Film in uscita nel mese di Agosto 2013 – Rubrica Tutti al cinema!

CANI SCIOLTI
(Uscita in sala: 16/08/2013)
Regia: Baltasar Kormákur
Nazione: USA
Genere: Azione
Ironia e azione sono due espedienti narrativi che sempre più spesso vediamo andare a braccetto sul grande schermo. È il caso di Cani sciolti (titolo originale 2 Guns), in cui due criminali Bobby Trench (Denzel Washington) e Marcus Stigman (Mark Walberg) svaligiano un istituto di credito che ricicla denaro sporco per conto della malavita. Nel compiere l’impresa, però, i due ben presto scoprono rispettivamente la vera identità del “collega”: un agente delle forze speciali e un agente della DEA. In seguito al colpo, costruito ad arte, l’accoppiata decide di andare più a fondo nel caso, svincolandosi dai rispettivi superiori e arrivando a sfidare perfino la CIA. Film che, pur non risparmiando i tipici “botti di capodanno” nelle scene d’azione particolarmente movimentate cui ci ha abituati il cinema americano, si prospetta essere carico di umorismo e dialoghi brillanti, forse influenzato dalla lezione di Tarantino. Insomma, per gli appassionati del genere assolutamente da non perdere.
ELYSIUM
(Uscita in sala in Italia: 29/08/2013)
Regia: Neill Blomkamp
Nazione: USA
Genere: Fantascienza, Distopico
2154. Un umanità divisa in due grandi classi, una di stanza sulla colonia spaziale di Elysium, sommersa dai privilegi e dal lusso, l’altra relegata sulla Terra, ormai ridotta a un mondo post-apocalittico, e condannata alla miseria e alla morte. Il protagonista Max (Matt Damon), un “terrestre” destinato, senza le necessarie cure, a morire a causa di un incidente da radiazioni, cercherà di raggiungere Elysium per tentare di sovvertire il sistema e ridonare all’intera umanità pace, uguaglianza e benessere. Ritorna ancora una volta la tematica del futuro distopico, riprendendo tratti e suggestioni già presenti in altre pellicole, da Blade Runner a The Island, ma trasformando la pura e semplice fantascienza in un futuristico “dramma sociale” e creando uno scenario interessante, che ripropone nuovamente la tematica del progresso tecnologico e dei suoi rischi, idea quanto mai attuale e mai abbastanza sviluppata, in un epoca che idolatra la tecnica e spesso dimentica i valori umani.

IN TRANCE
(Uscita in sala in Italia: 29/08/2013)
Regia: Danny Boyle
Nazione: UK
Genere: Azione, Thriller psicologico
Durante una rapina, il cui obiettivo è un quadro di inestimabile valore, Simon Newton (James McAvoy), assistente in una casa d’aste e complice della banda di ladri, capeggiata dal gangster Franck (Vincent Cassel), viene colpito alla testa e affetto da amnesia, dimenticando così il luogo dove è nascosto la preziosa refurtiva. Per evitare le ritorsioni dei suoi compagni, che lo sospettano di doppio gioco, si rivolge a un’ipnoterapeuta, affinché lo aiuti a recuperare i propri ricordi, compresa l’informazione che gli salverà la vita, attraverso la trance. Dal regista di Trainspotting e The Millionaire, un thriller psicologico di stampo tipicamente “europeo”. In trance alterna azione e distensione, dramma e riflessione, e si preannuncia come un film equilibrato, pur estremamente dinamico. Una storia basata sull’oblio e sulla psicanalisi, che si propone di analizzare il livello più profondo e nascosto dell’uomo e di riportare alla luce le memorie perdute, a volte più vitali di quanto non immaginiamo.

Giorgio Todesco
Annunci

Teorie del Cinema e come girare un film #01

Seguimi dalla pagina facebook: Cinema – News e Recensioni

Questa è la prima puntata di “Teorie del Cinema” di CriticaMorta, canale Youtube di cui abbiamo parlato in un articolo precedente in cui troverete i libri che trattano più approfinditamente le varie teorie del cinema. 
In questa serie di articoli metteremo a disposizione del materiale realizzato da persone che hanno studiato e che di questa attività non ne fanno un semplice hobby, ma la loro principale professione. Lo scopo è di divulgare tale materiale così che tutti possiamo cimentarci nel meraviglioso mondo del cinema.
Probabilmente vi sarete chiesti mille volte quali siano i significati di quelle parole come: “dolly, crane, campo medio” e tutta quella terminologia che sta dietro ad una pellicola e complessivamente alla regia.
Ma iniziamo dalle basi: “La Regia”.

 
-Mini-Glossario-

Blockbuster: aggettivo usato per riferirsi ad una certa fascia di film, che indipendentemente dai costi di produzione o dal contenuto artistico, ottengono grandi incassi e successo di pubblico.

Cameracrane (o semplicemente Crane) : è un dispositivo utilizzato nel cinema per ottenere panoramiche fluide. Consiste in un’asta montata su un treppiede. Su un estremo viene posta la videocamera, su quello opposto un contrappeso. In questo modo si ottengono immagini fluide e piacevoli.

Distanza cinematografica: distanza tra il punto di vista e il soggetto ripreso, così come viene percepito dallo spettatore.

Mdp: macchina da presa, dispositivo con il quale si effettua la ripresa video.

– Köröshi

Cinema: Storia, Teoria e Grandi Registi in un solo posto

Seguimi dalla pagina facebook: Cinema – News e Recensioni

Oggi vi proponiamo un canale Youtube molto interessante e che sicuramente molti di voi apprezzeranno. Parlo di Critica Morta: il nostro amico Mark Bistolfi, che ha studiato per diversi anni Cinema, ci parlerà dettagliatamente di quest’arte partendo dalle origini fino al cinema contemporaneo. Il tutto condito da riferimenti bibliografici che sono messi a disposizione dello spettatore, a fine video o in descrizione, in modo tale che noi stessi possiamo giungere alla fonte dell’informazione, e perché no, farci anche una nostra opinione.

Lo stretto legame con fonti letterarie auterovoli dà un salutare taglio accademico ai suoi video, ma tranquilli, non si cade nel noioso o nel tecnicismo più spinto: agli amanti del cinema risulterà estremamente interessante, il linguaggio usato è molto ”user friendly”, i riferimenti sono anche visivi.

Infatti vi è un buon compromesso per quanto riguarda il registro linguistico, e anche argomenti come per esempio il precinema, tema che generalmente viene ignorato o quasi dalla stragrande maggioranza, vengono trattati egregiamente, con passione e serietà.
La gente è convinta che la bellezza sia un qualcosa di soggettivo, ma non potrà mai essere assolutamente soggettiva, la bellezza artistica è oggettiva, universale. Lo spettatore, l’utenza deve essere abituata al bello: solo se si viene abituati ad esso si potrà uscire da sterili soggettivismi dovuti a fanatismi o alle mode del momento. Per far ciò cosa c’è di meglio se non venir direttamente a contatto con la bellezza? Ma da sola non basta, infatti deve essere accompagnata dal confronto con gli altri, quale miglior confronto se non quello con i critici e coloro che hanno speso tempo e libri a riguardo? 
L’intento del suddetto canale non è soltanto divulgativo ma anche di confronto, che può avvenire nei commenti al video stesso e nei modi che conosciamo.
Critica Morta è un canale nato in pochissimo tempo ed è ancora in via di sviluppo. Al canale collaborano anche altri ragazzi assieme a Mark che lo aiutano nel suo lavoro (riferimenti ecc.), l’impegno per poter creare del materiale che sia valido e alla portata di tutti c’è.
Credo che sia uno di quei canali da aggiungere alla propria lista da seguire, assieme a Licaoni e MrRegy68 (per saperne di più leggi anche “Youtube: non solo Willwoosh”)
-Köröshi