Maison Trois Garçons: un LifeStyle Cafè a Londra

A Londra, nella nota area di Brick Lane e a pochi metri dalla stazione di Shoreditch Highstreet dell’EastEnd londinese, spiccano gli interventi di Les Trois Garçons: Hassan Abdullah, Michel Lasserre e Stefan Karlson ( http://www.lestroisgarcons.com/ ).
http://www.homesandproperty.co.uk/
Il primo intervento del trio è su Bethnal Green, un elegante e sfarzoso ristorante al quale hanno dato il proprio nome, mentre il secondo straordinario intervento si trova in Redchurch Street, appena girato l’angolo della strada: è “Maison trois garçons”, un luogo nel quale il rito del tè inglese è accompagnato dalla possibilità di comprare qualsiasi oggetto in esposizione, sia esso un accessorio per signora o un oggetto di arredamento come la sedia sulla quale si siede. 
Un vero e proprio LifeStyle Cafè, un luogo di vendita al dettaglio che offre qualcosa per tutti. 
L’ambiente ha una struttura scarna e il trattamento delle pareti è realizzato con mattoni a vista e legno di recupero in stile vintage industriale, il tutto per accogliere un arredamento ad effetto, colorato ed esuberante, come i lampadari a forma di palloncini che sembrano essersi bloccati sul soffitto o l’insegna luminosa del “Mago di Oz” dietro il bar, al di sotto della quale sono in vendita cuscini che ritraggono cani e gatti vestiti come Lords inglesi: i veri padroni del locale. 

Oltre ad oggetti di design contemporaneo, Les Trois Garçons hanno inserito anche qui, come nel loro ristorante omonimo, numerosi oggetti d’epoca, naturalmente anch’essi in vendita insieme a borse e vestiti alla moda.

All’ingresso bellissimi tavolini rivestiti di mattonelle portoghesi e sedie vintage, più avanti il bar e in fondo a destra il vero e proprio salone. 

http://www.weheart.co.uk
Qui si possono scegliere con estrema comodità gli oggetti da comprare durante una colazione o una cena, oppure semplicemente si può godere delle costosissime poltrone e del buon gusto del negozio. 

Il Maison Trois Garçons è stato pensato e realizzato come un salotto, un luogo accogliente che nutra corpo e spirito e a nostro parere l’intento è stato perfettamente raggiunto.
Annunci

Nikon DF: caratteristiche e immagini della fotocamera dal look Vintage!

Dopo tanta attesa, dopo tanto vociferare e tanto spiare, finalmente è ufficiale: l’ erede della storica Nikon FM2 è arrivata! Seguita da un periodo incessante di spionaggio da fare invidia agli 007 più evoluti, la nuova Nikon DF verrà ufficialmente presentata oggi al Salon de la Photo di Parigi.
Ciò che è stato anticipato in un precedente articolo, viene ulteriormente confermato: la DF ha un sensore Full Frame da 16,6 Megapixel da 23,9x36mm, ereditato dal modello D4, e un sistema di AutoFocus da 39 punti preso in prestito dalla D610. Il tutto confezionato in un corpo macchina dallo stile vintage per i nostalgici della pellicola.
Per chi la fotografia l’ ha fatta molto prima dell’ avvento del digitale, Nikon ha voluto mantenere la tradizione dei comandi meccanici a vista, senza il bisogno di perdersi in complicati menu o sottomenu.

La ghiera meccanica dei tempi di esposizione è stata lasciata esattamente lì dove si trovava un tempo, nella parte destra del dorso, e con tanto di posa B; il pulsante di scatto mantiene ancora la filettatura per lo scatto flessibile; al posto della manovella per il riavvolgimento della pellicola, troviamo la ghiera di regolazione degli ISO. Sempre nella parte superiore, troviamo un mini display monocromatico per le regolazioni veloci.

Una caratteristica che probabilmente non mancherà ad alcuni utilizzatori, è la funzione di ripresa video: Nikon ha voluto creare una fotocamera “pura” per chi ha voglia di fare “pura fotografia”.

Il pentaprisma è molto grande, lo stesso della Nikon D800, con copertura del 100%.

In breve, queste sono le altre specifiche tecniche della fotocamera:
  • Sensore CMOS da 16,6 Megapixel
  • Sensibilità ISO da 10 a 12.800 (espandibili da 50 a 204.800)
  • Velocità di scatto continuo fino a 5,5 fotogrammi al secondo
  • Sistema AutoFocus a 39 punti con 9 punti a croce
  • Display da 3,2 pollici e 921 mila punti
  • Velocità di scatto fino a 1/4000
  • Formato file: NEF (Raw) – JPEG – TIFF – NEF (Raw) + JPEG
  • Compatibile con tutti gli obiettivi Nikon F
  • Slot SD card singolo
  • Batteria En-EL14 (durata circa 1.400 scatti)

Il prezzo del corpo macchina (al momento disponibile solo in dollari) sarà di $ 2.749 e di $ 2.999 in abbinamento al Nikkor 50 mm f/1.8, in edizione speciale riadattato allo stile estetico della fotocamera.

Nikon pensa ad un ritorno al passato: una gamma di prodotti ispirata alla FM2

Le voci di corridoio che si susseguono in questi giorni, relative ad un modello di fotocamera Nikon in stile retrò, potrebbero essere confermate nel prossimo mese di novembre. Si pensa, infatti, che Nikon voglia introdurre alla propria gamma di prodotti una fotocamera digitale ispirata al design della tanto amata FM2 a pellicola.

Il cuore digitale della futura DF (Digital Fusion) sarà un sensore digitale Full Frame, ripreso dal modello D4, con una risoluzione di 16,2 megapixel e processore EXPEED 3. Il design del corpo sarà ripreso dalla FM2, con dimensioni di 143,5x110x66,5 mm e, probabilmente, sarà disponibile in due colori: tutta nera e nera/argento.

Il minino a pentaprisma – quindi non sarà mirrorless – sarà più grande e innesto Nikon, ovviamente. Il range degli ISO andrà da 100 a 12.800 nativi, con estensione da 50 a 108.200 ISO.
La velocità di scatto sarà di 5,5 fotogrammi al secondo fino a 100 scatti e le immagini verranno visualizzate su un display da 3,2”. Non è prevista la funzione di registrazione video.
E’ previsto, inoltre, l’ abbinamento in kit con un’ edizione speciale dell’ obiettivo Nikkor 50mm f/1.8, il quale avrà un design adattato allo stile della macchina.
Dunque, non ci resta che avere pazienza e attendere la prima settimana di novembre, nella quale si pensa verrà annunciata al Salon de la Photo di Parigi…e “It’s in my hands, again”.