10 tra le migliori apps di photo sharing per Android e Iphone

Seguici dalla pagina Facebook: Tecnologia News

Fare fotografie con cellulari e tablet è divertente e semplice. Dopotutto, ormai, anche i cellulari economici dispongono di una fotocamera capace di fornire discrete fotografie. Inoltre i nostri dispositivi mobili ci permettono di condividere i nostri capolavori con amici, parenti e, perchè no, con il resto del mondo. È proprio quando decidiamo di non tenere private le nostre fotografie che entrano in gioco le app di photo sharing, come Instagram, Path, Tumblr, Imgur, per nominarne alcune.
 
Ad ogni modo queste non sono le uniche app che potete utilizzare per la condivisione delle foto tramite i vostri smartphone; infatti ne esistono a tonnellate in giro per la rete, disponibili sia per Iphone/Ipad, che per sgli smarthpone ed i tablet Android. Qui abbiamo selezionato quelle che vale la pena conoscere.
Familiar Photo Sharing
Familiar permette di condividere le vostre foto con amici e familiari, rendendo il vostro smartphone o il vostro tablet come una cornice digitale. Le foto sono inviate privatamente sui desktop dei dispositivi mobili dei vostri amici e parenti. È possibile importare immagini esistenti da Facebook, Picasa, e SmugMug.
SphereShare
Come implica il nome dell’app, SphereShare vi permette di caricare immagini in formato Photosphere (scatti panoramici a 360°) direttamente dal vostro smartphone Android. Successivamente queste possono essere condivise con gli altri, che possono, a loro volta, godere dei vostri capolavori a 360° sui propri dispositivi mobili. In aggiunta è anche possibile vedere e scaricare altre foto condivise dagli utenti della community.
Flickr
Volete mostrare le vostre foto al mondo intero? Allora Flickr fa al caso vostro. Vi permetterà di scattare, editare e condividere le vostre foto tramite Facebook, Twitter, e la vasta comunità di Flickr. Oltretutto, allo stesso modo, potrete divertirvi a sfogliare l’immenso database di Flickr, che contiene milioni di splendide immagini provenienti da tutto il mondo.
Wink
Saluta i tuoi amici con una foto! Wink è stato pensato per condividere, in modo rapido e privato, le vostre foto con i vostri contatti. Non dovrete neppure aggiungerli manualmente, in quanto l’app lo farà al posto vostro.
SnapChat
SnapChat è un’app di photo sharing molto particolare. Cancellerà le foto che avrete inviato entro non più di 10 secondi dopo che il destinatario le avrà viste. Sarebbe l’ideale per mandare foto sexy al vostro partner (anche se probabilmente sarebbe meglio non farlo comunque). 
Mobli
Mobli è fatto per scattare, taggare e condividere foto e video con gli amici e con il mondo. Da la possibilità di seguire persone, luoghi e hashtag. Le foto non vengono ritagliate e non ci sono limiti alla lunghezza dei video caricabili. Con il sistema integrato di messaggistica vi sarà anche possibile mandare messaggi ad altri utenti di Mobli.
Photobucket
La app mobile per Photobucket vi consentirà di accedere al vostro account Photobucket per caricare, immagazzinare e condividere tutte le vostre foto. Organizza i tuoi album ovunque tu sia! È inoltre possibile visualizzare e scaricare direttamente sul vostro dispositivo mobile le foto caricate da altri utenti della community.
Rando
Rando è un po’ diverso dalle altre app di photo sharing che potete trovare in giro. È ideato per condividere le vostre foto con gente in giro per il mondo in modo del tutto casuale (non a caso dall’inglese random). L’utente non saprà mai a chi andranno le sue foto, ne il destinatario saprà chi gliele avrà inviate. Non ci sono “mi piace”, non ci sono commenti ne tantomeno alcun tipo di comunicazione tra gli utenti. Solo condivisione al più alto indice di casualità!


SnapDash
SnapDash non è solo un’app di photo sharing. È anche un po’ come un gioco: fai una foto a qualcuno in posa e l’app vi aggiungerà automaticamente una didascalia in base alla posizione assunta. È possibile condividere istantaneamente il risultato su Facebook e Twitter, ovviamente.

Postagram
Condividere una foto in formato digitale è una cosa, ma inviare ad un vostro amico una foto reale è tutta un’altra storia. Postagram è un’app che vi permette proprio questo. Il suo uso è semplice e permette a chiunque di trasformare una foto in una piccola cartolina ad un prezzo modico. Vi permette anche di spedirle in tutto il mondo.
App Bonus: Reactions
Questa App è ancora in fase di sviluppo, ma abbiamo deciso di inserirla in lista comunque. In sostanza elabora scatti fotografici utilizzando in contemporanea sia la fotocamera principale che quella frontale, in questo modo riesce a riprendere nella stessa immagine sia il soggetto che il fotografo. Figo eh?
Annunci

Luci ed ombre sui cambiamenti di Flickr

Il rinnovo totale di Flickr, tra cui anche quello dei modelli d’abbonamento, ha suscitato molte critiche e discussioni.
Il restyling del sito e la concessione di un notevole spazio gratuito hanno attirato le attenzioni di un pubblico più vasto, soprattutto dei curiosi che non lo avevano mai usato, scoraggiati dal dover fare prima o poi un account PRO, pena numerose limitazioni dell’account free dopo un tot di foto inserite. D’altro canto queste novità hanno raccolto sfilze di feedback negativi.
È un dato di fatto: grazie ai TeraByte in regalo Flickr ha ampliato la sua utenza, ed in questi giorni il numero di foto caricate, commentate ed aggiunte ai preferiti è sensibilmente aumentato.

Pagando poco più di 300€ si può acquistare ulteriore spazio. Il successo, però, è bilanciato dai commenti negativi.
Critiche dure al restyling
Indipendentemente dal fatto che piaccia o no, la nuova grafica è sicuramente un passo avanti ed un segno che Flickr vuole mettersi al passo coi tempi.
Marco Crupi, gestore di uno dei più popolari blog di fotografia in Italia, ha commentato così il restyling di Flickr:
Ho smesso di aggiornare il mio account Flickr parecchio tempo fa, ma alla notizia di un grosso aggiornamento della piattaforma mi sono fiondato a controllare. “Un casino” è la parola più adeguata:  è solo diventato tutto più confusionario, hanno adottato una grafica più fighetta ma la sostanza non cambia, sempre la solita solfa. La vecchia grafica era molto più intelligente e razionale: decidevi di visualizzare una foto, guardavi l’immagine a una grandezza apprezzabile e, se ti piaceva, potevi gustartela alla massima risoluzione. Ora le foto vengono visualizzate direttamente in alta risoluzione mettendo in ombra i commenti, tanto da sembrare due template sovrapposti. Inoltre è molto scomodo avere set e foto in due pagine differenti! Per concludere, trovo molto triste l’inserimento dell’immagine di copertina, copiata palesemente da Facebook, che dimostra quanto poco siano originali gli attuali programmatori di Flickr. A breve posterò un immagine che rimanda i miei visitatori al mio portfolio su Facebook.

S. Alessandra Severino: Flickr

Yahoo acquista Tumblr, utenti in rivolta!

Tumblr è uno dei social network più in crescita al giorno d’oggi. È uno dei punti di forza di tanti fotografi emergenti che vogliono farsi conoscere attraverso il web.
L’annuncio dell’acquisizione da parte di Yahoo! ha mobilitato molti degli utenti di Tumblr, preoccupati per il futuro della piattaforma sociale.
Uno dei principali motivi di preoccupazione per gli utenti è legato alla censura. Tumblr è noto per permettere la pubblicazione di qualsiasi tipo di contenuto (in realtà, è noto per il suo contenuto sessuale esplicito). Non come altri servizi volti a fotografi appartenenti alla community Yahoo! come Flickr, che in questi termini non sembrano essere particolarmente flessibili, e che in passato sono stati coinvolti in numerose polemiche. 
Un altro motivo è la possibile monetizzazione di alcuni servizi oggi free. Yahoo! ha previsto che i guadagni saranno oltre i $ 100 milioni nel 2013,  il che è abbastanza complicato se si considera che nel 2012 ci sono state molteplici perdite. Ma come otterrà dei profitti così redditizi? Probabilmente monetizzerà alcuni dei suoi servizi, introdurrà la pubblicità e tante altre modifiche a scapito delle libertà degli utenti. È successo con Flickr, per cui sembra abbastanza prevedibile che accada ciò anche con Tumblr.
Per queste ed altre ragioni gli utenti Tumblr hanno deciso di mobilitarsi e stanno raccogliendo firme per impedire l’acquisizione. il primo giorno hanno raggiunto più di 160.000 firme. I direttori di Yahoo! hanno cercato di calmare gli utenti giurando che non “toccheranno” Tumblr, ma miglioreranno soltanto i servizi finora offerti.

S. Alessandra Severino: Flickr

Flickr offre 1 terabyte di spazio gratuito e aggiorna la sua App per dispositivi mobili

Yahoo ha lavorato molto duramente per rendere di nuovo competitivo Flickr. È stato fatto un grande passo in avanti nella giusta direzione, adesso Flickr offre a tutti gli utenti 1 terabyte di spazio gratuito e una app graficamente più gradevole!
Le novità rilevanti per l’app sono il nuovo layout edge-to-edge, 16 filtri fotografici e altro ancora.
Per chi non lo sapesse Flickr prima di questo aggiornamento offriva pochissimo spazio di archiviazione, dopodiché si era “costretti” a pagare per avere un account pro, pena, parte delle nostre foto non sarebbero più state visibili al pubblico. Yahoo descrive in questo modo la sua nuova offerta: “Quanto grande è un terabyte? Beh, si potrebbe fare una foto ogni ora per 40 anni senza finire lo spazio a propria disposizione“.

Prima e dopo l’aggiornamento della app di Flickr

Se vogliamo fare un confronto, Google ora offre 15 GB di storage condiviso tra Gmail, Foto G+, e Drive; per ottenere un 1TB il costo è di 49,99 dollari al mese.