Alexej Kljatov: Macro estreme di fiocchi di neve con attrezzatura "fai-da-te"

Alexej Kljatov è un fotografo appassionato di macro fotografia, che ha passato gli ultimi due anni a produrre scatti ravvicinati su dei soggetti davvero minuscoli. Fiocchi di neve.
Di recente ha deciso di aumentare l’ingrandimento della sua fotocamera, mediante un obiettivo Helios 58mm F/2 posto direttamente a contatto con la lente della sua Canon Powershot A650.
Questa costruzione casalinga lo ha ripagato con un incredibile ingrandimento portando alla luce gli infiniti dettagli degli intricati cristalli di ghiaccio.

Il sistema creato da Alexej Kljotov per “congelare” i fiocchi di neve
Helios 44M F/2.0 fabbricato in Russia

“Fotografo i fiocchi dal terrazzo di casa mia”. Dice Alexej, “Il più delle volte utilizzando un tavolino posizionato con la base a contatto con il pavimento e le gambe verso l’alto e una lastra di vetro appoggiata al di sopra, una torcia a LED fissata dall’altra parte del vetro illumina la scena attraverso due buste di plastica per rendere la luce più uniforme”. 

Altre volte invece” continua, “sfrutto la luce naturale e per lo sfondo utilizzo un tessuto di lana scuro“.
Aggiunge poi Alexej “In passato mi servivo dell’obiettivo macro della mia Powershot. Ma grazie all’esperimento con l’obiettivo Helios 44M-5 sono riuscito ad aumentare l’ingrandimento ottenendo dei risultati incredibili”.

Scopri di più sulla tecnica di Alexej Kljatov.

Il 44M F/2 montato su un Praktica MTL 5 B

Helios era una marca di obiettivi fabbricati in Russia, montati solitamente sulle fotocamere Zenit e compatibili anche con fotocamere con attacco M42 come la Pentax Sportmatic, il 44M come anche il 40M adottano il sistema ottico Carl Zeiss Biotar.

Annunci

Il ritratto in ‘2D’ di Alexander Khokhlov

2D or not 2D“, è la seconda serie di lavori del fotografo russo Alexander Khokhlov, che utilizza i volti umani per creare incredibili illusioni artistiche.
Il lavoro è stato svolto in collaborazione con la make-up artist Valeriya Kutsan e con il prezioso aiuto di Veronica Ershova, che ha condotto i lavori di ritocco e post-produzione.
Ad ispirare gli artisti questa volta sono stati dei poster in due dimensioni e l’idea-chiave del progetto era proprio di trasformare i volti delle modelle in immagini “2D”.
Valeriya ha utilizzato diverse tecniche di “Face Painting” dalla tinta con acquerelli alla pittura ad olio, così da ottenere dei risultati sempre differenti.
Il lavoro si riassume in una interessante combinazione di make-up, esperimenti di fotografia da studio e una particolare cura nell’opera di ritocco.

La fotografia subacquea di Todd Bretl

Todd Bretl, Clicca qui per vedere i suoi scatti su Flickr, è cresciuto su un’isola dell’arcipelago di Bermuda con l’oceano come suo immancabile amico. Dopo i primi anni di vita passati ad invidiare i molti sub dell’isola, iniziò ansiosamente la sua avventura sottomarina all’età di 12 anni.
Centinaia di immersioni più tardi e con la voglia di provare qualcosa di nuovo, acquistò una piccolo equipaggiamento per la fotografia subacquea e lo sperimentò durante una spedizione nella repubblica di Palau.
Li ebbe la fortuna di passare molto tempo con la “leggenda” delle riprese subacquee Stan Waterman, il cui inimitabile buonumore ed entusiasmo senza età lo ispirarono.
Dopo più di 2000 fotografie scattate a Palau, Todd tornò a casa completamente assuefatto a quell’insieme di arte, tecnologia, scienza e avventura che fanno parte della fotografia subacquea.
Da quel momento Todd si impegnò allo scopo di migliorare le sue capacità fotografiche, per poter catturare delle immagini uniche dell’oceano , di cui è innamorato fin da bambino.
Le sue opere sono apparse in molte pubblicazioni commerciali, vincendo inoltre diverse competizioni internazionali e venendo esposte anche all’ Oceanside Museum of Art.

Leica Luxus II venduta all’asta di Hong Kong per 460.000 Euro

Una rarissima Leica Luxus II è stata venduta ad un’asta di Hong Kong per una cifra di circa 460.000 Euro. Il modello che risale al 1932 è interamente placcato in oro e corredato di custodia in pelle di coccodrillo. Ne furono fabbricate solamente quattro ma non si hanno notizie certe su dove si trovino i restanti tre esemplari.

Il modello venduto all’asta apparteneva ad un fotografo (ora deceduto), di Bridport nel Galles, che acquistò la fotocamera dopo la seconda guerra mondiale e la usò per molti anni. 

Nel 2001 fece effettuare una perizia dagli esperti d’antiquariato del programma televisivo della BBC “Antiques Roadshow. Il valore stimato fu di circa 6000 Euro.

Nonostante una vendita “sottotono” rispetto alle previsioni che hanno visto la Luxus II, valutata 880.000 Euro ma aggiudicata per metà della stima, Leica non mostra alcun disappunto ricordando il record dello scorso anno nella vendita di una sua “Leica O” ad un’asta di Vienna per ben 2.160.000 Euro.  

Leica annuncia la nuova edizione del concorso Oskar Barnack Award 2014

Leica ha annunciato che a partire dal 15 dicembre 2013 saranno aperte le iscrizioni all’ Oskar Barnack Award 2014, la competizione internazionale indetta ogni anno dall’azienda.

In occasione del centenario della fondazione dell’azienda saranno aumentati i premi in denaro. Infatti il vincitore porterà a casa ben 10.000 euro e una fotocamera LEICA M completa di obiettivo.

Oltre all’evento madre, con un premio di 5000 euro e la medesima fotocamera della competizione primaria, il “Leika Oskar Barnack Newcomer Award” sarà dedicato alla categoria dei fotografi emergenti.

Per la prima volta sarà introdotto un ulteriore premio riservato ad una terza categoria. Il “Leica Oskar Barnack Public Awards“. Il vincitore si aggiudicherà un premio di 2500 euro.
“La fotografia come arte creativa è parte di una lunga tradizione dell’azienda, come anche la promozione di talenti emergenti. Ci sembrava logico incrementare i premi per la celebrazione del nostro centenario sia per il Leica Oskar Barnack Award che per il Newcomer Award.”
I partecipanti, esclusivamente dei fotografi professionisti, dovranno inviare una serie di dieci fotografie rappresentanti il tema “L’interazione tra l’uomo e l’ambiente“. Le iscrizioni saranno aperte fino al 31/01/2014, scopri di più sul concorso e  il vincitore della scorsa edizione.
Barnack all’opera nel suo laboratorio

Oskar Barnack (Lynow, 1° novembre 1879 – Bad Nauheim, 16 gennaio 1936) è stato un ingegnere ottico, meccanico, disegnatore industriale e padre della fotografia 35 mm.

Il nome “Leica” sta per Leitz Camera ed usava una pellicola ripresa dal 35mm cinematografico. Barnack decise che il classico formato 18 x 24 mm (3:4) non era abbastanza largo per produrre buoni fermo immagini, decise, quindi, di raddoppiare le dimensioni fino a 24 x 36 mm (2:3) ruotando la pellicola in orizzontale.

Ricoh lancia sul mercato il nuovo obiettivo ‘Pentax 08’, il più compatto grandangolo zoom

Di certo “Ricoh” (la società giapponese Riken Kankoshi Co. Ltd.) sa cosa vuole dai suoi prodotti. Dopo essere entrata di prepotenza nel settore della fotografia digitale nel 2011, acquisendo dalla Hoia Corporation il marchio e gli asset di “Pentax”, ha sviluppato sistemi dalle specifiche all’avanguardia per soddisfare le esigenze del panorama fotografico odierno.

Lo dimostra la sua ultima creazione nel campo degli obiettivi, il suo nuovo Pentax 08 dedicato alle macchine con attacco “Q”, si impone sul mercato come il più leggero e compatto grandangolo al mondo. Questo “piccolino” pesa solo 57 gr. ed ha un lunghezza di appena 38 mm al massimo zoom, con lunghezze focali di 3.8 – 5.9 mm, f 3.7 – 4. Perfetto per la fotografia paesaggistica e architettonica risulta molto efficiente negli spazi stretti con soggetti anche molto vicini alla fotocamera.

Precisione al millesimo e costruzione di grande qualità, realizzato con gruppi ottici di tre lenti asferiche che adottano il sistema DSA (Dual Super Aspherical) nel primo gruppo, formato da due lenti ED (Extra Dispersion) e da una SLD (Super Low Dispersion), garantendo una riduzione della distorsione prospettica al minimo e una compensazione dell’aberrazione cromatica su tutti valori di lunghezza focale, restituendo immagini pulite e ad alta risoluzione altamente definite in ogni punto.

“Ultime ma non ultime” le ulteriori caratteristiche: auto-focus interno rapido e silenzioso, Quick-Shift Focus System (passaggio rapido al fuoco manuale dopo aver agganciato il soggetto con l’AF), otturatore integrato nell’obiettivo, diaframma a iride, filtro ND (neutral density) incorporato, materiali di alluminio con rivestimento SP (super protect) per mantenere la superficie frontale libera da polvere.

Rappresentando un reale balzo in avanti nel mondo delle ottiche fotografiche il Pentax 08 uscirà in anteprima

sul mercato del Regno Unito al prezzo di 429.99 sterline. Non resta che attendere i listini negli altri paesi europei.

Nozioni di base per imparare a fotografare con il fondale nero – Tecnica fotografia in studio

Nonostante le innovazioni tecnologiche sia nel campo delle fotocamere che dei software di fotoritocco l’elemento fondamentale in fotografia rimarrà sempre la luce, senza di essa la fotografia non può esistere, per questo motivo dobbiamo capire come si comporta e come gestirla, tutto ciò è essenziale quanto il saper fare una foto correttamente. I principi di base della luce sono sempre gli stessi indipendentemente dalla situazione in cui ci si trova.
Uno di questi principi base è la legge dell’inverso del quadrato, una legge che possiamo applicare nella fotografia in studio per realizzare foto con sfondi neri o scuri.

L’intensità luminosa (o l’illuminamento o l’irradianza) o di altre onde lineari emanate da una sorgente puntiforme è inversamente proporzionale al quadrato della distanza dalla sorgente; un oggetto delle stesse dimensioni di un altro oggetto due volte più distante dalla sorgente riceve il quadruplo dell’energia nello stesso periodo di tempo.

In questo video viene spiegato chiaramente come possiamo ottenere uno sfondo completamente al buio o illuminato a seconda della distanza della luce principale dall’ oggetto o la persona che si sta per fotografare. Il video è in inglese coi sottotitoli sempre in inglese, ma dovrebbe essere facilmente comprensibile anche a chi ha un livello base della conoscenza di questa lingua, in realtà è comprensibile anche guadando semplicemente le immagini.