Lo Hobbit: La desolazione di Smaug – Recensione Film

Arriva il periodo natalizio e Peter Jackson ci offre il nuovo capitolo di Lo Hobbit. Solo trecento pagine di libro e siamo già a un totale di sei ore di film. Inutile dirvi quel che vi hanno già detto: Lo Hobbit di J.R.R. Tolkien è liberamente interpretato dal disadattato australiano con tanto di aggiunta di elfo femmina dai rossi capelli che non solo vanta la corte di Legolas figlio di Thranduil (che è già un’eresia punibile con la pena capitale), ma addirittura ha una love story con un nano. Roba da far morire sul colpo intere generazioni di lettori fantasy, giocatori di ruolo e nerd convinti. Aldilà delle aberrazioni di trama, anche la regia di Jackson perde un po’ di colpi rispetto al mastodontico “il Signore degli Anelli”, così come la scelta dei collaboratori.

Si fa notare, e non in positivo, il nuovo tocco di Ann Maskery; con le buone intenzioni di rendere il vestiario di Gandalf più fedele alla descrizione del libro, ha liberamente interpretato la ‘sciarpa argentea’ per donare allo stregone un’adorabile pashmina con pailettes.
Peter! Richiama Ngila Dickson e Richard Taylor, ti prego! Offrigli più soldi, alloggi più comodi, la virtù di Orlando Bloom, ma falli tornare!

Nonostante tutto la Terra di Mezzo rimane la Terra di Mezzo, così come la colonna sonora del divino Howard Shore. Il main theme finale, da sempre interpretato da voci femminili, ne Lo Hobbit è interpretato da un uomo: Neil Finn. Altro punto a favore è Thranduil, sulla cui corona di rami e bacche rosse soprassiederò (Ann, stupida Ann, dove sono le bacche rosse?), interpretato da Lee Pace che si nobilita dopo alcuni scivoloni cinematografici (come prendere parte alla saga di Twilight) e regala un’interpretazione misurata e profonda del Re. Così, con una mano sul cuore, ci si da l’arrivederci alla terza e ultima (speriamo) puntata di Lo Hobbit, incatenati alla fidelis a Jackson ma tramortiti dall’infedeltà al libro e alle emozioni e atmosfere più giocose di quella che è una favola per ragazzi.
Annunci