Milano nei profili delle presone che la vivono ogni giorno: un progetto di Francesco Paleari

Profili di Milano è una serie di fotografie in bianco e nero sviluppate dal giovane designer e fotografo Francesco Paleari
Gli scatti con doppia esposizione rappresentano un mix astratto di un singolo ritratto con famosi edifici architettonici di Milano. L’artista utilizza le forme degli edifici che creano il lato destro dell’immagine pur mantenendo le caratteristiche facciali distinte di ogni persona sulla sinistra. In ogni immagine, il viso di una persona e le curve di un tetto o il picco di una basilica sono perfettamente uniti. Paleari racconta con il suo lavoro la storia di una città straordinaria e il ruolo importante che svolgono i residenti per farla prosperare. 
Francesco Paleari ha solo 20 anni e studia Design della Comunicazione al Politecnico di Milano, considera la sua macchina fotografica “una compagna di viaggi e anche uno strumento per estrapolare e fissare particolari aspetti del reale”.

Annunci

Splendidi ritratti di persone che vivono nei remoti villaggi della Siberia

Cellulari con fotocamere, connessioni a internet e diversi social media ci permettono quotidianamente di scattare foto e condividerle in tempo reale con i nostri amici. Tutto questo a noi sembra ovvio e scontato, ma ci sono alcune regioni sulla terra che non hanno la stessa tecnologia avanzata. Una di queste è Chukotka, la regione più estrema della Siberia.
Il fotografo californiano di origini Moldave, Sasha Leahovcenco, ha deciso di visitare quei luoghi per conoscere la gente che ci abita e poter creare  un documentario dal titolo “La gente della fine della terra”. Durante il viaggio, nel Febbraio 2011, lui e i suoi compagni hanno percorso oltre 1000 km per raggiungere quei villaggi. Gli abitanti che ci vivono non avevano mai avuto visitatori nella loro vita e per molti di loro era la prima volta che venivano fotografati.
Leahovecenco ha voluto fotografare la comunità locale nella sua vita quotidiana, sperando di mostrare al mondo l’armonia con la natura che riescono a raggiungere alcuni uomini sulla terra. Sasha è rimasto profondamente toccato da questa esperienza, e all’inizio di quest’anno ha organizzato un altro viaggio per consegnare vestiti, scarpe e regali agli abitanti di Chukotka. Ha voluto ritrarre ancora una volta la comunità. Le foto stampate sul posto sono state consegnate agli abitanti del villaggio.

Il ritratto in ‘2D’ di Alexander Khokhlov

2D or not 2D“, è la seconda serie di lavori del fotografo russo Alexander Khokhlov, che utilizza i volti umani per creare incredibili illusioni artistiche.
Il lavoro è stato svolto in collaborazione con la make-up artist Valeriya Kutsan e con il prezioso aiuto di Veronica Ershova, che ha condotto i lavori di ritocco e post-produzione.
Ad ispirare gli artisti questa volta sono stati dei poster in due dimensioni e l’idea-chiave del progetto era proprio di trasformare i volti delle modelle in immagini “2D”.
Valeriya ha utilizzato diverse tecniche di “Face Painting” dalla tinta con acquerelli alla pittura ad olio, così da ottenere dei risultati sempre differenti.
Il lavoro si riassume in una interessante combinazione di make-up, esperimenti di fotografia da studio e una particolare cura nell’opera di ritocco.