L’edificio che diventa un grande Cubo di Rubik: quando Architettura ed Elettronica si incontrano

A Linz, in Austria, nella sede della Ars Electronica, laboratorio di sperimentazione permanente di arte e tecnologia, Javier Lloret mette in azione (nel vero senso della parola) il suo lavoro di tesi. 
Due prospetti della Ars Electronica si illuminano e subito la celebre griglia 3×3 del Cubo di Rubik è pronta per essere risolta. 
Di fronte, i passanti sono invitati a partecipare al gioco e a risolvere il rompicapo e per farlo hanno a disposizione un “controller”. 
Il cubo di Rubik bianco che fa da controller, con elementi di superficie stampati con sistema di 3D printing, comunica tramite bluetooth con un ricevitore e trasmette, passando attraverso un software, la disposizione dei colori suggerita dall’abilità logica del giocatore. Contiene, tra i vari sensori, un accelerometro, che permette, orientando a dovere il controller, di scegliere la faccia del cubo su cui disporre le tessere colorate, avendo a disposizione solo due prospetti dell’Ars Electronica
Quando il giocatore risolve il rompicapo la facciata diventa di un unico colore! 
Ecco come, con un uso semplice ma sapiente dell’elettronica, Javier Lloret trasforma il luogo privato, sede di sperimentazioni e studi, in un luogo pubblico di grande effetto, regalando agli abitanti della città momenti di svago e riunendoli con uno spettacolare gioco di luci.

Non è la prima volta che il giovane designer collabora nella sperimentazione di quelli che si potrebbero definire “giochi elettronici per la città”. 

Guardate cosa è riuscito a fare qualche anno fa, realizzando un “tetris umano” in piazza. 
Lummo Blocks (2010)
   
Per altre informazioni sui lavori e le idee di Javier Lloret & co.: 
Fonti: 
Annunci

33 Idee pazzesche per rendere unica e spettacolare la vostra casa!

Tutti noi abbiamo una qualche idea su quale aspetto dovrebbe avere la casa dei nostri sogni. Ad alcuni di noi potrebbe semplicemente stuzzicare l’idea di avere una piscina, mentre altri potrebbero ricercare un design futuristico, un’elevata eco-sostenibilità o l’integrazione con degli elementi naturali. Indipendentemente da quale sia la componente che possa rendere unica la vostra casa dei sogni in questo articolo potrete vedere alcuni esempi di abitazioni in cui i padroni di casa sono riusciti a realizzare alcune delle loro più grandiose fantasie di design casalingo.
Questi ingegnosi miglioramenti per le abitazioni vanno da piscine ed acquari a spazi intelligentemente nascosti dove conservare le proprie cose, mobili multifunzione e… passerelle di passaggio per gatti!
Attenzione! – Vogliamo avvisarvi che la visione di queste immagini ha un elevatissimo rischio di lasciarvi con una sensazione di insoddisfazione legata alla vostra dimora attuale!

1) Letto-Acquario
Spero che abbiano calcolato bene la robustezza… o che quantomeno non ci tengano dentro dei piranha 
Crediti dell’immagine: acrylicaquariums.com
2) Lampadario che trasforma la vostra stanza in una Foresta
Perfetto per una serata a base di racconti dell’orrore
Crediti dell’immagine: Hilden and Diaz
3) Piscina Scoperta-Coperta
Per stare a mollo con il sole e con la pioggia
Crediti dell’immagine: Sconosciuto
4) Tavolo a Dondolo

Finalmente ci si potrà dondolare senza il rischio di cadere all’indietro
Crediti dell’immagine: psfk.com
5) Sabbia di mare sotto la Scrivania
Per chi sogna il mare anche in città
Crediti dell’immagine: Justin Kemp
6) Scala a Chiocciola con Scivolo
Utile quando hai fretta di arrivare al lavoro
Crediti dell’immagine: Sconosciuto
7) Sistema di transito per Gatti
Come se non avessero già tanti modi per tenderci degli agguati…
Crediti dell’immagine: Because We Can
8) Pavimento in Vetro con Pozzo aperto nel proprio Bagno
Almeno non ve la farete… addosso…
Crediti dell’immagine: Hernandez Silva Arquitectos
9) Tavolo Multiuso, per la Cena e per il Biliardo
Dai mamma! Muoviti a sparecchiare!
10) Letto-Amaca
Zzzzz….
Crediti dell’immagine: Le Beanock
11) Ripostiglio Sottoscala
Un po’ di spazio extra torna sempre utile
Crediti dell’immagine: Deriba Furniture
12) Cinema da Giardino
Non dimenticate di accendere uno zampirone
Crediti dell’immagine: fancymaterial.com
13) Porta da Ping Pong
E se state perdendo potete sempre sbatterla in faccia all’avversario…
Crediti dell’immagine: Tobias Fraenzel
14) Facciata che suona una Melodia quando Piove
Chissà il casino quando grandina!
Crediti dell’immagine: ingeniumetars
15) Vasca da Bagno Trasparente
Perchè l’immaginazione è sopravvalutata
Crediti dell’immagine: Stern McCafferty
16) Giardino Verticale delle Erbe in Cucina
Attenzione a non tenere l’erba gatta accanto al basilico
Crediti dell’immagine: Sconosciuto
17) Scalinata-Libreria
Da adesso saprete dove tenere le vostre collane preferite
Crediti dell’immagine: Levitate Architects
18) Giardino tematico con Spiaggia e Braciere
Attenti a non fare andare a fuoco il pelo del cane
Crediti dell’immagine: Sconosciuto
19) Cantina per Vino a Spirale
Sembra un rifugio antiatomico… ma più allegro
Crediti dell’immagine: spiralcellars.co.uk
20) Stanza-Casa sull’albero per bambini
Chiedete il permesso a vostra moglie se non volete farla arrabbiare
Crediti dell’immagine: mytropolisdesign.com
21) Camera da letto-Nave Pirata per voi
Non chiedetelo neppure a vostra moglie se non volete farla arrabbiare
22) Piscina ad ingresso graduale
Utile per i più freddolosi
Crediti dell’immagine: houzz.com
23) Porta molto colorata!
Crediti dell’immagine: studio.arminblasbichler.com
24) Amaca sospesa sulle scale
Sai che scherzoni da la sopra
Crediti dell’immagine: ooda.eu
25) Caverna di ghiaccio in camera
Scusa hai lasciato il frigo aperto?
(Stallattiti di ghiaccio formatesi in un edificio di Chicago a causa della cattiva manutenzione di un deposito frigorifero.)
26) Stanza con Pista da Skate
Per skateare con qualunque condizione atmosferica
Crediti dell’immagine: Pierre Andre Senizergues
27) Tavolo con Braciere
Ricordate di non appoggiare i piedi sul tavolino
Crediti dell’immagine: moma-design.it
28) Ufficio da Giardino
Futuristico
Crediti dell’immagine: officepod.co.uk
29) Scivolo interno
Mi rendo conto che ormai le scale sono troppo mainstream
Crediti dell’immagine: David Hotson
30) Passerella per Gatti Attorno alla Casa
Con una cosa del genere non esaurirete mai la vostra sacrosanta scorta di gatti
Crediti dell’immagine: nekomemo.com
31) Falò da Tavolo
Altro che camino
Crediti dell’immagine: Sconosciuto
32) Tennis da Tavolo della Cucina
Perchè usarlo per cucinare e mangiare è fuori moda
Crediti dell’immagine: hammacher.com
33) Piscina da Balcone
Vi prego portatemi li e lasciatemici
Crediti dell’immagine: James Law

Se ti è piaciuto questo post seguici dalla nostra pagina facebook a questo link: Epì Paidèia – Giornale online di Arte e Cultura

Personal Architecture rinnova il SuperCubo di Piet Blom

Cube Houses, Rotterdam   Album di viaggio personale
Quando si visita l’eclettica città di Rotterdam, non si può non rimanere affascinati da un complesso edilizio a dir poco particolare che sorge vicino alla stazione. Le “Cube Houses” di Piet Blom, realizzate tra il 1982 e il 1984, e rappresentative dello Strutturalismo olandese: movimento di reazione al Razionalismo degli anni precedenti. 
Si tratta di una selva di cubi ruotati a 45° e incastrati in un tronco esagonale. 

Cube Houses, Rotterdam   Album di viaggio personale
Dopo trent’anni, i quattro piani del “SuperCubo” (la più grande delle 40 case del complesso residenziale), non avevano ancora trovato una vera e propria destinazione d’uso. Mentre le altre Cube Houses più piccole accolgono da sempre residenze e camere d’albergo, lo studio di architetti olandesi con base a Rotterdam, Personal Architecture, nell’estate del 2013, dà vita ad un grande rinnovamento, trasformando la struttura in un residence con 22 stanze per detenuti in via di scarcerazione. 
L’intervento fa parte di un programma di recupero gestito dalla Fondazione Exodus, che aiuta gli ex detenuti a costruire una nuova vita dopo il carcere grazie all’utilizzo di alloggi temporanei. 
Gli architetti Sander van Schaik e Maarten Polkamp spiegano: “l’edificio era buio, si riscaldava rapidamente e non vi era alcuna relazione tra i piani”
In un progetto in cui la condivisione, la comunicazione e la trasparenza sono condizioni essenziali per il reinserimento nella società, al progetto originario di Blom andavano apportate delle modifiche. 

SuperCube,  Personal Architecture  http://www.personal-architecture.nl/
La discontinuità tra i piani era il problema principale. Gli architetti decidono di risolverlo inserendo un “albero” di 3 x 3 metri a tutta altezza per portare la luce naturale attraverso la casa.
Il vuoto che si crea genera il cosiddetto “effetto camino”, che richiama aria fredda fino ai livelli superiori molto caldi e soprattutto fornisce una grandissima quantità di luce a tutti i livelli sottostanti. Al suo interno trovano posto diverse funzioni: reception, dispensa, lavanderia / bagno e la cucina. 
Inoltre, questo “albero” di servizio ha anche funzione di supporto alle scale che si snodano lungo i quattro piani protette da una rete metallica, allo scopo di razionalizzare la circolazione interna.

Le camere da letto circondano l’atrio disposte sui due livelli intermedi ognuna dotata di bagno privato, mentre al piano superiore un open space permette di svolgere diverse funzioni grazie alla cucina, una camera da pranzo comune e un’area computer. Ai piani inferiori trovano posto reception e uffici. 
Pianta piani intermedi,  Personal Architecture  http://www.personal-architecture.nl/

Così, il SuperCube di Piet Blom tramite lo splendido rinnovamento dello studio Personal Architecture, permette di ribadire come l’architettura svolga, oltre alla sua funzione primaria di riparo, anche quella di bene comune, di socializzazione e di riabilitazione attraverso il bel design.

Analogia Project: scenari immaginari con la lana

Analogia Project    www.analogiaproject.com
La Maison francese Hermès affida l’allestimento delle sue vetrine allo studio Analogia Project. Studio di Emilia Serra, architetto, e di Andrea Mancuso, designer, scoperti da Pierre Alexis Dumas, direttore artistico della maison. Entrambi di Roma, laureati alla Sapienza, e vissuti per molto tempo in Gran Bretagna, hanno sviluppato un linguaggio visivo integrando lo spazio reale con entità astratte attraverso oggetti realizzati in lana nera e fili trasparenti, creando così scenari poetici e immaginari. 
La lana: passione da sempre di Emilia Serra. 
Negozio Hermès   http://www.analogiaproject.com
Per questo progetto Emilia e Andrea hanno lavorato per settimane in un laboratorio di allestimenti a fianco di artigiani. “Il fare italiano è per noi un elemento di forte richiamo” così spiega Andrea durante un’intervista per Living. Per le vetrine: uno storyboard, dove appaiono delle sagome che rappresentano una foresta di foglie all’interno di una lightbox. Tutto si integra con gli oggetti tridimensionali di lana che disegnano presenze quotidiane: un’altalena, dei fiori, una casetta, un orologio a pendolo. 
Il progetto prende il nome di “Partie de Champagne”, un film del 1936 di Jean Renoir per il quale hanno preso spunto. Il cinema è infatti uno dei loro riferimenti, definito da Emilia Serra come luogo di attraversamento.
Negozio Hermès   http://www.analogiaproject.com
Altri progetti che hanno riguardato l’uso della lana sono : l’installazione DLF nel ristorante Sketch a Londra per il London Design Festival, qui lo studio ha deciso di rappresentare un tavolo, due sedie e un vaso in lana bianca ma tutto sottosopra. 
Nella mostra presso il negozio Le Bon Marchè, dal quale il progetto ha preso il nome, lo studio ha rappresentato con la lana le borse icona delle più importanti firme. 
Per i prossimi progetti “ Stiamo sperimentando il cemento ma non vogliamo anticipare dettagli” spiegano per Living, e concludono “….l’idea di lavorare con maestranze artigiane di grande valore ci fa pensare che le nostre creazioni non saranno solo presenze del quotidiano ma la testimonianza di una storia che sta scomparendo”. Cosi Analogia Project si presenta come uno degli studi italiani di design più interessanti sulla scena internazionale.
Ristorante Sketch Londra http://www.analogiaproject.com
Le Bon Marchè http://www.analogiaproject.com