National Geographic aggiunge più di 500 mappe storiche su Google

National Geographic e Google stanno cercando di ricreare le mappe storiche della rivista su Google Maps. Questo nuovo progetto comprende più di 500 mappe storiche dell’800 e consentirà a tutti di consultarle gratuitamente.

“La gente raccoglie le nostre mappe pieghevoli da oltre cento anni e molte di queste mappe sono conservate in ripostigli e garage,” Frank Biasi, il direttore dello sviluppo digitale per National Geographic, scrive in un post sul blog di Google. Biasi aggiunge che National Geographic offrirà le mappe in alta risoluzione a pagamento in diverse modalità, non escludendo anche la possibilità di distribuire i contenuti tramite applicazioni mobili.

I nuovi livelli sono disponibili all’interno dell’ annuario delle mappe di Google. Intanto sul blog ufficiale Google ha pubblicato un post dove mostra una mappa dell’Inghilterra medievale e una della Repubblica Dominicana, che potete vedere qui.
Annunci

Le nuove Google Maps finalmente incorporabili nel tuo sito web

Il nuovo Google Maps è pronto per il rilascio di una nuova versione embedded delle mappe. Google ha finalmente deciso di dare agli utenti la possibilità di incorporare mappe della nuova release che ha debuttato a maggio. Seppure il nuovo Google Maps abbia avuto un gran successo per la rinnovata veste grafica e per le nuove funzionalità intuitive e veloci, la maggior parte degli utenti ha notato che mancava la possibilità di incorporare le mappe sui siti web. La nuova versione era stata rilasciata in beta chiusa, fruibile solo a pochi utenti, ma è stata poi aperta a tutti potendo comunque scegliere se rimanere sulla vecchia versione.
La possibilità di poter incorporare le mappe della nuova versione potrebbe aprire nuovi scenari per Google e per tutti gli sviluppatori che avranno adesso la possibilità di sfruttare tutte le nuove caratteristiche introdotte.
La nuova versione embedded delle mappe funzionerà allo stesso modo della versione completa. Maps ricorderà tutte le posizioni che avrete visualizzato e ci saranno degli annunci pubblicitari che funzioneranno come già funzionano quelli per la versione mobile con punti di interesse evidenziati in un colore che si distingua in modo particolare. Con questo ulteriore passo in avanti la nuova versione di Google Maps si avvicina ad un rilascio stabile e definitivo per uscire definitivamente dalla beta version.