Italia: La Mecca musicale dei cantanti senza idee

Hai un nome? Hai già venduto bene e funzioni in radio? Perfetto, caro cantante italiano per te è arrivato il momento di rilassarti in poltrona, scopiazzare una melodia qui e la, cambiando magari qualche nota, appiccicarci un testo banale e rimasticato da fare schifo, e fare i soldi. Nel paese dove ancora oggi San Remo rappresenta l’Olimpo della musica, tutti i cantanti di successo possono aspirare alla tanta agognata pensione, occupando il posto sul palcoscenico e impedendo alle nuove generazioni di farsi avanti.
Nella musica così come in ogni altro settore, nell’italica penisola i capelli bianchi comandano e si sentono in dovere di proporci spazzatura per decenni e decenni e… Guai a chi parla! Per le radio ci sono migliaia di critici, esperti, dj, che ad ogni santissimo “pezzo spazzatura” tacciono la verità. Dite un po’, avete mai sentito dire a un critico o a un dj in radio: “Questa canzone non mi piace“, “Questa canzone è copiata“? No! In Italia va sempre tutto bene, è sempre tutto bello, se poi a fare i “pezzi spazzatura” sono i grandi nomi del palcoscenico… Ancora meglio.

E non stupisce che nessuno abbia preso un microfono e sottolineato il fatto che “Il sale della terra” dell’ormai cinquantenne rocker italiano, sia un copia/incolla da “What i’ve done” dei Linkin Park, o che “Prima di andare via” di Neffa, sia identica a “Naive song” di Mirways, o che “Alta marea” di Antonello Venditti sia copiata da “Don’t dream it’s over” 

… Pazienza, la verità in questo paese, nella musica come in troppi altri campi, va sacrificata sull’altare della Gerontocrazia, in un turbinio di ipocrisia e scopiazzatura che fa precipitare il livello dell’italica melodia sempre più in basso, a causa di una critica connivente, di una discografia ottusa e di un pubblico acritico.
Ci ritroveremo ad essere la casa di cura dei musicisti senza più idee, che una volta vecchi e svogliati si diranno “ehi andiamo in Italia, La Mecca del cantante in pensione”, una sorta di California dello spartito, con tutti in critici pronti ad allargare le braccia, tutti i Dj curvi a passare in radio spazzatura, e noi fessi ad ascoltarla!

Francesco Bitto

Annunci

7 risposte a "Italia: La Mecca musicale dei cantanti senza idee"

  1. Di solito non commento mai i post per evitare di creare flame ma….musicalmente parlando….SEI SICURO CHE SIANO UGUALI? io non amo ligabue, e quindi ti parlo da non fan, ma non centra nulla la melodia di ligabue con quella dei linkin park. Che le canzoni di ligabue si somiglino tutte è un dato di fatto, ma con questa…” non ci appizza nulla”. Buona giornata

  2. Ma al di la del fatto che sono d'accordo sul fatto della gerontocrazia e quant'altro,gli accordi usati in tutto il mondo e la loro sequenza in diverse canzoni può somigliare o addirittura essere uguale per un fattore prettamente tecnico. Se un ritornello funziona in FA DO SOL LA- ,e in un'altra canzone è uguale la sequenza degli accordi suonati o la tonalità, non vuol dire che sia plagio. DO RE MI FA SOL LA SI DO con annessi bemolle e diesis ,sono questi e su una infinità di canzoni è normale che si possano assomigliare nei ritornelli piuttosto che nelle strofe o nei bridge. Scommetto che se cerchi una canzone che ti piace molto in base al tuo livello di cultura musicale riuscirai a trovare altre milioni di canzoni che le somiglino. Non è sempre plagio, è una questione la maggior parte delle volte tecnica, se quegli accordi con quel testo vanno forte da musicista te ne infischi se i beatles ne hanno fatta un'altra con gli stessi accordi, perchè tu in quel momento magari non pensavi a quella determinata canzone dei beatles, per fare un esempio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...