Mtv Spit: al via la stagione 2013

Dopo un anno di attesa inizia su Mtv la nuova stagione di spit, uno dei contest di freestyle più popolari del momento. Molte le novità dentro e fuori dal ring, a cominciare dai partecipanti che in gran parte si rinnovano. Molti dei rapper partecipanti, infatti, risultano sconosciuti al grande pubblico, ad eccezione di Nitro e Fred de Palma, due teste di serie già apprezzate nella scorsa stagione. Rinunciano alla competizione Rancore e Clementino, due tra i migliori freestyler italiani, che per impegni professionali impoveriscono la competizione in gabbia di Mtv, mentre Ensi, campione della scorsa stagione e re indiscusso dell’improvvisazione in rima, passa dal ring alla giuria, apportando una notevole competenza tecnica nei giudizi.

Strepitosi i dj alla console (Tayone e Double S), che rappresentano uno dei punti di forza del programma. Non convincono del tutto invece la conduzione (Marracash risulta macchinoso e insicuro) e la qualità della giuria, appesantita dalla sregolatezza di Morgan (a tratti eccessivamente sopra le righe) e dalla pressoché nulla competenza di Max pezzali, che dà al pubblico quasi l’impressione di essere un corpo estraneo perennemente alla ricerca della chiave di lettura della situazione.

Dubbi e perplessità anche per il cambiamento di alcune regole all’interno del ring, in cui sono state  aggiunte modalità di sfida alquanto bizzarre (come magliette con facce di personaggi noti o immagini e video riguardanti tematiche a volte banali), che spesso disorientano e confondono sia i freestyler che il pubblico. Detto questo, Spit risulta essere un programma godibile anche questa stagione, in grado di regalare sprazzi di improvvisazione sui 4/4 di buon livello, malgrado l’assenza di molti (forse troppi) volti noti.

Francesco Bitto
Annunci