Vergini e inesperti del sesso? Ci pensa Young Cherry Comic!

Il Giappone è un paese in declino dal punto di vista dell’attività sessuale (intesa come quella praticata). Un recente sondaggio condotto dall’Istituto Nazionale della Popolazione è giunto alla conclusione – non senza una buona dose di preoccupazione – che una fetta decisamente ampia di uomini, è ancora vergine. Tradotto in cifre: l’ indagine ha rilevato che il 68,5 per cento dei ragazzi di 18-19 anni, il 40,5 per cento dei giovani di 20-24 anni e il 25,1 per cento de 25-29enni giapponesi, è ancora vergine. E’ l’esercito dei “sexless”, coloro che non hanno ancora avuto una esperienza sessuale. Così, sulla base di queste informazioni, che cos’ha pensato di fare un vecchio editore di manga, oltre a reinventare la propria immagine e a rilanciarsi sul mercato? Pubblicare una nuova rivista apertamente sessuale e, almeno apparentemente, fatta su misura per soddisfare questa fascia di pubblico.
La nuova rivista si chiama Young Cherry Comic ed è uscita per la prima volta nel maggio di quest’anno. Secondo il suo redattore-capo , la maggior parte dei giovani non compra giornaletti manga ma tende, semmai, a leggerli in negozio e a lasciarli lì, sullo scaffale. Dal momento che l’obiettivo primario per le vendite manga è la fetta dei 30-40enni, l’intento di Cherry è esattamente quello di invogliare adolescenti e ventenni all’acquisto di una rivista a loro dedicata. La rivista raccoglie storie (molto) porno softcore. Secondo le impressioni di un giornalista di Yahoo!Giappone, mentre il materiale è apertamente sessuale e piuttosto spinto, la scelta redazionale è stata quella di non mostrare in maniera esplicita e gratuita e dunque di evitare di proporre qualcosa che potrebbe far rabbrividire i giovani lettori vergini e urtare la loro sensibilità.

L’editore ricorda che il fattore guida dietro la vendita manga – e dunque l’interesse maggiore di Cherry – è la narrazione, che deve essere coinvolgente, e la creazione di personaggi e situazioni che possano rivelarsi avvincenti e appassionanti. Cherry, e il suo editore, sembra stiano tendendo ad un equilibrio tra estetica e sessualità. Obiettivo raggiunto? Se l’intenzione è quella di vendere la rivista e di “spacciarla” per un prodotto dedicato a uomini “inesperti”, una piacevole (in tutti i sensi) lettura per risvegliare istinti sopiti ed incentivare ad essere più decisi e propositivi con l’altro sesso, non si rischierà invece di ottenere l’effetto esattamente opposto?
Annunci

Jeju Loveland: dove le statue praticano il kamasutra

Jeju Loveland (제주러브랜드) (conosciuto anche semplicemente come Love Land: Terra dell’Amore) è un parco tematico asiatico all’aperto contenete numerose sculture. La struttura, nata nel 2004, è situata sull’isola di Jeju nella Corea del Sud (che per la sua bellezza meriterebbe un articolo fotografico dedicato) ed è dedicata al tema della sessualità.

Una panoramica dell’isola di Jeju
I visitatori possono infatti visionare dei video sull’educazione sessuale e contemplare le 140 statue raffiguranti degli individui in diverse pratiche e posizioni. Altri elementi di rilievo sono delle enormi riproduzioni in pietra di organi sessuali, maschili e femminili, accompagnati da sculture a forma di mano che mimino delle pratiche di autoerotismo. Il sito del parco definisce lo stesso come “un luogo dove l’arte orientata all’amore incontra l’erotismo”.
Se vi state chiedendo il perché di questo quantomeno bizzarro parco tematico o del perché sia stata scelta questa location eccovi un po’ di storia. Dopo la guerra di Corea l’isola di Jeju divenne, anche grazie al suo clima caldo, una popolare meta per le lune di miele delle coppie di sposini coreani. Molte di queste coppie derivavano da matrimoni combinati dai familiari degli stessi sposi e ben presto l’isola divenne anche un centro per l’educazione sessuale.

A detta di Simon Winchester, giornalista e reporter di viaggio della rivista tedesca Der Spiegel, che visitò il posto nei tardi anni 80, alcuni membri dello staff alberghiero fungevano da “rompi-ghiaccio” professionisti, al fine, per l’appunto, di aiutare le coppie di neo-coniugi ad entrare in confidenza, e la sera le stesse strutture offrivano programmi di intrattenimento caratterizzati dalla presenza di elementi erotici allo scopo di generare intimità.
Nel 2002 i laureati alla Hongik University di Seoul iniziarono a creare sculture per il parco, che aprì infine il 16 novembre 2004. Abbracciando un’area estesa quanto due campi da calcio, tutte le sculture possono essere fruite nel giro di circa un’ora, e, a rotazione mensile, vengono esposti lavori di diversi artisti coreani. Tale apertura alla sessualità non preoccupi, però, i più attenti; è infatti necessario aver compiuto i 19 anni per visitare il parco e, per i genitori che volessero visitarlo coi bambini, è stata pensata un’area separata dedicata ad accogliere i minori mentre gli adulti effettuano il proprio giro.

Ed ora una breve carrellata di immagini:



Scienza e sesso: le 5 regole per non fare cilecca

La peste? La fine del mondo? Un’invasione aliena? No signori, l’incubo più terrificante per noi uomini è fare cilecca! Ecco perché nessuno scienziato, nessun dottore, nessun ricercatore meriterebbe riconoscimento più grande di Fabrizio Iacono, docente di ruolo presso l’università Federico Secondo di Napoli, che regala a noi maschietti un prezioso elenco, scientificamente provato, per non fallire tra le lenzuola.

1) VIETATO FUMARE: Il fumo, forse, contribuirà a darci un’aria più fantomatica e misteriosa nel pre-serata, ma può trasformarsi in un vero e proprio incubo durante il sesso. Il fumo, infatti, agisce sulla vasocostrizione periferica e può dare luogo a delle dèfaillance durante il rapporto.

2) NON ESSERE SEDENTARI: Una moderata attività fisica infatti, aiuta l’organismo ad incrementare la produzione di testosterone, l’ormone maschile che regola crescita e funzionalità degli organi riproduttivi. Attenzione però a non esagerare! L’attività pesante, se fatta poco prima del rapporto, può avere effetti… Spiacevoli.
3) NIENTE JEANS STRETTI: Soprattutto con l’arrivo del caldo è consigliabile indossare intimo e pantaloni larghi, per non inibire i necessari scambi termici a livello testicolare.
4) MANGIARE MERLUZZO: Ricco di arginina, sostanza che migliora le proprietà erettili dell’uomo poiché precursore dell’ossido di azoto, neurotrasmettitore dell’erezione.

blog.giallozafferano.it
5) SPAZIO AGLI INTEGRATORI: Stimolano la produzione di ormoni maschili e svolgono un’importante funzione antiossidante.

Francesco Bitto