Rewind 2013-2003 l’evoluzione della tecnologia

Un tuffo nel passato, il 2003

Dicembre tempo di bilanci, e anche noi non siamo da meno, ma oggi voglio fare un bilancio un po’ particolare, come se fossimo alla fine del 2003, perchè è piacevole ripercorrere il passato e fa riflettere molto su come sia andata l’evoluzione tecnologica nel corso di questi 10 anni.

La sempre maggiore diffusione di internet ci ha portato ad avere sempre più computer collegati alla rete, senza dubbio il 2003 sarà ricordato per i due malware Slammer e Blaster.

La mappa del contagio di Slammer dopo 30 minuti dal rilascio
Il primo è un worm che attaccando i database SQL principalmente delle istituzioni bancarie, ha causato il crollo di moltissimi altri siti basati su questa tecnologia e ha rallentato in maniera considerevole la navigazione di internet.
Tool per la rimozione del Worm Blaster
L’altro protagonista della scena è stato Blaster, se vogliamo il capostipite di questa nuova generazione di Worm, che trasforma il computer infettato in una sorta di “proxy” e consente ai malintenzionati di utilizzare il nostro PC come base di lancio per mail spam oppure per attacchi in stile DOS. Entrambi i virus hanno creato danni per milioni di dollari e causato moltissimi problemi agli utenti, ma ad oggi sembrano sotto controllo.
Addio Windows 98, grazie di tutto
Sul versante software dobbiamo segnalare il definitivo abbandono da parte di Microsoft dell’ottimo Windows 98, che costringerà moltissime aziende all’inizio del nuovo anno a mettere in progetto un aggiornamento verso il nuovo sistema Windows XP, che si prepara a ricevere il primo service pack nei primi mesi del nuovo anno. 
Beta di Microsoft Longhorn
A Redmond hanno fatto trapelare anche qualche immagine del nuovo sistema operativo, nome in codice Longhorn, che porta in dote una nuovissima interfaccia grafica decisamente innovativa, piena di trasparenze e di effetti grafici, lasciando qualche dubbio sulla potenza richiesta per far girare tutte quelle animazioni. Vedremo se riusciranno ad ottimizzare il tutto.
Il DVD di OSX Panther
Da Cupertino è arrivato l’annuncio del nuovo sistema operativo dedicato al mondo Mac, MacOSX Panther, acquistabile da Venerdi 24 Ottobre e che porta in dote 150 nuove funzionalità inclusa la rivoluzionaria Exposè per l’anteprima delle immagini e il nuovo client per le chat aziendali e personali, iChat. Ovviamente è possibile aggiornare tutti i prodotti, anche il datato iMac G3.
Il nuovo iBook G4
Sempre dalla mela morsicata abbiamo visto la presentazione del nuovo iBook G4 con all’interno il nuovo processore G4 a 1Ghz con 40 Gb di Hardisk e 256Mb di Ram. Costo circa €1199.
E’ Nokia 6600 Il re del 2003
Il mercato dei cellulari come sempre ci ha regalato un sacco di modelli e prodotti, ma la leader del mercato è rimasta sempre la casa finlandese, Nokia, che con il suo 6600 pone l’asticella talmente in alto da non essere impensierita da nessuno. La potenza di questo telefono è tutta nel suo sistema operativo, Symbian S 60, che permette l’installazione di applicazioni e la possibilità di scattare fotografie in formato VGA e di espandere la memoria fino a 128 Mb tramite scheda MMC.
La risposta di Samsung, SGH-E700
L’unica azienda che ha avvicinato Nokia è stata la coreana Samsung, con l’ottimo SGH-E700, che porta in dote anch’esso una fotocamera VGA ma non ha un sistema operativo avanzato e si trova molto limitato nel confronto con al casa finlandese.
BlackBerry 7230
Sul versante aziendale abbiamo visto gli ottimi prodotti offerti da Palm e Rim, con il Treo 600 per il primo e il BlackBerry 7230 per la seconda.
Palm Treo 600
Entrambi con sistemi operativi proprietari dedicati a quello che oltre oceano chiamano “Mobile Computing”, cioè dispositivi dedicati alla gestione di mail e alla navigazione web.
In Italia ilV600 fatica a prendere piede
Rimane un po’ fuori dai giochi Motorola, che con il suo V600 si accoda agli altri con un prodotto sicuramente valido, ma dalla poca presa nel mercato italiano.
Nokia N-Gage
Sul versante Gaming abbiamo visto ancora ancora Nokia, questa volta con N-Gage, ibrido cellulare-console portatile presentato nel corso di quest’anno e con il quale vuole sfidare il monopolio targato Nintendo,
Game Boy Advance SP
che con il lancio del nuovo GameBoy Advance SP ha portato su un nuovo livello il concetto di console portatile.
AMD segna un punto nella guerra dei processori per PC
Sul versante processori le novità hanno riguardato soprattutto AMD, che ha presentato Athlon 64, il primo processore dedicato all’utenza consumer con il supporto alle istruzioni a 64bit , fissando così un nuovo standard per l’evoluzione di processori dedicati al mercato consumer, costringendo Intel a distrarsi un attimo dalla corsa ai Mhz per implementare le nuove funzionalità sui suoi modelli.
Chiudiamo il riassunto di quest’anno tecnologico con il mercato della fotografia, dove la scena è stata dominata completamente da Canon, che ha sfornato due modelli di fascia media dalle caratteristiche molto interessanti e che diventano di fatto regine del mercato.
Canon 10D
Con al presentazione di Canon 10D e 300D, la casa biancorossa ha reso la fotografia digitale alla portata di tutti. 
Canon 300D
Le due macchine condividono lo stesso sensore da 6,3 Megapixel e lo stesso processore di elaborazione d’immagine, ma differiscono nella costruzione e nel sistema di messa a fuoco. Sulla 10D troviamo un pentaprisma, mentre sulla 300D è dotata di un economico pentaspecchio e un sistema di messa a fuoco meno veloce e preciso. Ci ha lasciato un po’ perplessi la scelta di non dotare la 10D delle compatibilità con le ottiche EF-S ma solo delle ottiche EF, cosa presente invece con la sorella minore 300D. 
Nikon D2X
A parte queste scelte costruttive, Canon ha messo a segno un durissimo colpo alla rivale di sempre Nikon, che con la presentazione dell’ottima D2X da 4.7 megapixel in formato DX si trova impreparata sui prodotti di fascia media ed economica, visto che anche l’ultimo prodotto realizzato dalla casa giallonera è dedicato ai professionisti. 
In Giappone la guerra alla fotografia digitale è viva più che mai.
E’ stato un anno pieno di novità, ma come sempre quando si parla di tecnologia, sembra roba già vecchia. Buon 2004.
Annunci

Motorola Moto G, il canto della fenice

Finalmente Motorola torna sulla scena italiana con un prodotto dedicato alla fascia media del mercato, ma che sorride anche all’utente più esigente. 
Il Moto G sarà commercializzato in Italia a partire dal 12 Dicembre con due varianti di prezzo: 199 € per la versione da 8Gb e 229 € per quella da 16Gb, anche se per la versione con maggiore capacità si dovrà attendere la fine di Gennaio del prossimo anno. Sarà disponibile nelle due colorazioni classiche, bianco o nero, con la possibilità di scegliere fra 20 tipi diversi di cover originali per personalizzare il proprio terminale.
Alcune delle cover disponibili
La versione di Android sarà la 4.3 anche se da Chicago garantiscono l’aggiornamento a KitKat 4.4 entro i primi mesi del 2014. Il display, un Amoled da 4,5 pollici avrà come risoluzione 720×1280 con 16 milioni di colori. Il processore, un ottimo Qualcomm Snapdragon 400 Quadcore a 1.2 Ghz, in accoppiata a 1 Gb di memoria Ram; una soluzione di fascia superiore se consideriamo il prezzo finale del prodotto. Completerà la scheda tecnica una fotocamera posteriore da 5 Megapixel e una frontale da 1.3 Megapixel, connettività Wi-Fi e 3G (non ci sarà LTE 4G) Gps, Glonass e NFC. L’unica nota stonata è la mancanza dello slot MicroSd per espandere la memoria.
Qui sotto potete trovare il video della presentazione

Considerazioni: 
A essere sinceri ci aspettavamo l’annuncio del lancio in Italia del top di gamma Moto X, ma la nuova dirigenza marcata Google ha deciso che il fratello maggiore è solo per il mercato a stelle e strisce. Il moto G è senza dubbio un prodotto killer per la concorrenza, anche se rifarsi un nome in un mercato monopolizzato Samsung non sarà facile, ma il prezzo e l’hardware sicuramente faciliteranno la scalata al vertice. Sicuramente consigliato per i regali di Natale.