Black Sabbath: forse non ci sarà un altro album

Durante un’intervista alla rivista inglese “Classic Rock”, i Black Sabbath alla domanda sull’eventualità di un nuovo album con materiale inedito, dopo il loro penultimo lavoro “13” hanno risposto all’unanimità e con marcato scetticismo a proposito di un disco futuro: “Non ne abbiamo parlato, francamente”, ha detto Tony Iommi“Non so se sarebbe la cosa giusta da fare. Dio solo sa le aspettative che ci sarebbero. Probabilmente mi verrebbe un infarto per la preoccupazione! Fare ’13’ è stata una bella esperienza, memorabile e se fosse il capitolo finale non potremmo che esserne felici. Però chi può dirlo. Non ci precludiamo nulla. La storia di questo gruppo mi ha insegnato a non dire mai la parola ‘mai'”
E Geezer Butler ha aggiunto: “Per quanto mi concerne, è chiusa bene così. Se facessimo un altro disco non avrebbe lo stesso feeling, secondo me. E con i buoni risultati che stiamo ottenendo con questo, anche il prossimo dovrebbe almeno andare al numero uno ovunque, altrimenti sarebbe percepito come un fallimento!“.
Ozzy invece ha commentato: “Vedremo cosa succederà. Abbiamo promesso un nuovo album 15 o 20 anni fa e ci è voluto tutto questo tempo perché succedesse. Non credo ne vedrete un altro nei prossimi 20 anni, mettiamola così”.


Annunci

Rock in Idro 2014: confermati gli Iron Maiden al Festival made in Bologna

Ritorna la nuova edizione di Rock in Idro, dopo il forfait dell’anno scorso a Milano, quest’anno ad ospitarlo sarà la città di Bologna, all’Arena Joe Strummer. Il programma del Festival si preannuncia molto ricco,con un nuovo format che offrirà generi musicali mai proposti, proponendosi in una veste sempre più internazionale.

L’evento sarà suddiviso in quattro serate: venerdì 30 maggio sarà la serata dedicata alla musica elettronica, con un live set di grandi artisti internazionali, di cui il cast è ancora in lavorazione e verrà annunciato prossimamente. Sabato 31 maggio faremo il pieno di energia con il punk rock degli Ska-P. Il gruppo madrileno reduce del fortunatissimo tour italiano della scorsa estate, scalderà la seconda serata del festival insieme ad un co-headliner e diversi special guest.

Ciò che maggiormente colpisce degli Ska-P sono la forza che imprimono sul palco, l’aggressività del punk unita alle melodie armoniose dello ska, oltre che agli argomenti trattatati nei loro testi come: diritti umani, legalizzazione della marijuana, vivisezione, abolizione della corrida, antifascismo. Domenica 1 giugno è la volta del grande metal con i leggendari Iron Maiden con l’unico concerto previsto in Italia! Il 2013 è stato un altro anno da record per la storica band britannica fondata da Steve Harris a metà degli anni ’70.

Il “Maiden England World Tour” ha toccato diversi paesi sia in Europa che in America Latina, con un breve viaggio di ritorno negli Stati Uniti. Lunedì 2 giugno è la serata dedicata all’indie e all’alternative rock con band del calibro di Queens Of The Stone Age accompagnati da Pixies e Bill Clyro. Reduci da una data sold out al Forum di Assago lo scorso 3 novembre per promuovere il loro sesto album in studio “Like Clockwork”, i Queens Of The Stone Age tornano ad esibirsi di nuovo live in Italia al Rock in Idro 2014. I biglietti per prendere parte al Festival saranno in vendita dal 18 dicembre sul sito di Ticketone e nei punti vendita autorizzati. Rock in Idro 2014: – 30 maggio: Dj set di musica elettronica – 31 maggio: Ska-P + Special Guest – 1 giugno: Iron Maiden – 2 giugno: Queens Of The Stone Age, Pixies e Bill Clyro.

Tour in Europa dei Metallica

La prossima estate i Metallica saranno in tour in tutta Europa, e negli ultimi giorni sono state rese note le loro prime tappe, che saranno ai primi di giugno. Ancora in Italia non sono stati annunciati loro live, ma con molta probabilità la storica band statunitense avrà delle date anche da noi.
Per i più appassionati c’è la possibilità di seguire on line il loro concerto che si terrà l’8 dicembre nel Circolo Polare Antartico. Nel mentre i Metallica per le loro date europee hanno pensato di dare ai fan la possibilità di votare i brani che vorrebbero ascoltare durante i concerti ai quali assisteranno “Daremo a tutti i possessori dei biglietti la chance di votare i biglietti on line, e vi arriverà una mail con un codice e un link su cui poter esprimere le vostre preferenze”.
La scaletta dei Metallica in tour sarà formata da 18 canzoni per ogni tappa, e la band farà scegliere ai propri fan 17 brani, mentre una sola canzone sarà completamente inedita magari tratta dal nuovo album. “Potete votare tutte le vostre canzoni preferite tra le 140 che abbiamo realizzato in questi venti anni di attività, e per rendere ancora più divertente la competizione, daremo la possibilità a tutti voi di seguire in tempo reale l’andamento del voto attraverso il nostro sito ufficiale”.
Ricordiamo che i Metallica sono un gruppo thrash metal statunitense formatosi a Los Angeles nel 1981. Sono entrati a far parte nei “Big Four” del thrash metal insieme a Megadeth, Slayer ed Anthrax, grazie soprattutto alla velocità dei pezzi, tecnicismi strumentali e aggressività. Raggiunsero l’apice del successo nel 1986 con la pubblicazione di Master of Puppets. Nel 1991 con l’album omonimo arrivò il successo commerciale che portò la band al primo posto nella classifica Billboard 200, con cui grazie a sonorità più semplici ed orecchiabili, non si rivolgeva più al solito pubblico thrash. Con più di 100 milioni di dischi venduti, di cui solo 60 milioni solo negli Stati Uniti, la band è annoverata come una delle formazioni di maggior successo nella storia dell’Heavy Metal e del rock contemporaneo. Ecco le primi tappe del tour europeo: 4 giugno: Amburgo – Sonisphere Festival 6 giugno : Norimberga – Nurnburg Rock Im Park 8 giugno: Nürburgring – Rock Am Ring

Carcass: Surgical Steel – Recensione disco

Il 13 Settembre 2013, dopo ben 17 anni di attesa, è uscito Surgical Steel, il nuovo album dei Carcass.
Ciò che è chiaro fin dal primo brano, “1985”, è che i Carcass non si sono scordati di loro stessi e della loro carriera ma, anzi, se ne ricordano dal primo all’ultimo secondo. L’intro è, infatti, una citazione all’anno in cui iniziarono a suonare per la prima volta heavy metal (prima della svolta estrema).
Con un ritmo calzante e una rabbia tutt’altro che appiattita, i nuovi Carcass percorrono brano per brano i passi della loro storia: pezzi come “Thrasher’s Abattoir” e “Noncompliance to ASTM F 899-12 Standard” si rifanno alle vene puramente grindcore dei primi lavori (Reek of Putrefaction, Symphonies of Sickness), invece brani come “316L Grade Surgical Steel” e “The Master Butcher’s Apron” vogliono riprodurre il melodic death metal degli anni d’oro e dei capolavori (Heartwork).
Da molti definito come un album solo di fan service e poco sentito, Surgical Steel è in realtà un lavoro dal sapore nostalgico che riesce, mantenendosi su un buonissimo livello, a fondere le varie tradizioni di un gruppo molto eclettico.

Non ci troviamo di fronte a un capolavoro, le pecche del cd sono chiare: troppi riferimenti al passato e troppi pochi al futuro, quasi nessuna canzone definibile come punta di diamante e troppo spesso composizioni dimenticabili. Tuttavia, Surgical Steel merita assolutamente l’ascolto da parte dei fan della band e del genere.

La perla che i Carcass ci lasciano con questo disco è senza dubbi il brano finale: melodic death metal condito da riff dal sapore heavy e tradizionale, “Mount of Execution” in 8:25 minuti si evolve tra malinconia e rabbia con un’esecuzione perfetta e molta ispirazione.
Surgical Steel è senza dubbio una promozione per una delle più importanti e influenti band della scena.

Ricordo agli amanti del gruppo che si esibiranno, assieme agli Amon Amarth, il 24 Novembre 2013 a Trezzo sull’Adda(MI).

Tony Iommi dei Black Sabbath: ‘La salute prima della band’


Nathan Carson
di Billamette Week ha parlato recentemente col chitarrista dei Black Sabbath, Tony Iommi, riguardo al nuovo album della band, “13” – il primo in 35 anni con Tony, il cantante Ozzy Osbourne e il bassista Geezer Butler.
Alla domanda su come i Black Sabbath hanno deciso di ingaggiare Brad Wilk dei Rage Against The Machine, a seguito del rifiuto del batterista originale dei Sabbath, Bill Ward, di aderire a una reunion, Iommi risponde: ” Rick (produttore del disco) suggerì Ginger Baker ma rifiutammo. Non pensavamo che Ginger Baker fosse stato…non volevamo andare in studio e avere, uhm, problemi. E provammo alcuni grandi batteristi, alcuni grandi nomi. Ed erano ottimi. Ma Rick in particolare suggerì Brad Wilk. Ed è stato grande perch Brad non aveva idea di quello che stavamo facendo. Non gli abbiamo lasciato ascoltare le tracce con la batteria. Volevamo vedere cosa avrebbe messo in quelle tracce. E Brad è stato davvero un bravo ragazzo. Ha lavorato duro, ed è stato molto serio. E poi si è abituato a noi. Si è abituto ai nostri scherzi, il modo in cui ci prendiamo in giro
Iommi ha anche parlato della sua salute un anno e mezzo dopo che gli fu diagnosticato un linfoma.
Ronny (James Dio) aveva mal di stomaco e qualche notte prima di salire sul palco mi disse “Oh mi fa davvero male la pancia” e mi chiese se avevo qualche antidolorifico. Gli dissi “dovresti farti controllare, lo sai, Ronnie”. Ovviamente lo fece ma era troppo tardi. E’ questo il problema. E’ facile sottovalutare queste cose. Voglio dire, sono probabilmente più esagerato che mai adesso. Mi controllo ogni giorno. Non si sa mai.
Riguardo alla possibilità di pubblicare un nuovo album in studio dopo “13” Iommi risponde: “Tutto dipende dalla mia salute, davvero. Ma non penso sarà difficile fare un altro album, perchè lavoriamo bene insieme una volta che cominciamo. Ed ho un sacco di idee. Ma dovremo vedere cosa succederà alla fine dell’anno, dopo il tour. Voglio dire, per me, questa è una nuova avventura, perchè è la prima volta che sono fuori in tour da quando sono stato malato negli ultimi due anni. E devo trattare le cose in modo differente da quanto facevo cinque anni fa. Ho sempre messo la band al primo posto, ma adesso, ovviamente, devo mettere la mia salute

Marco Barone

I Black Sabbath verranno onorati del titolo di ‘Living Legends’ al Classic Rock Roll of Honour

I pionieri dell’heavy metal britannico, i Black Sabbath, verranno onorati del titolo di “Living Legends” (leggende viventi) alla nona edizione dell’annuale Classic Rock Roll Of Honour, che si terrà Martedi 14 Novembre a Londra, alla England’s Roudhouse.
Ozzy Osbourne, cantante dei Black Sabbath ha commentato: “E’ bello essere una leggenda vivente. Meglio che una leggenda morta”
I passati vincitori del premio Living Legend includono ZZ TOP, Jeff Beck, Alice Cooper, Jimmy Page, Lemmy e Iggy Pop. Quest’anno Ozzy Osbourne otterrà il suo secondo titolo – lo vinse già nel 2008 come artista solista – insieme ai suoi compagni di band.
Chris Ingham del Classic Rock magazine aggiunge : “Siamo contentissimi di dare il benvenuto ai Black Sabbath per assegnargli il nostro premio di leggende viventi. E’ completamente meritato, non solo perchè hanno una brillante carriera da festeggiare, ma anche perchè Ozzy, Geezer e Tony sono tornati alla grande quest’anno con un ottimo nuovo album, che ha ricordato a tutti noi come andrebbe fatto un disco
Il loro nuovo album, “13”, è entrato nella classifica ufficiale in UK piazzandosi al primo posto, ha venduto 13000 copie, battendo “BE” dei Beady Eye di Liam Gallagher.
L’ultima volta che i Black Sabbath entrarono nella top chart UK fu quasi 43 anni fa, nell’Ottobre 1970 con il secondo LP della band, “Paranoid“.

Marco Barone

"Walk Through Exits Only", nuovo album di Phil Anselmo, si posiziona nella top 40 di Billboard

Walk Through Exits Only“, il primo album solista di Philip Anselmo, leggendario frontman dei Pantera, ha venduto circa 8700 copie negli Stati Uniti alla sua prima settimana di rilascio, debuttando alla posizione No. 35 di Billboard.

Prodotto da Anselmo e Michael Thompson, e registrato durante gli scorsi due anni nello studio di Philip a New Orleans, con la sua band The Illegals – formata da Marzi Montazeri alla chitarra, Josè Manuel Gonzales alla batteira e Bennett Bartley al basso – “Walk Through Exits Only” è abrasivo, aggressivo, incazzatissimo e 100% Anselmo. Chitarre taglienti e selvagge percussioni, accompagnano le urla di Anselmo, nella sua inflessibile forocia e incontenibile fuoco.
Le 8 traccie dell’album sono:
01. Music Media Is My Whore
02. Battalion Of Zero
03. Betrayed
04. Usurper Bastard’s Rant
05. Walk Through Exits Only
06. Bedroom Destroyer
07. Bedridden
08. Irrelevant Walls And Computer Screens
Anche se “Walk Through Exits Only” è stato appena rilasciato, Anselmo ha affermato di voler scrivere nuova musica che sarà disponibile prima dell’anno nuovo.
Ho altre due canzoni che rilascerò solo per il prossimo Housecore Horror (film) festival  alla fine di Ottobre ad Austin, Texas” dice Anselmo. “queste due canzoni, penso si intreccino fottutamente bene. Sono molto sarcastiche, sottili. Fa tutto parte dello sfasciato mondo del vecchio Philip Anselmo – e non indendo ubriaco e devastato. Intendo solo fotuttamente pazzo.
Anselmo dice di aver lavorato su una stima di 15/17 canzoni per “Walk Through Exits Only“.
Avrei potuto inserire quante canzoni volevo, ma per me , queste otto tutte insieme, circa 40 minuti in totale, sono la mia idea di perfetta lunghezza di un album. Quando comincia a diventare più lungo diventa un po’ rindondante e noioso, e non volevo annoiare nessuno.
L’introduzione al mondo di Phil Anselmo & The Illegals avvenne con l’EP “War of the Gargantuas” all’inizio del 2013. Le due canzoni inserite nell’ep – “Conflict” e “Family, Friends and Associates” – sono state solo un separato assaggio di quello che sarebbe stato l’album finale.
Non era una questione di fare un colorato disco trash o heavy metal” Anselmo spiega sul progetto. “E’ un album incazzato come solo io potevo farlo. Non vedo nessun altro lì fuori a urlare sulla stessa merda per la quale urlo io. Su questo album non c’è alcun gioco di parole, nessun messaggio nascosto, è tutto lì di fronte a voi
A seguire il nuovo video ufficiale del singolo “Bedridden” :