Black Sabbath: forse non ci sarà un altro album

Durante un’intervista alla rivista inglese “Classic Rock”, i Black Sabbath alla domanda sull’eventualità di un nuovo album con materiale inedito, dopo il loro penultimo lavoro “13” hanno risposto all’unanimità e con marcato scetticismo a proposito di un disco futuro: “Non ne abbiamo parlato, francamente”, ha detto Tony Iommi“Non so se sarebbe la cosa giusta da fare. Dio solo sa le aspettative che ci sarebbero. Probabilmente mi verrebbe un infarto per la preoccupazione! Fare ’13’ è stata una bella esperienza, memorabile e se fosse il capitolo finale non potremmo che esserne felici. Però chi può dirlo. Non ci precludiamo nulla. La storia di questo gruppo mi ha insegnato a non dire mai la parola ‘mai'”
E Geezer Butler ha aggiunto: “Per quanto mi concerne, è chiusa bene così. Se facessimo un altro disco non avrebbe lo stesso feeling, secondo me. E con i buoni risultati che stiamo ottenendo con questo, anche il prossimo dovrebbe almeno andare al numero uno ovunque, altrimenti sarebbe percepito come un fallimento!“.
Ozzy invece ha commentato: “Vedremo cosa succederà. Abbiamo promesso un nuovo album 15 o 20 anni fa e ci è voluto tutto questo tempo perché succedesse. Non credo ne vedrete un altro nei prossimi 20 anni, mettiamola così”.


Annunci

Johnny Cash: in uscita un album di inediti

Sarà disponibile dal 25 marzo 2014 un nuovo esclusivo album del grande Johnny Cash, “Out Among The Stars” (Columbia/Legacy) formato da 12 registrazioni da studio inedite. I brani che compongono il disco furono registrati a Nashville, nel Tennessee, nel 1981 presso i Columbia Studios, e nel 1984 al 1111 Sound Studios e prodotti da Billy Sherril. In queste canzoni , inclusi i duetti con June Carter Cash e Waylon Jennings, Cash lavorò con un team che vedeva Marty Stuart alla chitarra e al mandolino, Jerry Kennedy (chitarra), Pete Drake (steel guitar), Hargus “Pig” Robbins (piano) e Henry Strzelecki (basso).
I brani, che non sono mai stati pubblicati in nessun formato, non sono dei demo, prove di registrazione o versioni alternative di altre canzoni, ma sono semplicemente delle registrazioni riposte in cassaforte e dimenticate. Poi nel 2012, fu John Carter Cash (figlio di Johnny e June) insieme alla Legacy Recording, a trovare le registrazioni di “Out Among The Stars” mentre stavano catalogando l’enorme quantità di materiale lasciato dai suoi genitori negli archivi Sony Music, a Hendersonville in Tennessee: “Quando I miei genitori morirono, fu necessario verificare tutto il materiale lasciato, trovammo queste registrazioni prodotte da Billy Sherril nei primi anni ’80 che erano bellissime”.
John Carter Cash, insieme al co-produttore e archivista Steve Berkowitz, convocarono Marty Stuart, Buddy Miller e Carlene Carter, oltre ad altri grandi della musica per restituire vita all’album presso i Cash Cabin Studios a Hendersonville, TN. Out Among The Stars, è un grande album andato smarrito di Johnny Cash, che avremo la possibilità di ascoltare per la prima volta dopo 30 anni! Ecco la Tracklist dell’album: 1. Out Among The Stars 2. Baby Ride Easy (duetto con June Carter Cash) 3. She Used To Love Me A Lot 4. After AllI’m Movin’ On (duetto con Waylon Jennings) 5. If I Told You Who It Was 6. Call Your Mother 7. I Drove Her Out Of My Mind 8. Tennessee 9. Rock and Roll Shoes 10. Don’t You Think It’s Come Our Time (duetto con June Carter Cash) 11. I Came To Believe

Tour in Europa dei Metallica

La prossima estate i Metallica saranno in tour in tutta Europa, e negli ultimi giorni sono state rese note le loro prime tappe, che saranno ai primi di giugno. Ancora in Italia non sono stati annunciati loro live, ma con molta probabilità la storica band statunitense avrà delle date anche da noi.
Per i più appassionati c’è la possibilità di seguire on line il loro concerto che si terrà l’8 dicembre nel Circolo Polare Antartico. Nel mentre i Metallica per le loro date europee hanno pensato di dare ai fan la possibilità di votare i brani che vorrebbero ascoltare durante i concerti ai quali assisteranno “Daremo a tutti i possessori dei biglietti la chance di votare i biglietti on line, e vi arriverà una mail con un codice e un link su cui poter esprimere le vostre preferenze”.
La scaletta dei Metallica in tour sarà formata da 18 canzoni per ogni tappa, e la band farà scegliere ai propri fan 17 brani, mentre una sola canzone sarà completamente inedita magari tratta dal nuovo album. “Potete votare tutte le vostre canzoni preferite tra le 140 che abbiamo realizzato in questi venti anni di attività, e per rendere ancora più divertente la competizione, daremo la possibilità a tutti voi di seguire in tempo reale l’andamento del voto attraverso il nostro sito ufficiale”.
Ricordiamo che i Metallica sono un gruppo thrash metal statunitense formatosi a Los Angeles nel 1981. Sono entrati a far parte nei “Big Four” del thrash metal insieme a Megadeth, Slayer ed Anthrax, grazie soprattutto alla velocità dei pezzi, tecnicismi strumentali e aggressività. Raggiunsero l’apice del successo nel 1986 con la pubblicazione di Master of Puppets. Nel 1991 con l’album omonimo arrivò il successo commerciale che portò la band al primo posto nella classifica Billboard 200, con cui grazie a sonorità più semplici ed orecchiabili, non si rivolgeva più al solito pubblico thrash. Con più di 100 milioni di dischi venduti, di cui solo 60 milioni solo negli Stati Uniti, la band è annoverata come una delle formazioni di maggior successo nella storia dell’Heavy Metal e del rock contemporaneo. Ecco le primi tappe del tour europeo: 4 giugno: Amburgo – Sonisphere Festival 6 giugno : Norimberga – Nurnburg Rock Im Park 8 giugno: Nürburgring – Rock Am Ring

Sul web tre racconti inediti di Salinger: sarebbero dovuti uscire nel 2060

Secondo un desiderio espresso da J.D. Salinger, alcune delle sue opere non sarebbero dovute essere pubblicate prima del 27 gennaio 2060, a 50 anni precisi dalla sua morte. E invece, con un anticipo smisurato, tre racconti inediti sono stati diffusi sul web da alcuni siti di filesharing.
In versione PDF – prima in un’asta su eBay e poi caricata su Internet – è presentato semplicemente con il titolo Three Stories, una delle quali, The Ocean Full of Bowling Balls, illustra la vita di Kenneth Caulfield, personaggio che confluirà nell’immagine di Allie, il fratellino scomparso che Holden Caulfield ricorda nostalgicamente in The Catcher in The Rye.
Che non si tratti di un falso lo ha confermato a BuzzFeed un esperto conoscitore di Salinger, Kenneth Slawenski.

The Ocean Full of Bowling Balls, e gli altri due Paula e Birthday Boy sono conservati negli Stati Uniti, il primo nella biblioteca della Princeton University e gli altri nell’ Harry Ransom Centre dell’Università del Texas.

J.D. Salinger, sempre schivo, si era ritirato dalla vita pubblica moltissimi anni fa. Continuò l’attività di scrittore nonostante la sua minor presenza dalla scena culturale e praticamente dagli anni Sessanta non c’è traccia di una sua pubblicazione.