Yotaphone: lo smartphone bifronte a doppio schermo LCD – E ink

Yotaphone

Siete dipendenti da smartphone? Un solo schermo non vi basta per gestire tutte le miriadi di applicazioni che avete? Niente paura, dalla Russia, sta arrivando lo Smartphone che fa per voi, lo Smartphone Bifronte.
La Yota Devices, azienda russa produttrice di dispositivi cellulari sta finalmente per lanciare un nuovo modello di Smartphone che mira a racchiudere in un unico apparecchio i vantaggi di due tecnologie di visualizzazione.
Lo Yotaphone, questo il nome ufficioso del modello, avrà, infatti, due schermi. Il primo LCD standard come sui comunissimi smartphone in commercio, il secondo sarà uno schermo con tecnologia e-ink, quella degli e-book reader per intenderci.
Annunciato nel 2010, il telefono a due facce ha richiesto ben tre anni di studio e svariati prototipi prima di arrivare ad una forma definitiva.
Al Consumer Electronic Show di Las Vegas, tenutosi nel gennaio scorso, la Yota Devices aveva presentato un prototipo funzionante annunciando persino un accordo per la produzione e l’inizio della vendita per Natale 2013.

Ma veniamo a qualche succoso dettaglio tecnico.
Come abbiamo detto ci saranno due schermi. Da un lato un LCD da 4,3 pollici con risoluzione 1280×720 non full HD, sul retro uno schermo EPD, sempre da 4,3 pollici, capacitivo e risoluzione 640×360, tecnologicamente inferiore rispetto agli ebook reader di ultima generazione.

I due schermi sono sfruttabili grazie ad un pratico sistema di Mirroring che permette di utilizzare lo schermo e-ink, a basso consumo energetico, per visualizzare i contenuti di base e lo schermo LCD per le notifiche più elaborate. Per switchare da una schermo all’altro basterà capovolgere il telefono.
La CPU sarà una Qualcomm dual-core da 1,7GHz (generazione Krait) con 2GB di RAM e 32GB di memoria fisica.
La fotocamera da 13 megapixel manca di stabilizzatore e ha un flash LED, registra video a 1080p e 30fps. Quella frontale sarà da 1 megapixel. A questo si aggiungono radio FM, connessione Wi-Fi, Bluetooth e tutti i sensori che ogni Smartphone che si rispetti deve avere (Giroscopio, accelerometro etc).
Sebbene abbia un doppio schermo, lo Yotaphone sarà spesso circa 10 mm, qualcosa in più rispetto agli Smartphone attualmente sul mercato, ma sarà molto più leggero, circa 146 grammi.
Oltre questo si sa ben poco. Non si sa se verrà messo in vendita in Italia, né esiste una data di rilascio ufficiale. Si hanno vaghe notizie sul prezzo, circa 500 euro, che collocherebbe questo modello in fascia media, lontano dai colossi Samsung e Apple.
Lo Yotaphone è molto atteso dagli addetti ai lavori. Nonostante si tratti di un modello non particolarmente aggiornato tecnologicamente o completo né di un qualcosa di particolarmente dirompente, vi è la curiosità di vedere come reagirà il pubblico a questo nuovo approccio e se il doppio schermo verrà ritenuto il futuro della telefonia mobile o un semplice esperimento.

In definitiva, lo Yotaphone sicuramente non sarà una Ferrari, al massimo potrà essere una comoda utilitaria con qualche innovativo accessorio.
Annunci