Aggiornamento iOS, arriva la versione 7.1

Dopo un paio di giorni dall’uscita pubblica di iOS 7.04, da ieri sera è disponibile sul portale dedicato agli sviluppatori la nuova versione di iOS, la 7.1
Anche se il nome fa credere si tratti di un aggiornamento massiccio, alla prova dei fatti si tratta di un semplice upgrade dedicato più che altro alla parte grafica e alla gestione delle icone della nuova interfaccia grafica firmata Jonny Ive.
È stata introdotta una nuova combinazione di colori per la tastiera, ora disponibile in “Dark”, e la possibilità di disattivare le trasparenze all’interno del Control Center, delle cartelle e della barra inferiore della App, per avere un’interfaccia più sobria e orientata al settore “Business” 
La nuova Tastiera Dark (Fonte: Cult of Mac)
Un’altra modifica riguarda la gestione delle foto in HDR: questa funzione consente di scattare tre foto con diversi settaggi di esposizione per poi valutare la migliore,ed era già implementata in iOS da tempo; con la nuova versione potremo far scegliere in automatico al nostro Melafonino quale delle tre foto è la migliore, e in automatico sarà lui a scartare le altre.

Opzione HDR auto. Fonte: Cult of Mac
L’ultima sostanziale novità, che forse attribuisce il nome alla versione, è l’introduzione massiccia dei servizi Yahoo, che ora distribuisce informazioni meteo e borsa. Sono stati avvistati i loghi di Yahoo in molte altre app native, vedremo il prosieguo di questa collaborazione. 
In basso la dicitura “informazioni fornite a Yahoo!” Fonte: iSpazio
Sicuramente non scorre buon sangue tra Google e Apple, e dopo l’abbandono della App native di Youtube e Google Maps, questo sembra un altro passo in avanti nella guerra di religione portata avanti a Cupertino.
Per chi volesse scaricare la versione beta dell’aggiornamento la trovate disponibile qui. 
Voglio ricordare che il terminale deve essere registrato al Dev Center, altrimenti potremo sì scaricare e installare la Rom aggiornata, ma avremo un iPhone non utilizzabile poiché i server Apple non valideranno mai l’attivazione del terminale con il nuovo sistema operativo.
Annunci

Le 5 migliori app fotografiche per iPad

Abbiamo già visto le caratteristiche dei nuovi prodotti Apple presentati al Keynote del 22 Ottobre.

Ma quali sono le migliori applicazioni fotografiche da utilizzare sfruttando la potenza di calcolo del nuovo chip A7? Ecco una lista:

1 . Photoshop touch

Photoshop Touch è utilizzabile anche su smartphone, ma come è ovvio il massimo si ottiene su Tablet. Ci sono tutti gli strumenti di base che hanno reso Photoshop il leader dei software di post produzione.
Adobe limita gli utenti a foto da 12 Megapixel, nessun problema quindi per le foto realizzate con lo smartphone, il problema sorge se usate fotocamere con una risoluzione più grande, se si desidera avere tutte le funzioni manuali di Photoshop touch è consigliabile ridimensionare le vostre immagini prima dell’elaborazione.
Photoshop touch si distingue da tutte le altre applicazioni per la possibilità di usare i livelli, il meccanismo di base è lo stesso della versione desktop!

2 . Photogene

Se si vuole la potenza di un editor di immagini desktop al prezzo di un app mobile allora Photogene è quello che fa per voi. Questa app permette la regolazione del colore, di lavorare sull’istogramma e le curve, strumenti di nitidezza e riduzione del rumore e una gran quantità di strumenti di ritocco.

3 . Handy Photo

Molto buono per l’editing di base, semplice e veloce da usare.
Uno dei vantaggi di Photo Handy rispetto alle altre app di fotoritocco per iPad è la sua funzionalità di editing automatico. Con pochi colpi di dito, Handy Photo permette di fare tutto, per esempio è possibile spostare i soggetti ritagliati in automatico in quasiasi parte dell’immagine. 
A differenza di Photoshop Touch se si desidera utilizzare il vostro iPad per modificare le foto realizzate con la vostra Reflex, Handy Photo è in grado di gestire fotografie fino a 36MP e di effettuare zoom fino al 100% per controllare in dettaglio la foto.

4 . Photo Editor by Aviary e Snapseed

La nuova interfaccia di Aviary è praticamente fatta per l’iPad Air.
Photo Editor by Aviary e Snapseed oltre ad essere ottime app per la post produzione fotografica hanno il vantaggio di essere gratis!
Mentre Snapseed ha sempre mantenuto la stessa interfaccia utente, Aviary ha un aspetto nuovo che gli dona un look leggero e fresco come il nostro iPad Air.

5 . Portfolio per iPad o FolioBook

Per i fotografi professionisti un iPad più che uno strumento di editing è un potentissimo strumento per presentare il proprio portfolio all’incontro con i clienti.
Le migliori app per presentare il proprio portfolio sono Portfolio e FolioBook, entrambe hanno diversi punti di forza. Oltre ad avere un nome eccezionalmente perfetto, Portfolio per iPad consente di visualizzare una vasta gamma di file, tra cui foto, video e file PDF.
FolioBook offre l’integrazione di Dropbox e permette la condivisione del portfolio su più iPad e Apple TV, nonché la creazione istantanea di un sito web che può contenere fino a 20 foto.

Entrambe le app hanno un sacco di buone recensioni da parte degli utenti. Se volete qualcosa di semplice da installare che può ospitare i vostri file PDF con le immagini JPEG, Portfolio per iPad è una buona opzione, ma se avete bisogno di visualizzare il vostro portfolio su più dispositivi FolioBook è la soluzione migliore.

Fonte dpreview.com

Proteggere dai furti i vostri iPhone ed iPad: ecco come fare!

Con la larga diffusione che oggigiorno hanno raggiunto dispositivi mobili come smartphone e tablet, e considerando i loro costi elevati, spesso superiori a quelli di PC di ultima generazione, non c’è da sorprendersi che siano diventati uno dei bersagli preferiti dei borseggiatori.

Ciò ha portato all’esigenza di sviluppare metodi di prevenzione dai furti, o dove non possibile, modi per poter quantomeno ritrovare e reclamare il vostro iPhone o qualsiasi altro apparecchio una volta che vi sia stato sottratto, conducendo la Apple (così come la Google del resto) a creare le proprie soluzioni. A partire dal 2010  la casa di Cupertino ha inserito nei propri prodotti il “Trova il mio iPhone”, software che ha, in molti casi documentati, permesso a dei padroni di iPhone rubati di condurre le forze dell’ordine nel punto preciso in cui si trovava il loro dispositivo. Sfortunatamente però i ladri hanno saputo farsi furbi, imparando ad eludere questa misura di sicurezza grazie ad un grosso difetto di un sistema tutt’altro che perfetto. Basta infatti semplicemente cancellare i dati del telefono e successivamente ripristinarlo per evitare così qualunque rischio per il malvivente di turno.

Con l’arrivo di iOS 7 però, la Apple sta finalmente mettendo la parola fine a questo problema, introducendo nei vostri dispositivi una funzione parzialmente nascosta, che potreste ancora non aver notato: il Blocco Attivazione. Poco fa abbiamo definito tale funzione parzialmente nascosta; questo perché non si tratta di una nuova impostazione da attivare, ma viene inclusa nella funzione “Trova il mio iPhone” che, sebbene il nome possa trarre in inganno, adesso è valida per tutti gli iDispositivi. Questo significa che potrete usarla per salvaguardare il vostro iPad ed in futuro il vostro iWatch. Nel caso non abbiate ancora abilitato questa importante funzione dovreste seriamente considerare di farlo; ne avrete solo dei benefici. Per farlo vi basterà andare su Impostazioni > iCloud > spuntate Trova il mio iPhone ed inserite la password del vostro Apple ID, questo collegherà il vostro dispositivo al vostro account Apple  (ed ovviamente potrete fare lo stesso per tutti i vostri altri apparecchi):

Una volta che avrete svolto questa semplice operazione nessuno potrà più disabilitare il vostro “Trova i mio iPhone” senza possedere il vostro Apple ID. Inoltre non sarà possibile ripristinare lo smartphone tramite iTunes; e sebbene sia ancora possibile farlo tramite la schermata di aggiornamento del firmware o dal recovery mode l’opzione farà si che, udite udite, il vostro telefono o dispositivo in questione non entri in funzione senza che venga inserito il vostro Apple ID.
Come se non bastasse poi, i dispositivi che escono con iOS 7 preinstallato di fabbrica, vi daranno la possibilità di cancellare i vostri dati sensibili (chi ci dice che non siate spie governative), ed a differenza di prima continuerete ad avere l’opzione che vi permetterà di mostrare un messaggio personalizzato comprensivo di un recapito telefonico sul lockscreen del dispositivo perduto.

Nel caso i cui riusciate ad entrare di nuovo in possesso del vostro dispositivo poi, c’è la possibilità di recuperare pienamente il vostro precedente stato del telefono per mezzo di iTunes o iCloud semplicemente inserendo il vostri Apple ID.

Se possedete un iDispositivo secondario potrete anche usare l’app Trova il mio iPhone per cercare quello smarrito, inviare una notifica audio se semplicemente non ricordate dove lo avete lasciato, o, nel peggiore dei casi, nuclearizzare tutto cancellando tutti i vostri dati.

E questo è tutto gente! Con simili livelli di sicurezza potrete dormire sonni un po’ più tranquilli  sapedo che il furto di uno dei vostri dispositivi ha smesso di essere un’opzione invitante. Ricordate semplicemente di disabilitare il tutto nel caso decidiate di venderli o passarli a qualcun altro!

iOS 7: Filtri e recensione della Fotocamera

Seguici dalla pagina Facebook: Tecnologia News

L’interfaccia della fotocamera è una delle molte cose che Apple ha scelto di rielaborare su iOS 7. La nuova interfaccia utente è semplice come lo è sempre stata, fare foto è ancora più piacevolve con i nostri  iPhone/iPad/iPod.
Nell’interfaccia di iOS 7 sono presenti otto filtri per la fotocamera, disponibili con un semplice
click. Questi alterano l’immagine configurando in maniera ben precisa impostazioni come saturazione, luminosità, contrasto e colore, conferendo un aspetto artistico o vintage alla foto.  Durante lo scatto all’utente viene presentata per ogni filtro una preview in tempo reale di come diventerebbe l’immagine con il filtro stesso, sebbene ovviamente sia possibile applicarvelo successivamente dal menù di elaborazione delle immagini.
Nell’immagine in basso un esempio di come influiscono i filtri sulla medesima immagine.

Un’altra cosa intrigante da poter fare con il nuovo iOS 7 è la possibilità di zoomare durante la ripresa video. Questo si ottiene  stringendo o allargando le dita sul touchscreen. Sfortunatamente lo zoom è di tipo digitale, per cui un eccessivo zoom può degradare l’immagine. Viene anche presentata la possibilità di fare foto durante la ripresa di un video ma gli scatti vengono catturati alla risoluzione di soli 1920×1080 pixel.

I filtri sono:

  • Mono
  • Tonal
  • Noir
  • Fade
  • Chrome
  • Process
  • Transfer
  • Instant

In basso una video recensione della Fotocamera di iOS 7