Le cinque foto più costose della storia

Questo articolo fa parte della Rubrica dedicata alla Fotografia.

Tutti sappiamo che il mercato dell’arte è uno dei business più cospicui di questo mondo e che i collezionisti per accaparrarsi il “pezzo raro” rilanciano cifre su cifre alle aste.

E visto che questo mercato si evolve velocemente, questa è la top five delle 5 foto più costose della storia… per ora!
La fotografia che apre questo articolo si chiama Rhein II di Andreas Gursky, ed è stata venduta esattamente a 4.338.500 dollari (oltre tre milioni di euro). Lo scatto mostra il flusso del fiume Reno in Germania. La foto ha subito qualche ritocco che ha eliminato edifici e persone che apparivano al momento dello scatto. Il risultato è ipnotico con tre livelli perfettamente distinti.

Questa foto ha suscitato molto scalpore sul web, poiché è difficile capire come una foto del genere possa valere tanto.

Al secondo posto c’è un autoritratto della fotografa americana Cindy Sherman. La foto è stata scattata nel 1981 e venduta nel 2011 per 3,89 milioni di dollari. Nella foto vediamo raffigurata la Sherman con degli abiti giovanili, tutta la foto presenta una tonalità arancione.
L’immagine fa parte di una serie di 10 fotografie – chiamata “Centerfolds” – che intendeva richiamare l’attenzione sugli stereotipi che accompagnavano la figura della donna sui giornali, in TV e sul grande schermo.

Medaglia di bronzo per “Dead Troops Talk” (soldati morti che parlano) di Jeff Wall. Venduta nel 2012, il prezzo raggiunto è stato di 3,6 milioni di dollari. La foto ritrae l’Armata Rossa colpita durante un agguato nella guerra in Afghanistan nel 1986. Questa, però, è una riproduzione del fotografo del 1992.

Quarta posizione per “99 Cent II Diptychon“, che è stata venduta per 3.346.456 di dollari. È una fotografia del tedesco Andreas Gursky, pubblicata nel 2001. L’opera è un dittico di dimensioni 207 x 337 cm stampata e montata su plexiglas e rappresenta gli interni di due supermercati con file di scaffali piene di merci. Il lavoro è stato modificato digitalmente per ridurre la prospettiva. Probabilmente è stata scattata nel 1999, dato che talvolta viene chiamata “99 cent.1999”. Ne esistono sei copie. In questa foto l’autore cattura un colorato mosaico di prodotti esposti sugli scaffali di un supermercato. Quando si è saputo il prezzo pagato per lo scatto, ha suscitato molto scalpore.
Al quinto ed ultimo posto, una foto dei primi anni del XX secolo, precisamente del 1904. “The Pond-Moonlight” di Edward Steichen, ricrea un paesaggio notturno in una piscina e ricorda una tela dipinta a olio, è stata venduta nel 2006 per poco meno di tre milioni di dollari. Quando fu battuta è stato il prezzo più alto mai pagato per una fotografia. Esistono solo tre versioni di questa foto.
S. Alessandra Severino: Flickr
Annunci

11 risposte a "Le cinque foto più costose della storia"

  1. quelle di Andreas Gursky non mi dicono assolutamente nulla, oltre al fatto che sono state sistemate al photoshop, quindi non sono nemmeno da considerarsi delle fotografie, oltre ad avere prezzi esagerati per foto banali che qualsiasi fotografo può fare. Idem per le altre, l0unica che si salva è quella del 1904 di Steichen che pur essendo anche quella ” rifatta ” per quell'epoca era una innovazione.

  2. Dopo aver letto il tuo commento sinceramente capisco perché in italia vadano ancora alla grande i cinepanettoni! Ti consiglio di andare a vedere una mostra di Gursky, dopo forse capirai perché quelle foto sono veri capolavori di tecnica e composizione.
    Dai perché non ci mostri quanto era bella la fotografia quando ancora i computer non erano comparsi sulla faccia della terra. Te lo dico con tutto il mio cuore, apriti il cervello e osserva se dentro ci sono tutti gli ingranaggi per fare un discorso sensato. L'innovazione dell'arte va oltre la fattibilità materiale, conta il pensiero che spinge un uomo a fotografare.

    Però per quale ragione mi inalbero con te? NOn lo so nemmeno. Dai su spegni il computer e torna a fare le foto agli insetti (con tutto il rispetto per chi della macrofotografia ha fatto una ragione di vita).

    (L'arte e il valore di un opera vanno oltre il gusto di una singola persona)

  3. Non trovo nulla di eccezionale in nessuna di queste foto. Ha bensì ciuscuna un suo “perché”, ma, davvero, niente di eccezionale…

  4. in un mio articolo ho parlato del seguente tema: fotografo o grafico? continuo a sostenere la fotografia come ciò che viene scritto e dipinto con la luce… tutto il resto è noia come le foto qua in alto ritoccate con photoshop… grazie.

  5. Altri tempi ! Se questa era ” arte da 4 milioni di dollari “
    Ci sono dei fotografi ora che spaccano il culo all'ennesima potenza con o senza editing…

  6. Moon Rise di Ansel Adams, vale circa 200.000USD a copia e di copie ce ne sono circa 900, per un totale di 180.000.000 di USD… quindi non vedo nulla di scandaloso se una singola foto possa valere 4 milioni di usd.

  7. Il problema è che non ancora è chiaro a molti il confine tra arte e fotografia. Quelle sopra non sono foto ma opere d'arte che usano la fotografia solo come mezzo tecnico per realizzare determinate immagini che hanno un preciso significato, voluto e studiato dall'autore. Inoltre seguendo questo ragionamento la differenza tra una foto analogica o “photoshoppata”, non ha motivo di esistere.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...