Un blog sul ladro del suo smartphone

Avere uno smartphone costoso è ormai diventato cosa comune. Cosa si fa se non si hanno i mezzi? Alcuni decidono di tenersi il vecchio cellulare, altri di ripiegare su modelli più accessibili e i più temerari pensano bene di prenderlo a chi ce l’ha. In quest’ultimo caso chi viene derubato cerca di recuperare il telefono, denuncia il furto, si avvilisce per la perdita di un oggetto costoso. Qualche volta, però, se la reazione è attutita da una buona dose di ironia, si può dare vita ad un vero fenomeno del web.
Life of a stranger who stole my phone è, infatti, il blog di Tumblr messo su da una ragazza vittima di furto che ha avuto accesso alle foto del ladro grazie al servizio Dropbox – che carica direttamente le foto – attivo sul cellulare e che lui non aveva disattivato.

Tutto ha avuto inizio ad Ibiza, quando la proprietaria del telefono, una ragazza tedesca, si stava godendo la vacanza nuotando ubriaca con i suoi amici. In quel momento buona parte dei loro oggetti personali venivano rubati.

Di ritorno in Germania la ragazza ha scoperto 15 nuove foto provenienti dal suo telefono. Eccolo lì Hafid, ragazzo di Dubai, che aveva approfittato della distrazione decidendo di regalarsi un nuovo cellulare.
Le foto lo ritraggono in pose decisamente convenzionali. Lui davanti ad un monumento, davanti ad una macchina, tra amici, o ancora impegnato a venire bene nelle selfies.
Ogni foto, caricata sul blog, è accompagnata da una didascalia. Le vicende di Hafid e i suoi amici dai nomi stereotipati vengono introdotte da un “Salam!”; tutto è presentato con tono serio, quasi da documentario, ovviamente con un’ironia assolutamente divertente.
Il blog ha subito ricevuto una grande quantità di visite, raggiungendo, in pochi mesi, un numero altissimo di follower.

Mediacom S500 PhonePad molto lowcost – Recensione

Recensire uno smartphone di fascia bassa è sempre complicato, poichè si trovano facilmente i difetti e difficilmente i pregi. La Mediacom produce prodotti dal prezzo molto contenuto e dalla scheda tecnica molto generosa, anche se peccano di solidità costruttiva e qualitativa.
Il modello che voglio analizzare oggi si chiama S500, è l’ultimo nato della casa italo-americana e possiamo definirlo un prodotto di punta, tanto da avere anche un suo spot pubblicitario in stile Apple che sta girando sulle TV nazionali.

Come dicevamo la scheda tecnica è decisamente generosa:

Processore Quad Core Cortex A7 a 1.7Ghz

Memoria Ram 1 Gb

Memoria Interna 4Gb più slot Micro Sd fino a 32 Gb

Schermo Ips da 5 pollici con risoluzione 1280×720

Connessione 3G fino a 42Mbps, Wifi G/N, Bluetooth 4.0

Fotocamera 8 Mpixel con Flash.

Batteria da 1750 mAh

Dual Sim
Android 4.2.1 per ora senza previsione di aggiornamento.
Se ci soffermassimo ad analizzare il semplice rapporto prestazione/prezzo non esiteremmo a consigliarlo, ma siamo costretti a passare alle noti dolenti. 
La costruzione del prodotto è fatta in maniera molto superficiale, con poca cura nell’assemblaggio dei componenti, tant’è che il modello provato ha il tasto HOME centrale “ballerino”, come se non fosse stato incollato bene. Le plastiche sono molto spartane come costruzione e l’impressione nel tenerlo in mano è di un telefono sicuramente fatto a risparmio. 

Tasto Home un po “ballerino”

Per quanto riguarda la batteria è un po sottostimata per il tipo di telefono, in quanto uno schermo HD da 5 pollici più le due sim online e il modem 3G sicuramente la prosciugheranno in brevissimo tempo. Scelta ottima sul sensore fotografico: tralasciando il semplice valore di 8 MegaPixel ci ha impressionato la qualità della foto in condizioni di luce ottimale e l’ottima gestione dell’esposizione con un bilanciamento del bianco automatico molto preciso.

Buona nitidezza delle fotografie a luce ottimale

Ottimo e quasi inaspettato il bilanciamento del bianco

Grazie a Tecnomaniac per le fotografie

Ottimo anche il parco accessori, dove troviamo una quantità di prodotti originali da accoppiare al nostro eventuale acquisto, uno su tutti la custodia con apertura laterale disponibile in due versioni, con o senza batteria integrata. La dotazione della scatola invece è la classica: cavo micro Usb, alimentatore Usb, cuffie.

Conclusioni:

Normalmente sono restio a consigliare queste marche, sia perché hanno una costruzione approssimativa sia perché l’assistenza post vendita lascia molto a desiderare. Sicuramente il prodotto non si è presentato bene, con il tasto Home ballerino, ma dopo un secondo e un terzo telefono esaminato privo di difetti, posso considerarlo un accettabile errore di assemblaggio.

A mio giudizio l’unico motivo per acquistarlo è l’esigenza di un prodotto dual sim di qualità media che permetta di fare un po’ di mobile-gaming sfruttando il buon processore. Se vogliamo solidità orientiamoci su altri prodotti.

DOVE ACQUISTARE MEDIACOM S500 PHONEPAD AL MIGLIOR PREZZO


SE VUOI ACQUISTARE DEGLI SMARTPHONE O DEI TABLET CERCALI SU AMAZON!

Asus FonePad Note schermo da 6 pollici e CPU Intel

Seguici dalla pagina Facebook: Tecnologia News

In questo periodo stanno uscendo tanti smartphone dal grabde display da 5.5″, Asus ha quindi deciso di fare uscire il FonePad Note con schermo da 6″ Full HD dotato di processore Atom Intel dual-core da 2 GHz .

In realtà Asus lo ha classificato come un tablet. l’Asus FonePad Note è inoltre dotato di: RAM da 2 GB, fotocamera da 8 MP sul retro e due altoparlanti stereo frontali, come l’HTC One. Il display da 6″ ha una risoluzione di 1080×1920 pixel, il che lo rende il primo telefono da 6″ Full HD finora annunciato, ed è dotato di uno schermo Super IPS-LCD+.
C’è un pennino nascosto proprio come nel Samsung Note, l’Asus phablet sports HSPA+ radio vi permetterà di parlare su reti GSM e scaricare con una velocità fino a 42Mbit/s, sempre se il vostro provider supporta tutto questo.

HTC One: La HTC afferma che la mancanza dello slot microSD sia dovuta a problemi di spazio

Seguimi dalla pagina: Tecnologia News

Non è un segreto che la decisione della HTC di non inserire uno slot per memory card microSD sul proprio ultimo telefono di punta si sia rivelata estremamente impopolare nei confronti del pubblico. La compagnia ha ricevuto numerose critiche da utenti e recensori riguardo l’omissione di questa funzionalità nell’HTC One. A rendere ancora peggio la cosa, la variante cinese dell’HTC One include per l’appunto uno slot di espansione per schede microSD.

Inizialmente abbiamo supposto che fosse a causa del fatto che la variante avesse poche decine di millimetri di bordo extra, dovute alla presenza della funzione dual-SIM, Sebbene la HTC non fosse molto entusiasta all’idea di dover dare spiegazioni riguardo le differenza dei due modelli… fino ad ora. 

Ecco ciò che dice la HTC:
Poichè la versione cinese dell’HTC One è progettata specificatamente per le più basse frequenze radio cinesi, abbiamo avuto dello spazio addizionale all’interno del dispositivo che ci ha permesso di inserire uno slot microSD. Questo spazio non ci è stato disponibile per la versione globale.
E’ una scusa interessante quando la presenza dello slot dual-SIM avrebbe avuto molto più senso. Questo semplicemente ci insospettisce ancora di più sulle reali motivazioni della HTC. Se la variante cinese ha un dispositivo radio più piccolo, perchè allora è stato anche necessario aumentarne la larghezza rispetto ai modelli per il mercato europeo ed americano?
E considerando che in commercio ci sono telefoni molto più sottili rispetto l’HTC One e che comunque includono uno slot per schede microSD, semplicemente non ci beviamo questa scusa (o quantomeno non la consideriamo valida al 100%). Non consideriamo poi il fatto che diversi telefoni HTC del 2012, che erano più spessi in modo rilevante rispetto all’HTC One, non avessero a loro volta uno slot per schede di memoria microSD.

Pensate anche voi che la HTC stia solo accampando delle scuse, o pensate ingenuamente che la progettazione dell’HTC One abbia impedito di trovare un modo per infilarci un minuscolo slot per schede microSD in un qualunque angolino dello smartphone? In ogni caso ciò non ha impedito alla HTC di vendere, ad oggi, quasi 5 milioni di HTC One, per cui suppongo che in entrambi i casi non sarà troppo un male per loro.