’affascinante storia tramandatasi tra la gente di Uluru.

40) Riserva Naturale della Pozza di Hamilton, Texas, USA
Foto di: Knowsphotos | DaveWilsonPhotography | mlhradio | Jim Nix / Nomadic Pursuits | Soul_Smiling

La Riserva Naturale della Pozza di Hamilton Pool Preserve è uno storica area balneare adibita a riserva dalla Travis County Commissioner’s Court nel 1990. Situata a 3/4 di miglio a monte dalla sua confluenza con il fiume Pedernales, il torrente Hamilton scaturisce da un affioramento calcareo che genera una cascata alta 50 piedi che si versa dal tetto di un ripido box canyon.

La cascata non si asciuga mai completamente, ma nella stagione secca si riduce ad un semplice lento gocciolio. Nonostante ciò il livello delle acque in questa vasca naturale è sempre piuttosto costante, anche nei periodi di siccità.

41) …

Si! Lo sappiamo! I posti dovevano essere solo 40, ma nessuno ci vieta di cercarne altri. Perchè non provate a dirci la vostra? Quale posto da vedere prima di morire mettereste nella vostra classifica?

Lasciateci un commento, e magari le vostre foto!

Se ti è piaciuto questo post seguici dalla nostra pagina facebook a questo link:Epì Paidèia – Giornale online di Arte e Cultura

Annunci

I 33 luoghi abbandonati più belli al mondo

In genere al solo sentire la parola “abbandonato” riferita ad un qualche luogo ci viene da pensare a qualcosa di lugubre e tetro o anche semplicemente malridotto o putrido. Quel che è certo è che questa parola non evoca nelle nostre menti immagini ricche di fascino ed attrattività; è proprio per questo che le immagini che stiamo per mostrarvi sapranno ancor di più togliervi il fiato.
Quando la natura si riappropria di quei luoghi che l’uomo le aveva indebitamente sottratto non può che nascerne qualcosa di stupendo!

Dopo la visione di questi scatti vi consiglio di non perdervi il seguente articolo: 40 posti da vedere prima di morire

San Fruttuoso, Italia: Il Cristo degli Abissi

Posto a 15 metri di profondità nella baia di San Fruttuoso, a metà tra Camogli e Portofino, il Cristo degli Abissi è una statua di Bronzo dall’imponente taglia di 2,5 metri. Nata dall’idea del celebre subacqueo Duilio Marcante per onorare la memoria dell’inventore e subacqueo Dario Gonzatti, morto durante un’immersione, verrà successivamente intitolata a Marcante stesso dopo la sua morte.

Deserto del Namib, Namibia: Kolmanskop

La città fantasma di Kolmanskop nacque come insediamento minerario, una volta appresa la presenza di diamanti in quel territorio. La città, di stile architettonico tedesco, derivante dalla nazionalità dei suoi pionieri, fu dotata di ogni genere di struttura di servizio tra cui anche del primo tram dell’intero continente africano. Alla fine della seconda guerra mondiale l’insediamento si spopolò, soprattutto con la diminuzione dell’attività estrattiva, e fu infine abbandonato nel 1954.

Sud Est della Florida: Case abbandonate con tetto a cupola
Non si hanno molte notizie su queste abitazioni della Florida ne su perchè siano state abbandonate, ma di certo fanno il loro effetto.


Homebush Bay, Australia: Relitto della SS Ayrfield
Homebush Bay è un sobborgo di Sydney la cui baia è dedicata al riposo dei relitti delle navi che hanno servito la patria, probabilmente coloro che le hanno trasportate li non si sarebbero aspettati un risultato tanto artistico.
Beijing, Cina: Il Parco dei Divertimenti Wonderland

Era stato concepito per essere il parco dei divertimenti più grande di tutta l’Asia, ma a causa di un crollo finanziario i lavori di costruzione si interruppero. Nel caso vogliate vederlo affrettatevi, c’è la possibilità che al suo posto venga eretto un centro commerciale.


Germania: Capanna del pescatore sul lago

Un’immagine quantomeno suggestiva.


Chesapeake Bay, Maryland: Holland Island

Un’isola dalla rapida erosione, un tempo abitata da barcaioli e contadini.

Killarney, Irlanda: Il Sentiero di Kerry tra Sneem e Kenmare

Un insieme di sentieri circolari lungo 214 kilometri che finisce ed inizia a Killarney. Questa foto rappresenta una parte del sentiero tra Sneem e Kenmare.

Ucraina: Pripyat

Città ucraina situata a poca distanza da Cernobyl, fu abbandonata in seguito al tristemente celebre incidente.

Foresta Nera, Germania: Monastero di Sankt Georgen
L’abazzia di Sankt Georgen (San Giorgio) fu un monastero benedettino nel 15° secolo.
Panvel, India: Kalavantin Durg

Sito su un rilievo di oltre 2000 piedi, si ritiene che il forte di Kalavantin Durg sia stato edificato nel 500 A.C. su ordine dell’omonima regina, le sue interminabili rampe di gradini sono intagliate direttamente nella roccia.

Canale di McMurdo, Antartico: Relitto di Pegasus

Quest’area fu rinominata così quando il Pegasus, un C-121 Lockheed Constellation, ancora visibile tra la neve, si schiantò li l’8 ottobre del 1970 senza riportare, fortunatamente, alcun ferito.

Cambogia: Angkor Wat
Angkor Wat è un tempio Khmer che si trova nel sito archeologico di Angkor. Si tratta probabilmente di un mausoleo, ipotesi rafforzata dall’ingresso principale posto ad ovest, come nelle altre strutture analoghe.

Inghilterra: Le fortezze marittime di Maunsell
Utilizzate come baluardo di difesa della Gran Bretagna durante la seconda guerra mondiale, queste piattaforme furono in seguito abbandonate negli anni 50.

East Sussex, England: Castello di Bodiam
Questo castello del 14° secolo è sito su un fossato presso il piccolo villaggio di Robertsbridge, fu costruito nel 1385 da Edward Dalyngrigge allo scopo di difendere il territorio dalla Francia durante la guerra dei cent’anni.
Częstochowa, Polonia: Deposito dei treni abbandonati
Un luogo dal sapore surreale.

Antartico: Yacht affondato
Il vascello, appartenente al giornalista brasiliano João Lara Mesquita, è affondato, probabilmente a causa del vento elevato, durante un viaggio con fini documentaristici. Fortunatamente sia il proprietario che gli altri 3 membri dell’equipaggio sono stati tratti in salvo.

Barbados: Distilleria Abbandonata
Non produrrà più pregiati alcolici, ma di certo adesso arricchisce il paesaggio.

Llangernyw, Galles settentrionale: Hafodunos Hall
Hafodunos Hall è una magione in stile gotico nei pressi del villaggio di Llangernyw in Galles. Fu progettata da Sir George Gilbert Scott e costruita tra il 1861 e il 1866 per Henry Robertson Sandbach, per rimpiazzarne l’abitazione del 1674.
Sarajevo, Bosia ed Erzegovina: Pista per bob delle Olimpiadi Invernali del 1984
Dopo il suo utilizzo appropriato durante le Olimpiadi questa pista si è ritrovata nell’infelice ruolo di frontiera di guerra durante la guerra Yugoslava. Di certo è da un po’ che non riceve manutenzione.
Matera, Italia: Craco
Situato sulle colline dell’Appennino lucano, il paese di Craco, in provincia di Matera, ha subito un’evacuazione quasi totale, cosa che lo ha reso un paesino fantasma di 762 anime, questa caratteristica lo ha però reso un ideale set di riprese per il cinema e le serie TV.
Russia: Fabbrica militare per la produzione di missili
Un paesaggio degno di un set fantascientifico, quando una triste realtà supera una avveniristica fantasia.

Sorrento, Italia: Mulino Abbandonato
Questo suggestivo mulino, ridotto ormai ad un rudere, è situato nei pressi di Sorrento, nel vallone dei mulini, un complesso di 5 valloni che delimitavano i paesi della zona. Il protagonista della foto è uno dei pochi superstiti che sono sopravvissuti all’opera impietosa del tempo.

Stazione di raffreddamento di una centrae energetica abbadonata.

Di certo trovarti li non può che farti sentire piccolo…

Camera del Partito Comunista Bulgaro
Questa bizzarra costruzione dall’esterno ha un’aspetto discoidale, come se da un B-movie uscisse fuori un gigantesco U.F.O. di cemento armato, decorato all’interno in modo altrettanto bellicoso.

Taiwan: Città abbandonata di Keelung

Si commenta da sola…

Chicago: Teatro di Lawndale
Disabitato all’incirca dal 2000, il teatro di Lawndale è una struttura splendida dall’aspetto che ricorda quello di una chiesa. Costruito per contenere oltre 2000 spettatori giace tristemente inutilizzato, con il rischio che venga demolito per fare spazio a nuove costruzioni. 

New York City, New York: North Brother Island
North Brother Island è una piccola isola dell’East River situata tra il Bronx e Riker’s Island a New York. Una volta vi si trovava un’ospedale mentre adesso è disabitata e vi si trova un’area protetta per i volatili. Misura approssimativamente 400×250 m.

Francia: Mulino Abbandonato
Anche questo mulino francese risulta di grande effetto.

Colombia: El Hotel del Salto
Aperto negli anni 20, questo hotel poteva vantare l’attrattiva della sua splendida vista sulla cascata di Tequendama, purtroppo fu chiuso perchè si sospettava che le sue acque fossero contaminate.

Paraguay: Asuncion
Vedere immagini simili fa pensare che con le giuste circostanze l’opera umana possa fondersi armonicamente con la natura.

Ucraina: Tunnel dell’amore
Ua galleria naturale di rami e foglie che si sono naturalmente intrecciate sopra un treno che passa tre volte al dì per consegnare proprio del legname. In Ucraina è uso comune, per le coppie di innamorati, passeggiarvi all’interno esprimedovi un desiderio.  

Giappone: Nara Dreamland

Nara Dreamland fu un parco tematico giapponese che trasse ispirazione dalla californiana Disneyland. Aperto dal 1961 chiuse definitivamente nel 2006.


Se ti è piaciuto questo post seguici dalla nostra pagina facebook a questo link:Epì Paidèia – Giornale online di Arte e Cultura