Interstellar, alla scoperta dell’universo con Christopher Nolan.

Regia: Christopher Nolan.
Cast: Matthew McConaughey, Anne Hathaway, Jessica Chastain, Micheal Caine.
Genere: Fantascienza.
Uscita: Novembre 2014.

In un mondo ormai annientato dalle economie capitalistiche ed in cui scarseggiano persino le risorse alimentari, un team di esploratori, capeggiato da Cooper (Matthew McConaughey), si affida alla meccanica quantistica per attraversare le distanze siderali ed aprirsi a nuove possibilità.
Viene scoperto il ponte di Einstein-Rosen (concetto che abbiamo già conosciuto grazie a Thor), che rappresenta un tunnel spazio-temporale in grado di collegare punti dell’universo distanti anni luce e quindi utilizzabile per compiere viaggi interstellari. 
Questa intrigante trama prende spunto dalle teorie di Kip Thorne (fisico teorico ed astrofisico di fama mondiale), secondo cui esisterebbe un universo parallelo popolato da materia oscura; tale dimensione sarebbe strettamente legata alla nostra e la comunicazione tra le due avverrebbe proprio grazie ai suddetti wormhole
Si riflettono tematiche ambientaliste e forse un po’ di polemica nei confronti dell’odierna mancanza di interesse per i viaggi spaziali (è ormai lontano il tempo in cui Armstrong e Aldrin calpestarono il suolo lunare!) . 
Un compito arduo questa volta per il regista (che ci ha già abbondantemente stupito con Inception nel 2010), il quale dovrà cimentarsi con un plot che aspira a muoversi in ambiti ostici come quelli della fisica particellare e tuttavia ci aspettiamo, come sempre, qualcosa di ben riuscito
Prima sinossi ufficiale del film in italiano: 
In un futuro imprecisato, un drastico cambiamento climatico ha colpito duramente l’agricoltura. Un gruppo di scienziati, sfruttando un “wormhole” per superare le limitazioni fisiche del viaggio spaziale e coprire le immense distanze del viaggio interstellare, cercano di esplorare nuove dimensioni. Il granturco è l’unica coltivazione ancora in grado di crescere e loro sono intenzionati a trovare nuovi luoghi adatti a coltivarlo per il bene dell’umanità. Il regista visionario della trilogia de Il Cavaliere Oscuro ed Inception, che con i suoi film ha rinnovato più di ogni altro la cinematografia contemporanea, si misura questa volta con uno sci-fi dirigendo, come sempre, un cast eccezionale.
Il nuovo trailer ufficiale (in basso) dice ben poco, suggerisce qualcosa di epico ma è ancora tutto da scoprire. Non ci resta che attendere.
Annunci

La mafia uccide solo d’estate, film d’esordio della iena Pif

REGIA: Pierfrancesco Diliberto. 
CAST: Cristiana Capotondi, Pif, Ginevra Antona, Alex Bisconti, Claudio Gioè, Ninni Bruschetta. GENERE: Commedia.
USCITA: 28 Novembre 2013.

La storia si svolge a Palermo tra gli anni ’70 e ’90 e vede protagonista Arturo (Pif), da sempre innamorato della sua compagna delle elementari Flora (Cristiana Capotondi).

È un periodo storico molto particolare per la Sicilia, in cui si registra il più alto numero di crimini mafiosi; Arturo cresce e forgia la sua personalità nel confronto quotidiano con la delinquenza palermitana, e questo influenza inevitabilmente anche il rapporto con Flora. Con ostinazione porterà avanti una dura battaglia che, infine, lo vedrà ricongiungersi alla ragazza non senza dell’amaro in bocca.

Il film guarda a temi delicati sotto una luce tragi-comica.
L’intenzione di Pif è delle migliori possibili ma allo spettatore viene lasciato il compito (o piacere) di verificare se i mezzi sono adatti e per il momento resta solo tanta curiosità ed un grande punto interrogativo.

Cosa aspettarci di sicuro da questo film?
Qualche risata ma soprattutto un bagno di realtà.