Fat Flag: modelli col corpo dipinto coi colori delle bandiere che mangiano il corrispettivo cibo nazionale

La prima cosa che viene in mente quando si vede la bandiera americana? Libertà, la Statua della Libertà! O forse anche un grosso hamburger, ed è quest’ultimo tipo di associazione ad essere stato utilizzato dal fotografo francese Jonathan Icher nella sua serie fotografica intitolata “Fat Flag“.
La Make-up artist Anastasia Parquet oltre a “pitturare” il corpo dei modelli aiutò Icher a scegliere le cinque nazionalità da rappresentare nel suo progetto. La Francia è rappresentata da un giovane che mangia un croissant, una ragazza Giapponese mangia sushi, ovviamente l’Italia è rappresentata da una ragazza che mangia spaghetti, un uomo dipinto coi colori della bandiera Americana è pronto a ingoiare un hamburger e una ragazza mangia un uovo fritto per rappresentare la tipica colazione all’Inglese.

Se ti è piaciuto questo post seguici dalla nostra pagina facebook a questo link: Epì Paidèia – Giornale online di Arte e Cultura

I "Paesaggi Domestici" di Bert Teunissen

Bert Teunissen è nato a Ruulo, in Olanda, nel 1959. Negli ultimi sedici anni ha lavorato ad un progetto chiamato “Domestic Landscapes“.
Questo progetto ha lo scopo di ricreare la luce e l’atmosfera della mia infanzia, cercando di avvicinarsi il più possibile al posto dove sono nato“. La famiglia di Bert fu costretta a trasferirsi quando aveva otto anni, per via dell’opera di ammodernamento del paese.
Entrando per la prima volta nella nostra nuova casa realizzai che tutto ciò che mi era familiare e in effetti, la mia intera infanzia, sparì senza più tornare indietro“.
La perdita ebbe un forte impatto emotivo sul piccolo Bert “Quando chiudo gli occhi, ricordo ancora ogni stanza, angolo e spazio della mia vecchia casa, la sua atmosfera e il suo odore, ricordando persino il tipico rumore del pavimento e delle scale al mio passaggio“.
Una volta affermato come fotografo, Teunissen si rese conto di poter ricercare la sua atmosfera domestica nelle case di altre persone. “Ho iniziato questo progetto nel 1996 e non ho più smesso di fotografare questi ambienti, qualcuno potrebbe sostenere che io stia ricostruendo il mio passato mediante le fotografie dei posti che si avvicinano al mio nido d’infanzia“.
Nel 2012, dopo aver terminato il progetto con 800 scatti in 26 paesi, diede inizio a una nuova serie: “Domestic Landscapes 2.0“. Iniziando a lavorare con agenzie immobiliari, governi, architetti e istituzioni culturali, realizzando un nuovo archivio di immagini, questa volta non guidato dai suoi sentimenti personali ma solo dalla passione fotografica per la realtà contemporanea.
Nel tempo, queste immagini acquisiranno valore storico per le nuove generazioni, così come le vecchie foto lo sono state per me“.
Grazie al contributo finanziario della Mondriaan Foundation, la Dutch BKVB Fund e la Hazazah Film & Photography, il progetto è stato pubblicato nel 2007, ricevendo due premi nel 2008, il “PDN’s Annual Photography Award” e il “Prix de la Photograpie Paris“.
  
La pubblicazione è stata accompagnata da diverse esibizioni: Huise Marseille a Amsterdam, Photographer’s Gallery a Londra, Aperture Gallery a New York, Museum  Haus Esters a Krefeld e il Contact Photo Festival a Toronto
“Grazie al supporto della European Cultural Foundation“, ho potuto continuare il mio progetto in Europa centrale e in Europa dell’Est e insieme a “Currently Aperture” sto realizzando una nuova pubblicazione che contenga l’intero progetto”
La realtà rappresentata in questi scatti non è solo una ricostruzione di stanze o abitazioni ma è soprattutto una visione che, attraverso i soggetti e le scene, riporta la mente di ogni persona al suo personale e soggettivo modello di ambiente familiare: il profumo del caffè bollente nella moka, il barattolo dei biscotti sul tavolo assieme alle tazze di latte, il rumore delle pagine del quotidiano, il calore del forno acceso, il sole che entra dalla finestra, cose apparentemente piccole e insignificanti che però si identificano in una sola parola: CASA.

Da donne comuni a modelle Pin-Up grazie all’artista del Make-Up Vadim Andreev

Il ritratto è senz’altro uno dei generi fotografici più amati. Mentre alcuni artisti della fotografia hanno con il tempo imparato a destreggiarsi tanto con l’obiettivo quanto col photoshop, raggiungendo a volte risultati di altissimo livello (è il caso di Ulric Colette con i suoi “Ritratti Genetici“) altri come l’artista russo Vadim Andreev, decidono di affidarsi alle proprie abilità col Make-Up. 
I suoi risultati lasciano spesso e volentieri a bocca aperta dallo stupore; ed ancora di più ci lascia esterrefatti la consapevolezza che alle immagini in basso non è stato applicato il minimo fotoritocco! Grazie al solo uso di prodotti cosmetici Andreev riesce a trasformare delle donne in meravigliose cover girl!
Non ci meraviglia, a questo punto, che un russo esorti, prima del matrimonio, a portare la propria futura sposa a fare una sauna in modo vedere il suo vero aspetto, evitando che il make-up possa trarlo in inganno in modo tanto eclatante!
Ci chiediamo soltanto, a questo punto, se i partner delle donne in foto saranno in grado di riconscerle!

Se ti è piaciuto questo post seguici dalla nostra pagina facebook a questo link: Epì Paidèia – Giornale online di Arte e Cultura

Richard Silver e i suoi Panorami verticali delle chiese

Il fotografo americano Richard Silver ha realizzato una serie di panorami verticali che mostrano la parte interna di alcune chiese dall’ingresso all’altare lungo la navata. Ogni panorama è composto da sei a dieci scatti perfettamente intrecciati tra loro che formano una foto spettacolare. La foto simula quello che vede una persona stando in piedi al centro della chiesa. Ogni immagine offre una vista a 180 gradi che cattura la grandezza e l’altezza degli spazi meticolosamente progettati.

Per comporre un panorama, Richard Silver impiega circa un minuto, perché di solito non c’è tempo per scattare una foto prima che qualcuno appaia nel frame. Tuttavia, se il fotografo ha più tempo e gli viene permesso di utilizzare un treppiede, può prendersi anche 5 minuti per sistemare l’inquadratura. “Il vero lavoro viene fatto successivamente al computer – dice il fotografo – utilizzando Adobe Lightroom e Photoshop, unisco 6-10 foto insieme per creare il panorama verticale e impiego circa 20 minuti per completarlo. Direi che il tempo complessivo dall’inizio alla fine è circa mezz’ora per ogni foto”.

Chiesa di S. Francesco d’Assisi

Cattedrale del Cristo Re di Johannesburg

Chiesa di St. Vincent de Paul in California

Cattedrale del Santo Nome di Mumbai

Basilica della Santissima Trinità di Cracovia

Chiesa Iglesia de San Francisco in Messico

Hallgrímskirkja – chiesa di Reykjavík

Chiesa di Bratislava

Chiesa di San Mattia a Budapest

Basilica di Santa Maria in Cracovia

Convento de Santa Teresa in Bolivia

Chiesa di Sant’Andrea di Dusseldorf

Se ti è piaciuto questo post seguici dalla nostra pagina facebook a questo link:Epì Paidèia – Giornale online di Arte e Cultura

30 delle Fotografie più potenti mai scattate

Continua la nostra rubrica inerente le fotografie più rappresentative degli ultimi 100 anni, i nostri lettori sono stati commossi dalle “40 fotografie del passato che non potete assolutamente perdervi” e dalle “30 Fotografie di grande impatto che rappresentano l’umanità del nostro tempo“.

Visto il livello di gradimento dei precedenti articoli abbiamo deciso di approfondire la nostra ricerca, il risultato è a dir poco straordinario, ma attenzione: alcuni di questi scatti vi farà piangere.

1) Sorelle che posano insieme per la stessa foto tre volte a distanza di diversi anni.

2) Dopo lo tsunami giapponese è stata miracolosamente ritrovata tra le macerie una bambina di 4 mesi.

3) Un civile francese piange lacrime di disperazione quando i nazisti occupano Parigi durante la Seconda Guerra Mondiale.

4) Un prigioniero tedesco (della seconda guerra mondiale) rilasciato da parte dell’Unione Sovietica, si riunisce con sua figlia. Il bambino non vedeva suo padre da quando aveva un anno.

5) Una ragazza in isolamento per lo screening delle radiazione guarda il suo cane attraverso una finestra a Nihonmatsu, Giappone.

6) Una madre consola un figlio a Concord, Alabama, nei pressi della sua casa che è stata completamente distrutta da un tornado nell’Aprile del 2011.

7) Un bambino romeno dona un palloncino a forma di cuore alla polizia durante le proteste contro le misure di austerità a Bucarest.

8) Soldato dell’Esercito di liberazione popolare del Sudan sull’attenti alla vigilia dell’indipendenza del Sudan del Sud dal resto del paese.

9) L’Australiano Scott Jones bacia la sua fidanzata canadese Alex Thomas dopo che è stato buttato a terra da un colpo di scudo antisommossa da un agente di polizia a Vancouver, British Columbia.

10) Earthrise: Una foto scattata dall’astronauta William Anders durante la missione Apollo 8 nel 1968.

11) Christian Golczynski, otto anni, accetta la bandiera per il padre caduto in battaglia, un Sergente dei Marine chiamato Marc Golczynski, durante una cerimonia commemorativa. Marc Golczynski è stato ucciso durante un giro di pattuglia, era il suo secondo “viaggio” in Iraq (si era offerto volontario), poche settimane prima era dovuto tornare a casa.

12) Harold Whittles sente per la prima volta dopo che un medico pone un auricolare al suo orecchio sinistro.

13) Helen Fisher bacia il carro funebre che trasporta il corpo di suo cugino (20enne) caduto in guerra, Wootton Bassett, in Inghilterra

14) Jacqueline Kennedy indossa il suo abito Chanel rosa, ancora macchiato del sangue di suo marito, mentre Lyndon Johnson fa il giuramento di ufficio a bordo dell’Air Force One.
Secondo Lady Bird Johnson, che era presente:
Anche se i capelli gli cadevano sulla faccia era molto composta… Il vestito della signora Kennedy era macchiato di sangue. Una gamba era quasi interamente ricoperta da esso e il suo guanto destro era incrostato di sangue – il sangue del marito.

15) Prigionieri ebrei al momento della loro liberazione da un campo di concentramento, “treno della morte” nei pressi dell’Elba nel 1945.

16) Le giornaliste Euna Lee e Laura Ling, che erano stati arrestato in Corea del Nord e condannati a 12 anni di lavori forzati, si riuniscono con le loro famiglie in California grazie all’intervento diplomatico degli Stati Uniti.

17) “La Jeune Fille a la Fleur”, una fotografia di Marc Riboud, mostra la giovane pacifista Jane Rose Kasmir piantare un fiore sulle baionette delle guardie del Pentagono durante una protesta contro la guerra del Vietnam il 21 ottobre 1967. La fotografia sarebbe poi diventata il simbolo del movimento flower power.

18) Un monaco prega per un uomo anziano che era morto improvvisamente in attesa di un treno, foto scattata a Shanxi Taiyuan, Cina.

19) Un uomo nordcoreano saluta con la mano un suo parente della Corea del Sud, a seguito di una riunione di pranzo in cui le famiglie divise dalla guerra del 1950-53 si sono potute momentaneamente ricongiungere. L’evento si è svolto al Monte Kumgang il 31 ottobre 2010, 436 sudcoreani sono stati autorizzati a passare tre giorni in Corea del Nord per incontrare i rispettivi parenti.

20) Un sopravvissuto a Pearl Harbor, Houston James di Dallas è sopraffatto dall’emozione mentre abbraccia il sergente Mark Graunke Jr. durante la Commemorazione al Dallas Veterans Day al Municipio di Dallas nel 2005. Il sergente Graunke, che era un membro di una squadra di artificieri ha perso una mano, una gamba e l’occhio mentre disinnescava una bomba in Iraq nel luglio del 2004.

21) Pelé e il capitano inglese Bobby Moore si scambiano le maglie come segno di rispetto reciproco in un Mondiale (quello del 1970) che era stato segnato dal razzismo.

22) Il pensionato capitano della polizia di Philadelphia Ray Lewis viene arrestato per aver partecipato alle proteste di Occupy Wall Street nel 2011.

23) PoW Horace Greasley guarda con aria di sfida Heinrich Himmler durante un’ispezione del campo. Greasley era famoso per esser fuggito dal campo per più di 200 volte ed essere ritornato indietro volontariamente, tutto questo per poter incontrare in segreto una ragazza tedesca locale di cui si era innamorato.

24) Robert Peraza si ferma davanti al nome di suo figlio durante le cerimonie del decimo anniversario all’attacco delle torri gemelle.

25) Sopravvissute all’uragano Katrina.

26) 1968, “Olympics Black Power Salute”: Gli Atleti Afro-Americani Tommie Smith e John Carlos alzarono i pugni in gesto di solidarietà ai giochi Olimpionici del 1968. Per questo gesto furono espulsi dai giochi.

27) Phyllis Siegel e Connie Kopelov entrambi di New York, si abbracciano dopo essere diventati la prima coppia dello stesso sesso a sposarsi presso l’ufficio del Clerk Manhattan City nel 2011.

28) La foto iconica del “Tank Man”, il ribelle sconosciuto che stava davanti a una colonna di carri armati cinesi in un atto di sfida, piazza Tienanmen, 1989.

29) Un altra foto del “Tank Man” (è l’uomo con le buste della spessa che si intravede infondo alla scena) poco conosciuta e presa da un punto di vista differente.

30) Le truppe dell’esercito degli Stati Uniti durante il D-Day (lo sbarco in Normandia) il 6 giugno 1944.

Se ti è piaciuto questo post seguici dalla nostra pagina facebook a questo link: Epì Paidèia – Giornale online di Arte e Cultura

Sony investe sulla tecnologia dei sensori a 54 Megapixel a matrice non-Bayer

Negli ultimi tempi i grandi produttori di fotocamere digitali sembra abbiano deciso di darsi battaglia a suon di mega sensori. Dopo l’eliminazione del filtro anti aliasing da parte dei grandi colossi commerciali quali Canon, Nikon & Co., Sony sembra voler impegnare tutte le sue forze in un nuovo sensore da 54 Megapixel dotato di rilevazione di fase integrata e, soprattutto, senza la tecnologia Bayer, da installare sulle nuove fotocamere a partire dal 2015.
Secondo i rumors, Sony vorrebbe seguire la strada intrapresa già da Fujifilm che, con il suo sensore X-Trans, sta già sperimentando la tecnologia non-Bayer con sensori a matrice 6×6. Lo scopo è quello di ottenere immagini con la massima nitidezza e dettaglio. La scelta di eliminare il filtro anti aliasing prima, e la matrice Bayer in futuro, sembra essere la nuova frontiere delle apparecchiature digitali.
Con quale tecnologia risponderanno gli altri produttori?

Canon pronta al rilascio del nuovo 35mm f1.4L II?

Secondo quanto riportato ieri da Canon Rumors, sembra che alcuni prototipi del tanto atteso EF 35 f/1.4L II siano nelle mani di un ristretto gruppo di fotografi per essere testati sul campo in vista di un atteso rilascio nel corso del 2014.

Secondo la fonte di Canon Rumors, la nuova lente avrà un diametro leggermente maggiore (77mm il diametro del filtro contro i 72mm dell’attuale versione) ma un peso inferiore rispetto alla versione corrente e presenterà un nuovo tipo di rivestimento su almeno uno degli elementi che costituiscono lo schema ottico. 
Secondo lo schema di classificazione dei rumors adottato da Canon Rumors, questa notizia è stata classificata come [CR1], ossia proveniente da una nuova fonte non verificata in passato ma considerata come plausibile.
Pensando a come si sono mossi gli altri produttori di lenti nell’ultimo anno, è facile pensare che Canon abbia deciso di accelerare il processo di rinnovamento del già ottimo EF 35 f/1.4L sulla spinta di Sigma e del suo superbo Sigma 35mm F1.4 DG HSM, che si è dimostrato una delle migliori lenti disponibili sul mercato in grado di competere in qualità e prezzo con le ben più costose lenti professionali ufficiali. Fortunatamente, siamo arrivati ad un punto tale in cui la qualità ottica e costruttiva di alcune lenti di terze parti stanno raggiungendo lo stesso livello delle ottiche professionali ufficiali delle grandi case e questo può essere solamente un bene per l’industria e per noi fotografi, poiché stimola la competizione tra i produttori portando all’introduzione di ottiche migliori a prezzi più competitivi.
Voi cosa ne pensate? Fatecelo sapere lasciando un commento utilizzando il box qui in basso!
Daniele è fotografo e fondatore dello Studio Fotografico inFocus di Roma. Se volete scoprire di cosa si occupa lo Studio inFocus visitate il sito www.studioinfocus.it oppure mettete “Mi piace” alla pagina Facebook dello Studio inFocus per rimanere facilmente aggiornati sui corsi e le attività organizzati e sui contenuti pubblicati regolarmente sul sito.

33 Idee pazzesche per rendere unica e spettacolare la vostra casa!

Tutti noi abbiamo una qualche idea su quale aspetto dovrebbe avere la casa dei nostri sogni. Ad alcuni di noi potrebbe semplicemente stuzzicare l’idea di avere una piscina, mentre altri potrebbero ricercare un design futuristico, un’elevata eco-sostenibilità o l’integrazione con degli elementi naturali. Indipendentemente da quale sia la componente che possa rendere unica la vostra casa dei sogni in questo articolo potrete vedere alcuni esempi di abitazioni in cui i padroni di casa sono riusciti a realizzare alcune delle loro più grandiose fantasie di design casalingo.
Questi ingegnosi miglioramenti per le abitazioni vanno da piscine ed acquari a spazi intelligentemente nascosti dove conservare le proprie cose, mobili multifunzione e… passerelle di passaggio per gatti!
Attenzione! – Vogliamo avvisarvi che la visione di queste immagini ha un elevatissimo rischio di lasciarvi con una sensazione di insoddisfazione legata alla vostra dimora attuale!

1) Letto-Acquario
Spero che abbiano calcolato bene la robustezza… o che quantomeno non ci tengano dentro dei piranha 
Crediti dell’immagine: acrylicaquariums.com
2) Lampadario che trasforma la vostra stanza in una Foresta
Perfetto per una serata a base di racconti dell’orrore
Crediti dell’immagine: Hilden and Diaz
3) Piscina Scoperta-Coperta
Per stare a mollo con il sole e con la pioggia
Crediti dell’immagine: Sconosciuto
4) Tavolo a Dondolo

Finalmente ci si potrà dondolare senza il rischio di cadere all’indietro
Crediti dell’immagine: psfk.com
5) Sabbia di mare sotto la Scrivania
Per chi sogna il mare anche in città
Crediti dell’immagine: Justin Kemp
6) Scala a Chiocciola con Scivolo
Utile quando hai fretta di arrivare al lavoro
Crediti dell’immagine: Sconosciuto
7) Sistema di transito per Gatti
Come se non avessero già tanti modi per tenderci degli agguati…
Crediti dell’immagine: Because We Can
8) Pavimento in Vetro con Pozzo aperto nel proprio Bagno
Almeno non ve la farete… addosso…
Crediti dell’immagine: Hernandez Silva Arquitectos
9) Tavolo Multiuso, per la Cena e per il Biliardo
Dai mamma! Muoviti a sparecchiare!
10) Letto-Amaca
Zzzzz….
Crediti dell’immagine: Le Beanock
11) Ripostiglio Sottoscala
Un po’ di spazio extra torna sempre utile
Crediti dell’immagine: Deriba Furniture
12) Cinema da Giardino
Non dimenticate di accendere uno zampirone
Crediti dell’immagine: fancymaterial.com
13) Porta da Ping Pong
E se state perdendo potete sempre sbatterla in faccia all’avversario…
Crediti dell’immagine: Tobias Fraenzel
14) Facciata che suona una Melodia quando Piove
Chissà il casino quando grandina!
Crediti dell’immagine: ingeniumetars
15) Vasca da Bagno Trasparente
Perchè l’immaginazione è sopravvalutata
Crediti dell’immagine: Stern McCafferty
16) Giardino Verticale delle Erbe in Cucina
Attenzione a non tenere l’erba gatta accanto al basilico
Crediti dell’immagine: Sconosciuto
17) Scalinata-Libreria
Da adesso saprete dove tenere le vostre collane preferite
Crediti dell’immagine: Levitate Architects
18) Giardino tematico con Spiaggia e Braciere
Attenti a non fare andare a fuoco il pelo del cane
Crediti dell’immagine: Sconosciuto
19) Cantina per Vino a Spirale
Sembra un rifugio antiatomico… ma più allegro
Crediti dell’immagine: spiralcellars.co.uk
20) Stanza-Casa sull’albero per bambini
Chiedete il permesso a vostra moglie se non volete farla arrabbiare
Crediti dell’immagine: mytropolisdesign.com
21) Camera da letto-Nave Pirata per voi
Non chiedetelo neppure a vostra moglie se non volete farla arrabbiare
22) Piscina ad ingresso graduale
Utile per i più freddolosi
Crediti dell’immagine: houzz.com
23) Porta molto colorata!
Crediti dell’immagine: studio.arminblasbichler.com
24) Amaca sospesa sulle scale
Sai che scherzoni da la sopra
Crediti dell’immagine: ooda.eu
25) Caverna di ghiaccio in camera
Scusa hai lasciato il frigo aperto?
(Stallattiti di ghiaccio formatesi in un edificio di Chicago a causa della cattiva manutenzione di un deposito frigorifero.)
26) Stanza con Pista da Skate
Per skateare con qualunque condizione atmosferica
Crediti dell’immagine: Pierre Andre Senizergues
27) Tavolo con Braciere
Ricordate di non appoggiare i piedi sul tavolino
Crediti dell’immagine: moma-design.it
28) Ufficio da Giardino
Futuristico
Crediti dell’immagine: officepod.co.uk
29) Scivolo interno
Mi rendo conto che ormai le scale sono troppo mainstream
Crediti dell’immagine: David Hotson
30) Passerella per Gatti Attorno alla Casa
Con una cosa del genere non esaurirete mai la vostra sacrosanta scorta di gatti
Crediti dell’immagine: nekomemo.com
31) Falò da Tavolo
Altro che camino
Crediti dell’immagine: Sconosciuto
32) Tennis da Tavolo della Cucina
Perchè usarlo per cucinare e mangiare è fuori moda
Crediti dell’immagine: hammacher.com
33) Piscina da Balcone
Vi prego portatemi li e lasciatemici
Crediti dell’immagine: James Law

Se ti è piaciuto questo post seguici dalla nostra pagina facebook a questo link: Epì Paidèia – Giornale online di Arte e Cultura

"Non sta succedendo qui. Ma sta accadendo ora!": Bellissima campagna di sensibilizzazione di Amnesty International

Una scioccante, brutale e brillante campagna pubblicitaria di Amnesty International per aumentare la consapevolezza riguardo le tragedie che si verificano nelle varie parti del mondo e che spesso tendiamo a ignorare o dimenticare, come se non ci riguardasse da vicino.
Se queste immagini che state per vedere vi commuoveranno sono sicuro che apprezzerete i seguenti articoli:

Fonte acidcow.com

Se ti è piaciuto questo post seguici dalla nostra pagina facebook a questo link: Epì Paidèia – Giornale online di Arte e Cultura

Dubai come non l’avete mai vista, grazie a Daniel Cheong

Molte volte, durante le nostre uscite fotografiche, ci ritroviamo a lamentarci di condizioni meteo non ideali per le fotografie che abbiamo in mente. Ciò di cui non ci rendiamo conto, invece, è che anche quando il clima è diverso da quello sperato ci sono una infinità di occasioni fotografiche a nostra portata e che è necessario allenare costantemente l’occhio per riconoscerle.

Chi non ha bisogno di fare esercizio è certamente Daniel Cheong, un esperto di telecomunicazioni ed affermato fotografo originario delle Mauritius che ha fatto dell’uso creativo del meteo un suo segno di riconoscimento. Tra le varie immagini che potete visionare sul suo profilo 500px o Flicker, oggi ve ne proponiamo due che permettono di apprezzare Dubai come non l’avete mai vista. In entrambi i casi, l’uso sapiente della tecnica HDR (High Dynamic Range) e della composizione hanno consentito di catturare l’affascinante città degli Emirati Arabi Uniti in una maniera così originale che viene difficile associarla all’arido clima della regione. Grazie a Cheong, vediamo l’inospitale deserto trasformarsi in un’oasi di vita illuminata dal basso ed ammantata da un velo di nebbia.

Entrambe le immagini sono state scattate con una Nikon D800 e mostrano come, insieme alla tecnica fotografica, la scelta di un punto di vista fuori dal comune contribuisca enormemente alla riuscita di uno scatto, sia esso un paesaggio naturale o cittadino.
E voi come vi comportate quando vi ritrovate a fotografare in condizioni meteo diverse da quelle che avevate in mente? Raccontatecelo lasciando un commento usando il box più in basso o condividete le vostre fotografie scattate con un meteo avverso!
Daniele è fotografo e fondatore dello Studio Fotografico inFocus di Roma. Se volete saperne di più sulle attività ed i corsi organizzati dallo Studio inFocus visitate il sito www.studioinfocus.it oppure mettete “Mi piace” alla pagina Facebook per rimanere facilmente aggiornati sulle attività e sui contenuti pubblicati regolarmente sul sito dello Studio inFocus!