30 Fotografie di grande impatto che rappresentano l’umanità del nostro tempo

Un’immagine, si sa, vale più di mille parole: ma non tutte le immagini hanno lo stesso peso. Al giorno d’oggi, grazie ai social network o a siti come il nostro, siamo abituati a vederci passare davanti innumerevoli fotografie. Molte di queste foto sono belle, tecnicamente impeccabili, curate dal punto di vista compositivo, della luce o elaborate in modo accattivante; alcune sono divertenti ed originali, capaci di strapparci un sorriso anche nei momenti più grigi della nostra giornata, altre presentano paesaggi e soggetti capaci di lasciarci incantati.
Gli scatti che adesso andremo a visionare, invece, non corrispondono ad una di queste categorie: si tratta, piuttosto, di immagini dal forte impatto che, colpendo lo spettatore, comunicano a gran voce il loro messaggio sulla condizione umana e su alcuni dei momenti migliori o peggiori che essa ha vissuto al giorno d’oggi. Immagini che, una volta viste, faticherete a dimenticare.
Mettiamo le mani avanti! Proprio per le motivazioni di cui sopra alcune delle immagini che vedremo sono capaci di turbare l’osservatore, mentre altre sapranno farlo commuovere. È proprio questo l’effetto che desidera chi realizza opere di questo genere. Molte immagini di impatto che siamo abituati a vedere parlano del nostra storia passata, mentre queste, al contrario, parlano del nostro presente; che si tratti di vittorie o sconfitte, di odio o di compassione, di gioie o sofferenze, di stupidità od intelligenza.
Per la natura intrinseca di queste immagini ognuno di noi sarà influenzato maggiormente da una più che un’altra, ma speriamo che ognuna di esse possa farci tornare a rendere conto che nel nostro mondo cose come l’amore, la tolleranza, la compassione e la comprensione non sono mai troppe. 
1) Il bambino denutrito ed il missionario.
Immagine di: Mike Wells
2) Interno di una camera a gas di Auschwitz.
Immagine di: kligon5
3) Cardiochirurgo dopo un intervento (riuscito) di trapianto di cuore durato 23 ore; Il suo assistente sta dormendo nell’angolo.
Immagine di: James Stanfield
4) Padre e Figlio (1949 vs 2009)
Immagine di: Vojage-Vojage
5) Diego Frazão Torquato, bambino Brasiliano di 12 anni, suona il violino al funerale del suo insegnante. Il suo maestro lo ha aiutato ad uscire da un mondo di povertà e violenza attraverso la musica.
Immagine di: salvemasnossascriancas.blogspot.com
6) Un soldato russo suona un piano abbandonato in Cecenia nel 1994.
Immagine di: drugoi.livejournal.com
7) Un ragazzo ha appena scoperto che suo fratello è stato ucciso.
Immagine di: Nhat V. Meyer
8) I cristiani proteggono i musulmani durante la preghiera nel bel mezzo della rivolta del 2011 ad Il Cairo, Egitto.
Immagine di: Nevine Zaki
9) Un pompiere abbevera un koala durante il devastante incendio del sabato nero a Victoria, Australia, nel 2009.
Immagine di: abc.net.au
10) Terri Gurrola reincontra la figlia dopo aver partecipato ad una missione in Iraq per 7 mesi.
Immagine di: Louie Favorite
11) Senzatetto indiano in attesa di ricevere una razione di cibo distribuito all’esterno di una moschea alla festività di Id al-fitr a Nuova Delhi, India
Immagine di: Tsering Topgyal / AP
12) Il cane Zanjeer ha salvato migliaia di vite durante le esplosioni a Mumbai nel marzo del 1993, rilevando oltre 3,329 kg di esplosivo RDX, 600 detonatori, 249 bombe a mano e 6406 proiettili. È stato sepolto con tutti gli onori nel 2000.
Immagine di: STR News / Reuters
13) Uomo che cade dal World Trade Center durante l’11 settembre.
Immagine di: Richard Drew /AP
14) Padre alcolista con il figlio.
Immagine di: imgur.com
15) Coppia abbracciata nelle macerie di una fabbrica crollata.
Immagine di: Taslima Akhter
16) Tramonto su Marte.
Immagine di: nasa.gov
17) Zingaro di 5 anni al capodanno del 2006 nella comunità nomade di St. Jacques, Perpignan, Francia meridionale. È molto comune nella comunità di St. Jacques che i bambini fumino.
Immagine di: Jesco Denzel
18) Hhaing The Yu, 29 anni, stringe il viso nella propria mano mentre cade la pioggia sui resti crollati della sua casa a Yangon (Rangoon), capitale del Myanmar. Nel maggio del 2008 il ciclone Nargis colpì il Myanmar meridionale rendendo senzatetto milioni di persone e mietendo oltre 100.000 vittime.
Immagine di: Brian Sokol
19) Un cane chiamato “Leao” siede per il secondo giorno consecutivo sulla tomba della sua padrona, morta durante la disastrosa frana del 2011 vicino Rio de Janiero
Immagine di: Vanderlei Almeida / Getty Images
20) “Aspettami papà” di Claude P. Dettloff nel New Westminster, Canada, 1 ottobre 1940

Immagine di: Claud Detloff
21) Un carrista veterano russo della seconda guerra mondiale ritrova il suo vecchio carro armato che pilotò per tutta la durata della guerra, in un isolato villaggio della Russia, usato come monumento.
Immagine di: englishrussia.com
22) Potere ai fiori!
Immagine di: Bernie Boston
23) Una donna siede in mezzo alle macerie causate da un potente terremoto da cui conseguì uno tsunami nel marzo del 2011 a Natori, Giappone settentrionale
Immagine di: Asahi Shimbun, Toshiyuki Tsunenari /AP
24) Tombe di una donna cattolica e del marito protestante, Olanda 1888.
Immagine di: retronaut.com
25) Greg Cook abbraccia la sua cagna, Coco, dopo averla ritrovata dentro la sua dimora distrutta nel marzo 2012 dal Tornado che ha colpito l’Alabama.
Immagine di: Gary Cosby Jr. / AP
26) Dimostrazione dell’utilizzo dei profilattici nel mercato pubblico di Jayapura, capitale di Papua, 2009.
Immagine di: Adri Tambunan
27) Soldati russi si preparano per la battaglia di Kursk, luglio 1943 (La foto è una riproduzione del 2006 basata su foto originali dell’archivio storico).

Immagine di: Shirak Karapetyan-Milshtein
28) Durante l’estesa inondazione  del 2011 di Cuttack City, India, un eroico abitante del villaggio salvò numerosi gatti randagi trasportandoli in un cesto tenuto in equilibrio sopra la testa.
Immagine di: Biswaranjan Rout / AP
29) Un Afgano offre il tè ai soldati.
Immagine di: Rafiq Maqbool / AP
30) Dei genitori, ancora oggi come negli anni 70, continuano a cercare la loro figlia scomparsa
Immagine di: reddit.com
Se ti è piaciuto questo post seguici dalla nostra pagina facebook a questo link: Epì Paidèia – Giornale online di Arte e Cultura
Annunci

I 33 luoghi abbandonati più belli al mondo

In genere al solo sentire la parola “abbandonato” riferita ad un qualche luogo ci viene da pensare a qualcosa di lugubre e tetro o anche semplicemente malridotto o putrido. Quel che è certo è che questa parola non evoca nelle nostre menti immagini ricche di fascino ed attrattività; è proprio per questo che le immagini che stiamo per mostrarvi sapranno ancor di più togliervi il fiato.
Quando la natura si riappropria di quei luoghi che l’uomo le aveva indebitamente sottratto non può che nascerne qualcosa di stupendo!

Dopo la visione di questi scatti vi consiglio di non perdervi il seguente articolo: 40 posti da vedere prima di morire

San Fruttuoso, Italia: Il Cristo degli Abissi

Posto a 15 metri di profondità nella baia di San Fruttuoso, a metà tra Camogli e Portofino, il Cristo degli Abissi è una statua di Bronzo dall’imponente taglia di 2,5 metri. Nata dall’idea del celebre subacqueo Duilio Marcante per onorare la memoria dell’inventore e subacqueo Dario Gonzatti, morto durante un’immersione, verrà successivamente intitolata a Marcante stesso dopo la sua morte.

Deserto del Namib, Namibia: Kolmanskop

La città fantasma di Kolmanskop nacque come insediamento minerario, una volta appresa la presenza di diamanti in quel territorio. La città, di stile architettonico tedesco, derivante dalla nazionalità dei suoi pionieri, fu dotata di ogni genere di struttura di servizio tra cui anche del primo tram dell’intero continente africano. Alla fine della seconda guerra mondiale l’insediamento si spopolò, soprattutto con la diminuzione dell’attività estrattiva, e fu infine abbandonato nel 1954.

Sud Est della Florida: Case abbandonate con tetto a cupola
Non si hanno molte notizie su queste abitazioni della Florida ne su perchè siano state abbandonate, ma di certo fanno il loro effetto.


Homebush Bay, Australia: Relitto della SS Ayrfield
Homebush Bay è un sobborgo di Sydney la cui baia è dedicata al riposo dei relitti delle navi che hanno servito la patria, probabilmente coloro che le hanno trasportate li non si sarebbero aspettati un risultato tanto artistico.
Beijing, Cina: Il Parco dei Divertimenti Wonderland

Era stato concepito per essere il parco dei divertimenti più grande di tutta l’Asia, ma a causa di un crollo finanziario i lavori di costruzione si interruppero. Nel caso vogliate vederlo affrettatevi, c’è la possibilità che al suo posto venga eretto un centro commerciale.


Germania: Capanna del pescatore sul lago

Un’immagine quantomeno suggestiva.


Chesapeake Bay, Maryland: Holland Island

Un’isola dalla rapida erosione, un tempo abitata da barcaioli e contadini.

Killarney, Irlanda: Il Sentiero di Kerry tra Sneem e Kenmare

Un insieme di sentieri circolari lungo 214 kilometri che finisce ed inizia a Killarney. Questa foto rappresenta una parte del sentiero tra Sneem e Kenmare.

Ucraina: Pripyat

Città ucraina situata a poca distanza da Cernobyl, fu abbandonata in seguito al tristemente celebre incidente.

Foresta Nera, Germania: Monastero di Sankt Georgen
L’abazzia di Sankt Georgen (San Giorgio) fu un monastero benedettino nel 15° secolo.
Panvel, India: Kalavantin Durg

Sito su un rilievo di oltre 2000 piedi, si ritiene che il forte di Kalavantin Durg sia stato edificato nel 500 A.C. su ordine dell’omonima regina, le sue interminabili rampe di gradini sono intagliate direttamente nella roccia.

Canale di McMurdo, Antartico: Relitto di Pegasus

Quest’area fu rinominata così quando il Pegasus, un C-121 Lockheed Constellation, ancora visibile tra la neve, si schiantò li l’8 ottobre del 1970 senza riportare, fortunatamente, alcun ferito.

Cambogia: Angkor Wat
Angkor Wat è un tempio Khmer che si trova nel sito archeologico di Angkor. Si tratta probabilmente di un mausoleo, ipotesi rafforzata dall’ingresso principale posto ad ovest, come nelle altre strutture analoghe.

Inghilterra: Le fortezze marittime di Maunsell
Utilizzate come baluardo di difesa della Gran Bretagna durante la seconda guerra mondiale, queste piattaforme furono in seguito abbandonate negli anni 50.

East Sussex, England: Castello di Bodiam
Questo castello del 14° secolo è sito su un fossato presso il piccolo villaggio di Robertsbridge, fu costruito nel 1385 da Edward Dalyngrigge allo scopo di difendere il territorio dalla Francia durante la guerra dei cent’anni.
Częstochowa, Polonia: Deposito dei treni abbandonati
Un luogo dal sapore surreale.

Antartico: Yacht affondato
Il vascello, appartenente al giornalista brasiliano João Lara Mesquita, è affondato, probabilmente a causa del vento elevato, durante un viaggio con fini documentaristici. Fortunatamente sia il proprietario che gli altri 3 membri dell’equipaggio sono stati tratti in salvo.

Barbados: Distilleria Abbandonata
Non produrrà più pregiati alcolici, ma di certo adesso arricchisce il paesaggio.

Llangernyw, Galles settentrionale: Hafodunos Hall
Hafodunos Hall è una magione in stile gotico nei pressi del villaggio di Llangernyw in Galles. Fu progettata da Sir George Gilbert Scott e costruita tra il 1861 e il 1866 per Henry Robertson Sandbach, per rimpiazzarne l’abitazione del 1674.
Sarajevo, Bosia ed Erzegovina: Pista per bob delle Olimpiadi Invernali del 1984
Dopo il suo utilizzo appropriato durante le Olimpiadi questa pista si è ritrovata nell’infelice ruolo di frontiera di guerra durante la guerra Yugoslava. Di certo è da un po’ che non riceve manutenzione.
Matera, Italia: Craco
Situato sulle colline dell’Appennino lucano, il paese di Craco, in provincia di Matera, ha subito un’evacuazione quasi totale, cosa che lo ha reso un paesino fantasma di 762 anime, questa caratteristica lo ha però reso un ideale set di riprese per il cinema e le serie TV.
Russia: Fabbrica militare per la produzione di missili
Un paesaggio degno di un set fantascientifico, quando una triste realtà supera una avveniristica fantasia.

Sorrento, Italia: Mulino Abbandonato
Questo suggestivo mulino, ridotto ormai ad un rudere, è situato nei pressi di Sorrento, nel vallone dei mulini, un complesso di 5 valloni che delimitavano i paesi della zona. Il protagonista della foto è uno dei pochi superstiti che sono sopravvissuti all’opera impietosa del tempo.

Stazione di raffreddamento di una centrae energetica abbadonata.

Di certo trovarti li non può che farti sentire piccolo…

Camera del Partito Comunista Bulgaro
Questa bizzarra costruzione dall’esterno ha un’aspetto discoidale, come se da un B-movie uscisse fuori un gigantesco U.F.O. di cemento armato, decorato all’interno in modo altrettanto bellicoso.

Taiwan: Città abbandonata di Keelung

Si commenta da sola…

Chicago: Teatro di Lawndale
Disabitato all’incirca dal 2000, il teatro di Lawndale è una struttura splendida dall’aspetto che ricorda quello di una chiesa. Costruito per contenere oltre 2000 spettatori giace tristemente inutilizzato, con il rischio che venga demolito per fare spazio a nuove costruzioni. 

New York City, New York: North Brother Island
North Brother Island è una piccola isola dell’East River situata tra il Bronx e Riker’s Island a New York. Una volta vi si trovava un’ospedale mentre adesso è disabitata e vi si trova un’area protetta per i volatili. Misura approssimativamente 400×250 m.

Francia: Mulino Abbandonato
Anche questo mulino francese risulta di grande effetto.

Colombia: El Hotel del Salto
Aperto negli anni 20, questo hotel poteva vantare l’attrattiva della sua splendida vista sulla cascata di Tequendama, purtroppo fu chiuso perchè si sospettava che le sue acque fossero contaminate.

Paraguay: Asuncion
Vedere immagini simili fa pensare che con le giuste circostanze l’opera umana possa fondersi armonicamente con la natura.

Ucraina: Tunnel dell’amore
Ua galleria naturale di rami e foglie che si sono naturalmente intrecciate sopra un treno che passa tre volte al dì per consegnare proprio del legname. In Ucraina è uso comune, per le coppie di innamorati, passeggiarvi all’interno esprimedovi un desiderio.  

Giappone: Nara Dreamland

Nara Dreamland fu un parco tematico giapponese che trasse ispirazione dalla californiana Disneyland. Aperto dal 1961 chiuse definitivamente nel 2006.


Se ti è piaciuto questo post seguici dalla nostra pagina facebook a questo link:Epì Paidèia – Giornale online di Arte e Cultura