Sony investe sulla tecnologia dei sensori a 54 Megapixel a matrice non-Bayer

Negli ultimi tempi i grandi produttori di fotocamere digitali sembra abbiano deciso di darsi battaglia a suon di mega sensori. Dopo l’eliminazione del filtro anti aliasing da parte dei grandi colossi commerciali quali Canon, Nikon & Co., Sony sembra voler impegnare tutte le sue forze in un nuovo sensore da 54 Megapixel dotato di rilevazione di fase integrata e, soprattutto, senza la tecnologia Bayer, da installare sulle nuove fotocamere a partire dal 2015.
Secondo i rumors, Sony vorrebbe seguire la strada intrapresa già da Fujifilm che, con il suo sensore X-Trans, sta già sperimentando la tecnologia non-Bayer con sensori a matrice 6×6. Lo scopo è quello di ottenere immagini con la massima nitidezza e dettaglio. La scelta di eliminare il filtro anti aliasing prima, e la matrice Bayer in futuro, sembra essere la nuova frontiere delle apparecchiature digitali.
Con quale tecnologia risponderanno gli altri produttori?
Annunci

Canon annuncia l’ uscita della EOS M2 in Giappone

Canon Giappone ha appena annunciato l’ uscita della nuova fotocamera EOS M2. L’aggiornamento del modello EOS M possiede un autofocus veloce fino a 2.3X, grazie all’ utilizzo del sensore CMOS Hybrid II, già impiegato nel modello EOS 100D/SL1, e il suo sistema “phase detection pixels” ha un’area maggiore di copertura del frame – circa l’ 80% complessivo.
La nuova fotocamera EOS M2 possiede il Wi-fi integrato, grazie al quale sarà possibile trasferire le immagini sul proprio smartphone e, tramite l’ applicazione “Eos Remote” di Canon, condividerle istantaneamente sul proprio social network preferito.
Il corpo macchina è stato rivisitato e curato ulteriormente nel design: il selettore di modalità scene è stato posto in una posizione separata rispetto alla ghiera per la modalità P/Av/Tv/M e la fotocamera risulta più piccola in termini di volume (circa l’ 8%).
Altre piccole modifiche sono state apportate, come lo zoom digitale 3X-10X, il microfono stereo è stato spostato verso la parte anteriore della fotocamera e la velocità di scatto a raffica migliorata da 4,3 a 4,6 fotogrammi per secondo.
L’ abbinamento sarà in kit con uno, due o tre degli obiettivi della serie EF-M e si potrà scegliere tra i colori bianco o nero del corpo macchina.

Purtroppo sembra che la EOS M2 non sarà venduta né sui mercati europei né in quelli statunitensi.

Kit 
Articoli in bundles 
Colore corpo 
Prezzo
Solo corpo 
 –
Nero
¥64800
18-55mm kit 
          EF-M 18-55mm f/3.5-5.6 IS STM
           Speedlite 90EX 
Nero/Bianco 
¥84800 
Kit con 2 lenti 
           EF-M 22mm f/2 STM
           EF-M 18-55mm f/3.5-5.6 IS STM
           Speedlite 90EX 
           Adattatore EF-EOS M
Nero/Bianco 
¥104800
Kit con 3 lenti 
           EF-M 22mm f/2 STM
           EF-M 11-22mm f.4-5.6 IS STM
           EF-M 18-55mm f/3.5-5.6 IS STM
           Speedlite 90EX 
           Adattatore EF-EOS M
Nero/Bianco 
¥134800 

Sony e Hasselblad di nuovo insieme per sviluppare un sensore rivoluzionario

Dopo una prima partnership tra la casa svedese Hasselblad e quella giapponese Sony per la commercializzazione di macchine fotografiche unicamente in serie deluxe – Sony Lunar, Stellar e Stellar Special Edition – la cooperazione tra i due colossi sembra volersi rinnovare per dar vita ad nuovo, sensazionale sensore digitale.
Si vocifera, infatti, che la caratteristica principale del rivoluzionario sensore in lavorazione sarebbe quella di poter intervenire sull’ esposizione di ogni singolo pixel dell’elemento sensibile, catturando la luce con tempi differenti, così da apportare un aumento notevolissimo della gamma dinamica ed annullare del tutto il lavoro in post produzione per creare immagini HDR.

Su quale corpo macchina sarà implementato il sensore, e altri dettagli tecnici, nulla è ancora stato rivelato. Non resta che attendere i primi mesi del 2014, data nella quale si pensa verranno svelati altri interessanti particolari.

Casio Exilim EX-10 la compatta di fascia alta dell’azienda Giapponese

Casio Giappone annuncia la sua compatta di fascia alta, la Casio Exilim EX-10 con sensore da 12 megapixel BSI CMOS di dimensioni 1/1,7″ (7,4×5,5 mm) e dotata di obiettivo 28-112 mm equivalente F1.8-2.5, un’ottica davvero molto luminosa che le permette di scattare anche in condizioni di scarsa luminosità (limite di molte compatte di fascia bassa).
Fotocamenre con corpo in lega di magnesio, avrà in dotazione uno schermo LCD da 3.5 pollici e 921,600 punti di risoluzione, completamente ribaltabile in alto per consentire gli autoscatti in totale comodità.

In questo modello è stata introdotta la nuova modalità Dual Bracketing che permetterà di regolare due variabili contemporaneamente per ogni sequenza (ad esempio, l’esposizione e il bilanciamento del bianco).

Wi-fi incorporato e possibilità di scattare in RAW, pulsante di scatto personalizzabile e, come da tradizione Casio, l’EX disporrà di una batteria davvero longeva, circa 455 scatti garantiti per ciclo di carica, il doppio rispetto a quella di altri competitors.
L’obiettivo con ghiera di regolazione manuale si avvicina molto a quelli visti sulla serie XZ della Olympus e sulla Pentax MX-1.

Caratteristiche principali della Casio EX-10:
  • Corpo macchina in lega di magnesio
  • Risoluzione massima 4000×3000
  • Altre risoluzioni 4000×2656, 4000×2240, 3264×2448, 2056×1536
  • Proporzioni immagine 4:3, 3:2, 16:9
  • 12 megapixel effettivi
  • Sensore da 1/1.7″ CMOS
  • Processore exilim engine  HS3
  • Spazio colore sRGB
  • ISO 80-12800, AUTO
  • Regolazione del WB nr 7, funzione di WB personalizzato
  • JPEG (Exif 2.3, DCF 2.0) Raw (DNG) Raw + JPEG
  • Tempo di scatto minimo 1/250
  • Flash incorporato fino a 11 metri
  • Formati video mp4 h264, risoluzioni 1920×1080 (30 fps), 1280×720 (30 fps), 640×480 (30 fps)
  • Tipi di chede di memoria supportate sd/sdhc/sdhx 
  • Batteria al litio da 130A ricaricaribile e caricabatterie

Senza dubbio la nuova Exilim propone tante caratteristiche interessanti, il Dual Bracketing, in particolare rappresenta una grande innovazione nel panorama fotografico. La vera difficoltà per la nuova giapponesina sarà rappresentata da tutte quelle fotocamere di fascia alta che in questo periodo “andranno in pensione” terminando il loro ciclo di vita, con un conseguente ribasso dei prezzi.

Samsung Galaxy NX, il nuovo ibrido Fotocamera-Smartphone con interfaccia Android

Scende in pista il nuovo ibrido di casa Samsung, la Galaxy NX, ardito esperimento di unione di una fotocamera con obiettivi intercambiabili e uno smartphone di fascia alta, se si tratti di una macchina fotografica con uno smartphone “incastonato” dietro l’obiettivo o viceversa dipenderà dall’uso che se ne vuole fare, come anche per altri modelli (Sony QX Lens-camera, Nokia Lumia 1020) non resta che scoprirne le caratteristiche.

  • Sensore CMOS da 20.3 Mpx APS-c (stesso della NX300)
  • Kit con obiettivo 18-55mm F3.5-5.6 
  • Autofocus ibrido avanzato (AIA): 105 punti di messa a fuoco; 247 punti di rilievo del contrasto
  • Schermo Touchscreen capacitivo LCD 921K da 4.8 pollici in Gorilla Glass
  • SVGA mirino elettronico con controllo delle diottrie
  • Formati immagine JPEG, RAW, RAW+JPEG
  • Scatto continuo a 8.6 fps
  • Registrazione video a 1080/30p, 720p60
  • 16GB di memoria, con slot per micro SD
  • Processore Quad-core da 1.6GHz
  • Android 4.2 (Jelly Bean)
  • Batteria da 4360mAh
  • Wi-Fi doppia banda 802.11 a/b/g/n
  • Bluetooth 4.0 (LE) e NFC
  • Dati da cellulare in 4G LTE/3G HSPA+42Mbps
  • GPS e bussola integrati

Il sensore si trova dietro l’attacco per le ottiche di tipo NX, anche se il numero di obiettivi idonei è piuttosto esiguo. Nella parte superiore del corpo si trovano i 4 pulsanti fisici per attivare rispettivamente il flash “on camera”, azionare l’otturatore, registrare video e un tasto multifunzione a cui possono essere assegnati diversi compiti. Tutto questo lascia intendere che la maggior parte dei controlli si troverà sul display.

Il display da 4.8″ sarà utilizzato per la maggior parte delle funzioni

Lo schermo è ampio e contenente tutte le funzioni a portata di dito, una funzione interessante è il sensore che rileva la vicinanza dell’occhio al mirino spegnendo il display touch evitando l’attivazione di funzioni indesiderate.

L’ampia impugnatura della NX, costituisce il solo “appiglio” per manovrare e gestire il dispositivo

Per chi conosce l’interfaccia del Samsung galaxy S4 non noterà alcuna differenza con il sistema della NX però una macchina del genere ha bisogno di selezioni rapide, intuitive e interfacce più orientate ai bisogni dei fotografi.

Da sottolineare che è la prima del suo genere a scattare in formato Raw. 

Perfetta per chi ama scattare e condividere le proprie foto sui social network. Si mira, si scatta, si condivide e il gioco è fatto. Per quanto riguarda la fotografia non è stata introdotta nessuna miglioria significativa.

DOVE ACQUISTARE LA SAMSUNG GALAXY NX ED I SUOI ACCESSORI AL MIGLIOR PREZZO

La Pentax K-3 e il suo sistema anti-aliasing, foto in real world

L’annuncio dell’uscita della Pentax K-3 da parte della Ricoh ha destato non poca curiosità agli occhi dei fotografi, intrigati principalmente dal suo “simulatore di anti-aliasing”, il primo in assoluto per una DSLR.

L’aliasing, in gergo tecnico è un segnale a bassa risoluzione mostrato in alta risoluzione che genera un effetto scalettatura sgranando e di conseguenza abbassando la qualità dell’immagine. Qui entra in gioco l’anti-aliasing che ammorbidisce le linee smussandone i bordi e migliorando l’immagine complessiva.

Low-Pass Filter


Tramite la pressione di un pulsante la K-3 permette di utilizzare il Low-Pass Filtering, uno speciale filtraggio elettronico che limita il passaggio esclusivamente alle onde di luce (lightwaves) a bassa frequenza escludendo quindi le restanti ad alta frequenza.

Sono stati effettuati diversi scatti in determinate condizioni per mettere alla prova le caratteristiche di questa macchina e confrontarla con la più recente K-5: clicca qui per visionare le immagini.

Specifiche tecniche principali della Pentax K-3:

  • Sensore da 24,4 megapixel APS-C CMOS
  • Stabilizzazione di immagine con sensore di spostamento per la compensazione della rotazione
  • Simulatore Anti-aliasing (la fotocamera non ha alcun filtro ottico passa-basso)
  • Sistema autofocus SAFOX 11 TTL (27 punti, 25 dei quali sono di tipo a croce)
  • LCD da 3,2 pollici, formato 3:2 e 1.037k di risoluzione
  • Mirino ottico a pentaprisma con ingrandimento 0,95 x e copertura del 100%
  • 8.3 fps di scatto continuo
  • Registrazione video a 1920 x 1080 (60i, 30p, 24p)
  • Doppio slot per schede SD
  • Cuffia, porte microfono
  • Supporto USB 3.0

Canon e la Reflex segreta nascosta da un velo bianco

Il sito di Canon Korea potrebbe svelare molto presto una new entry che andrà ad arricchire la gamma di prodotti reflex di Canon.

Il sito, infatti, non rivela ancora nulla di nuovo ma, anzi, copre il mistero con un velo bianco e un teaser che annuncia: “November 2013, Canon will start from the white world. Coming Soon”.

Dalla silhouette si riconosce chiaramente che si tratterà di una reflex ma, al momento, non sono giunte notizie certe, non sappiamo se riguarderà un nuovo modello di DSLR o l’evoluzione di un modello già presente sul mercato.

Quale sorpresa sta per svelare Canon? Non ci resta che aspettare e, fortunatamente, neanche tanto tempo!