Processione anti-Halloween: la curia di Bologna si schiera contro la ‘festa satanista’

È il 28 ottobre e, come tutti gli anni, ci si prepara per festeggiare Halloween: una festa diventata sempre più famosa col passare del tempo, capace di imporsi e diventare tradizione al pari del più antico Carnevale. C’è però chi non ci sta, ed è pronto a protestare.
A rifiutare il “rito pagano” è la curia di Bologna, che sta organizzando una processione ed una preghiera anti-Halloween da svolgersi proprio il 31 ottobre. Il Monsignor Gabriele Cavina, provicario dell’Arcidiocesi, spiega che “la proposta di celebrare con un rito cristiano la sera del 31 ottobre risponde all’esigenza di riproporre lo spirito giusto della vigilia di Ognissanti a fronte di una deriva commerciale e carnevalesca di gusto horror, che la ‘moda’ di Halloween ha imposto, soprattutto ai giovani e giovanissimi, negli anni recenti”. 
Il Monsignore e la parrocchia sembrano intenzionati ad andare fino in fondo. Cavina ha anche precisato come Halloween sia una “festa importante per i satanisti, che corrisponde alla vigilia dell’anno nuovo secondo il calendario delle streghe”. Al termine della processione, che prenderà il via alle 21 dalla chiesa di Santa Sofia del Meloncello, è prevista anche “la distribuzione delle “fave dei morti”: infatti la tradizione ci consegna anche il dolcetto, ma senza la beffa di uno scherzetto!”
Giovanni Zagarella
Annunci