Corso di C++: Le variabili – Lezione 2

Lezione precedente: Corso di C++: Le basi – Lezione 1

In questa lezione introduciamo il concetto di variabile.

Possiamo immaginare una variabile come fosse un cassetto, all’interno del quale conserviamo qualcosa. Ogni variabile ha un “etichetta“, che indica cosa può essere inserito all’interno, e un nome, che ci aiuta a ricordare cosa c’è all’interno. Usando l’esempio del cassetto una possibile etichetta potrebbe essere “giocattoli” (quindi all’interno di quel cassetto possono essere messi solo i giocattoli) mentre il nome potrebbe essere “di Paolo” (quindi nel cassetto ci saranno i giocattoli di Paolo).
Tornando al codice esistono più “etichette” da poter applicare ad una variabile. L’ etichetta int viene usata quando si deve memorizzare un numero intero (5, 9, 15, ecc.), l’ etichetta float per i numeri decimali (5.5, 8.7, 21.4, ecc.), l’ etichetta string per memorizzare delle parole.
La sintassi da seguire per la “creazione” di una variabile è: [etichetta] [nome della variabile] ;
Chiariamoci le idee con un piccolo programma che effettua la somma di due variabili e salva il risultato in una terza variabile.
#include

using namespace std;    
int main()
  {
      int a;
      int b;
      a = 10;
      b = 4;
      int somma = a+b;
      cout<<somma;
   }

Come potete vedere le prime 4 righe sono uguali al programma della precedente lezione.
 int a
 int b
Abbiamo dichiarato le variabili intere “a” e “b” che conterranno i due numeri da sommare.

 a = 10
 b = 4;
Assegniamo alla variabile di nome “a” il valore 10, e alla variabile “b” il valore 4.

int somma = a+b;
Dichiariamo un altra variabile intera alla quale assegniamo il risultato dell’addizione tra a e b. Quindi “somma” al proprio interno conterrà il numero 14 ( 10 + 4 ).
Avremmo potuto scrivere anche:

int somma;
somma=a+b;
Ottenendo lo stesso risultato. Io consiglio la prima forma in quanto più “compatta”. 
Oltre all’ addizione possiamo effettuare anche le altre operazioni di base inserendo ” ”  per la moltiplicazione, ” – ” per la sottrazione e ” /  ” per la divisione.

cout<<somma;
Ritroviamo il comando “cout<<” che, ricordiamo, viene usato per comunicare con l’utente. Nella lezione precedente vedemmo come usare il cout per mostrare una parola. Con il codice appena mostrato, invece, scriveremo il valore contenuto all’ interno della variabile.
Ed ecco il nostro programmino in azione:
Annunci